Alfa Romeo: dopo il calo di settembre si spera che il mese di ottobre possa essere positivo

Alfa Romeo spera di recuperare terreno ad ottobre dopo il calo nelle vendite di settembre che ha colpito il brand in tutta Europa.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo

Fino allo scorso mese di agosto Alfa Romeo ha vissuto un 2018 davvero ottimo. A settembre però, in seguito al cambio delle normative anti inquinamento che hanno spinto i clienti a cambiare auto nei mesi precedenti, si è assistito in Italia ed anche nel resto dell’Europa ad un forte calo delle immatricolazioni della casa automobilistica del Biscione. Si è trattato di un risultato negativo ed in controtendenza rispetto a quanto avvenuto nei precedenti 8 mesi del 2018 quando invece lo storico brand milanese che fa parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles era sempre cresciuto nel numero delle auto consegnate.

Alfa Romeo spera di recuperare terreno ad ottobre dopo il calo nelle vendite di settembre che ha colpito il brand in tutta Europa

Si aspetta adesso con impazienza di conoscere nel dettaglio i risultati di ottobre per capire se dopo il crollo di settembre Alfa Romeo si potrà rialzare subito o avrà bisogno ancora di qualche mese. Nel mondo dei motori si ipotizza che un recupero nelle vendite si potrebbe verificare solo alla fine del 2018. In ogni caso il Biscione per poter recuperare la situazione ha messo in atto in Italia una serie di iniziative promozionali per favorire la vendita dei suoi modelli principali che per tutto il mese saranno messi in vendita con sconti interessanti. vedremo se ciò sarà sufficiente ad arrestare l’emorragia di vendite che ha colpito il brand di Arese a settembre.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: un confronto con Audi, Bmw e Mercedes nelle vendite in USA

Alfa Romeo

Alfa Romeo spera di recuperare terreno ad ottobre dopo il calo nelle vendite di settembre che ha colpito il brand in tutta Europa

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio nominato SUV Of The Year da Automotive Video Association

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo