Alfa Romeo Giulia: a Cassino produzione a gonfie vele, 5 mila occupati

Sono 5 mila gli operai che nello stabilimento Fiat Chrysler di Cassino si stanno occupando in questi giorni della produzione della berlina Alfa Romeo Giulia

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo Giulia

Sono 5 mila gli operai che nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Cassino si stanno occupando in questi giorni della produzione della berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia e del Suv Alfa Romeo Stelvio. La produzione va a gonfie vele in questo periodo visto che ormai la vettura del rilancio di Alfa Romeo è arrivata in tutti i principali mercati auto del mondo.

 

Ieri è giunta la notizia che le prime 350 Alfa Romeo Giulia prodotte a Cassino per sondare il mercato cinese sono andate esaurite in appena 33 secondi sul portale Tmall del gruppo Alibaba. Ovviamente la notizia è stata accolta con grande soddisfazione nella fabbrica in cui questo veicolo viene assemblato. La cassa integrazione qui sembra ormai un lontano ricordo, tra Giulia, Giulietta e Stelvio le cose sembrano andare per il verso giusto.

 

Tra l’altro quando il Suv Alfa Romeo Stelvio arriverà in tutti i mercati, sarà necessario aumentare ulteriormente la produzione e questo significa che molto probabilmente già tra fine anno e gli inizi del 2018 assisteremo alle nuove assunzioni promesse da Sergio Marchionne e dagli altri dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles per lo stabilimento ciociaro del gruppo italo americano.

 

Non appena Alfa Romeo Stelvio arriverà in Cina e negli Stati Uniti, al pari di quanto successo con la berlina Alfa Romeo Giulia le cose dovrebbero andare ancora meglio. Quelli infatti sono i paesi da cui dipende il successo commerciale di questi veicoli considerato come fondamentale per il raggiungimento delle 400 mila immatricolazioni annue entro il 2020. 

 

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio insieme a Honda Civic e Audi R8 protagonista a Vigo

 

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: ecco tutti i prezzi della berlina in Cina

 

David Papa, presidente di Unindustria per il comprensorio di Cassino è soddisfatto degli investimenti effettuati da Fiat Chrysler Automobiles nel suo stabilimento di cui stanno beneficiando anche nell’indotto. Insomma Alfa Romeo Giulia e Stelvio sembrano aver rivitalizzato lo stabilimento ciociaro sempre più centrale nei piani di sviluppi del Biscione.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler

Leave a Reply