Alfa Romeo: Audi, Mercedes e Bmw sono realmente raggiungibili?

Alfa Romeo: in tanti si domandano fino a dove si potrà spingere il Biscione nel segmento premium del mercato auto

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo

Da quando il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, l’amministratore delegato Sergio Marchionne ha confermato di voler rilanciare Alfa Romeo nel segmento premium del mercato auto, in tanti si sono domandati fino a che punto potrebbe spingersi lo storico marchio milanese. Qualcuno ha ipotizzato che a lungo termine l’obiettivo di Sergio Marchione e soci sia quello di portare il brand del Biscione al livello di Audi, Bmw e Mercedes. Ovviamente al momento un paragone tra la casa italiana e i tre marchi tedeschi è improponibile da un punto di vista commerciale.

Alfa Romeo: in tanti si domandano fino a dove si potrà spingere il Biscione nel segmento premium del mercato auto

Basti pensare che Mercedes nel 2017 ha venduto 2.289.344 veicoli in tutto il mondo. Molto bene le cose sono andate anche per Audi che ha immatricolato lo scorso anno la bellezza di 1.878.100 unità. Bmw invece con 2.463.526 veicoli ha ottenuto il proprio record di vendite. Alfa Romeo ha chiuso il suo 2017 con circa 110 mila unità. Si tratta di un numero in crescita rispetto agli anni precedenti ma ancora ben lontano da quello delle rivali tedesche. Ovviamente questa differenza è determinata dal fatto che al momento il Biscione nella sua gamma conta appena 3 modelli premium: Giulia, Stelvio e 4C. Mentre invece come sappiamo Audi, Bmw e Mercedes dispongono nelle proprie gamme di un gran numero di veicoli.

Audi, Bmw e Mercedes sono davvero raggiungibili?

Nei prossimi anni le cose però dovrebbero migliorare ulteriormente e le differenze tra Alfa Romeo e le tre case tedesche  dovrebbero assottigliarsi. Con l’arrivo di due nuovi Suv, due auto sportive e il rifacimento di Giulietta, le vendite del brand di Arese dovrebbero arrivare entro il 2023 a oltre 400 mila. Certo si tratta di numeri ancora molto bassi se paragonati a quelli di Audi, Bmw e Mercedes. Tuttavia con il successivo piano industriale e l’arrivo di numerosi altri modelli le differenze dovrebbero assottigliarsi ancora di più.

Questo ovviamente non significa che il Biscione riuscirà a raggiungere le rivali tedesche ma che certamente le differenze rispetto alla situazione attuale saranno molto più sottili. Al momento però rispondere alla domanda se davvero Audi , Bmw e Mercedes siano realmente raggiungibili risulta assai difficile. Molto dipenderà dalle decisioni del futuro numero uno di Fiat Chrysler Automobiles. Colui che prenderà il posto di Sergio Marchionne deciderà le sorti di Alfa Romeo.

Leggi anche: Alfa Romeo MiTo: con il suo addio mille dipendenti saranno trasferiti da Mirafiori a Grugliasco

Alfa Romeo

Alfa Romeo: in tanti si domandano fino a dove si potrà spingere il Biscione nel segmento premium del mercato auto, Audi, Bmw e Mercedes sono davvero raggiungibili?

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: ecco l’ultima novità lanciata nella gamma delle due auto

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo

I commenti sono chiusi.