Alfa Romeo E-Suv: un nuovo render dalla Germania

Tra la fine del 2017 e gli inizi del 2018 ad arricchire la gamma del Biscione dovrebbe arrivare un nuovo Alfa Romeo E-Suv

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo E-Suv

Autobild, celebre rivista motoristica tedesca, ieri ha provato ad immaginare attraverso un proprio render il volto del futuro Alfa Romeo E-Suv. Non è ancora chiaro come questo modello si chiamerà, il magazine tedesco lo ha però denominato Alfa Romeo Kamal, come il concept mostrato dal Biscione al Salone auto di Ginevra del 2003. Un modello che però non trovò alcun riscontro nella gamma del brand di Arese.

Questo quasi certamente sarà il terzo modello del nuovo corso del Biscione ad arrivare sul mercato dopo Alfa Romeo Giulia e il primo suv Stelvio. Secondo indiscrezioni proveniente dal mondo sindacale la sua presentazione dovrebbe avvenire entro la fine del 2017, mentre la produzione dovrebbe cominciare nel primo semestre del 2018 nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Mirafiori in Piemonte. 

Mirafiori tra l’altro è lo stesso stabilimento in cui viene prodotto anche il Suv Maserati Levante e che in futuro pare che i dirigenti del gruppo italo americano ed in primis il numero uno Sergio Marchionne vogliano trasformare in un polo del lusso assieme allo stabilimento di Grugliasco.

In queste due fabbriche infatti dovrebbero essere realizzate tutte le vetture più importanti di Alfa Romeo e Maserati tra cui anche l’ammiraglia del Biscione: Alfetta. Del futuro Alfa Romeo E-Suv al momento si sa ben poco. Questo comunque dovrebbe nascere su una versione allungata della piattaforma modulare ‘Giorgio’, la stessa impiegata per la berlina Giulia.

Leggi anche: Fiat, Alfa Romeo e Jeep: i dati di vendita di gennaio 2017 in Spagna e Francia

Alfa Romeo E-Suv

Alfa Romeo E-Suv

Esteticamente parlando, Alfa Romeo E-Suv dovrebbe avere molto in comune con la futura berlina full Size Alfa Romeo Alfetta, il cui arrivo sul mercato dovrebbe avvenire entro la fine del 2018. Per quanto riguarda i motori è attesa la stessa varietà già vista nella gamma di Giulia e Stelvio con potenze però forse maggiori rispetto alle altre due vetture del Biscione.

Questo veicolo ha un’importanza strategica fondamentale per il rilancio della casa automobilistica milanese che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles. Il motivo è che si tratta di un veicolo che andrà a competere nella massima categoria dei Suv con avversari del calibro di Bmw X7, Audi Q5 e Mercedes GLE. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo

I commenti sono chiusi.