Alfa Romeo: crisi totale in Europa

Alfa Romeo: a maggio in Europa risultati pessimi in tutti i principali mercati auto del continente, ecco i dati ufficiali

di , pubblicato il
Alfa Romeo

Le vendite di Alfa Romeo continuano a calare in Europa. La casa automobilistica del Biscione ha registrato risultati pessimi nei principali mercati del nostro continente anche nel mese di maggio del 2019. In Spagna lo storico marchio milanese a fronte di 330 unità immatricolate ha visto diminuire le sue immatricolazioni rispetto allo scorso anno del 3,8 per cento. Se andiamo a guardare però i primi 5 mesi dell’anno le vendite del Biscione in Spagna sono aumentate del 19,16 per cento grazie ad un totale di 1.853 unità immatricolazioni.

Alfa Romeo: a maggio in Europa risultati pessimi in tutti i principali mercati auto del continente, ecco i dati ufficiali

Nel Regno Unito invece le vendite di maggio 2019 per Alfa Romeo sono state esattamente 270 con un calo del 24 per cento. Se invece consideriamo l’intero 2019 le vendite sono state 1.533 con un calo del 27,6 per cento. In Francia a maggio invece la casa milanese di Fiat Chrysler Automobiles ha venduto appena 289  unità con un calo del 63,3 per cento. Nei primi 5 mesi dell’anno il calo è stato invece del 60 per cento con l’immatricolazione di 1.487 unità. In Germania calo del 54% per il Biscione con 283 unità consegnate in quello che è il mercato auto più grande di tutto il continente. Se invece guardiamo all’anno intero le vendite di Alfa Romeo sono state esattamente 1.651 con un calo del 35 per cento. Continuando così le cose il primo semestre del 2019 per Alfa Romeo in Europa sarà estremamente negativo.

Leggi anche: Alfa Romeo arriva in Canada con il desiderio di ottenere un buon risultato

Alfa Romeo

Alfa Romeo: a maggio in Europa risultati pessimi in tutti i principali mercati auto del continente, ecco i dati ufficiali

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Giulietta: ecco quanto hanno venduto in Europa nel primo trimestre 2019

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: