Alfa Romeo: crollano le vendite in Europa nel primo semestre 2019

Alfa Romeo ha perso il 41,7 per cento in Europa nei primi 6 mesi dell'anno, male Francia e Germania dati in crescita in Spagna

di , pubblicato il
Alfa Romeo

Nel primo semestre del 2019 le vendite di Alfa Romeo in Europa sono crollate. La casa automobilistica del Biscione ha visto diminuire le proprie immatricolazioni in misura del 41,6 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le vendite nel periodo che va da gennaio a giugno in Europa per lo storico marchio milanese sono state esattamente 29.336 contro le oltre 50 mila dello stesso periodo dell’anno precedente. In seguito a questo risultato,  la quota di mercato della casa italiana che fa parte del gruppo Fiat Chrysler al termine del primo semestre del 2019 in Europa è pari allo 0.3 per cento contro lo 0,6 per cento dello scorso anno.

Alfa Romeo ha perso il 41,7 per cento in Europa nei primi 6 mesi dell’anno, male Francia e Germania dati in crescita in Spagna

Ricordiamo che il semestre si è chiuso con i risultati del mese di giugno con Alfa Romeo che ha venduto 5,266 unità in Europa perdendo il 37 per cento rispetto allo scorso anno. Considerando che non sono attese novità importante nella seconda parte del 2019 è facile ipotizzare che le vendite complessive del Biscione in Europa possano scendere sotto quota 50 mila. Andando a guardare i singoli paesi, molto male le cose vanno per il marchio milanese in Francia (-60,7%), Germania (-38,6%), Italia (-47%) e Regno Unito (-27%). bene invece la Spagna dove nei primi 6 mesi dell’anno il Biscione ha registrato una crescita del 6.7%.

Leggi anche: Alfa Romeo: molto male le vendite nei principali mercati europei nei primi 6 mesi del 2019

Alfa Romeo

Alfa Romeo ha perso il 41,7 per cento in Europa nei primi 6 mesi dell’anno, male Francia e Germania dati in crescita in Spagna

Leggi anche: Alfa Romeo bocciata, ecco quanto perde a giugno e nel primo semestre 2019

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.