Alfa Romeo: bene in Germania, male nel Regno Unito

Alfa Romeo ad aprile cresce molto bene in Germania mentre non riesce a sfondare in Spagna e nel Regno Unito dove perde rispettivamente il 2,9 e il 23,1%

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo

Alfa Romeo vive sicuramente un buon momento della sua storia. Questo grazie al rilancio deciso di Sergio Marchionne e gli altri vertici di Fiat Chrysler Automobiles che negli scorsi anni hanno deciso di rilanciare in grande stile nel segmento premium del mercato auto la casa automobilistica del Biscione dopo decenni non certo brillanti. Proprio per questo motivo negli scorsi mesi la gamma dei veicoli del brand milanese si  arricchita di due nuovi modelli: Alfa Romeo Giulia e Stelvio.

 

Alfa Romeo perde quota ad aprile nel Regno Unito

 

Grazie a questi modelli Alfa Romeo sta crescendo bene in molti mercati. Ieri vi abbiamo dato notizia del grosso incremento avvenuto in Germania, dove il Biscione ad aprile 2017 aumenta le sue quotazioni del 153 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ovviamente si tratta di piccoli numeri visto che comunque negli scorsi anni il brand di Arese vendeva pochissimo in Germania, ma comunque in ogni caso sono dati incoraggianti. In Germania sono stati 610 i veicoli venduti dal Biscione molti dei quali Giulia e Stelvio. 

 

Se in Germania le cose per Alfa Romeo vanno abbastanza bene, nel Regno Unito invece occorre registrare segno negativo. Nel Regno Unito infatti l’effetto Giulia non si è ancora visto e le immatricolazioni si riducono del 23,19 per cento. Il Regno Unito è l’unico grande paese oltre alla Spagna in cui le immatricolazioni di Alfa Romeo si riducono ad aprile 2017. Si spera ovviamente che con l’avvento di Alfa Romeo Stelvio le cose possano migliorare anche in quel mercato che da sempre è stato molto ostico per il Biscione.

 

Leggi anche: Ferrari: nel primo trimestre del 2017 crescono ricavi e immatricolazioni

 

Alfa Romeo

Alfa Romeo Giulia

 

Leggi anche: Fiat Toro torna leader ad aprile 2017 nel segmento dei pick-up in Brasile

 

Anche in Spagna le cose non vanno benissimo per la casa italiana. Nella penisola iberica il Brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles ad aprile 2017 perde il 29 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo