Alfa Romeo Alfetta: ecco l’ultima ipotesi che arriva dal web

Alfa Romeo Alfetta: ecco la ricostruzione grafica del sito francese caradisiac.com che prova ad immaginare l'aspetto definitivo della futura ammiraglia.

di , pubblicato il
Alfa Romeo Alfetta

Alfa Romeo Alfetta potrebbe essere il nome della futura ammiraglia della casa automobilistica del Biscione che al momento non si sa ancora quando arriverà. Questa vettura sarà dotata di trazione posteriore e poggerà sulla piattaforma modulare Giorgio che in questo caso sarà utilizzata in versione allungata. Oggi vi vogliamo mostrare a proposito di questa vettura l’ultima ipotesi che arriva dal web. Si tratta della ricostruzione stilistica della grande berlina di Alfa Romeo ad opera del sito francese “Caradisiac.com”.

 

Alfa Romeo Alfetta: ecco la ricostruzione grafica del sito francese caradisiac.com che prova ad immaginare l’aspetto definitivo della futura ammiraglia del Biscione

 

La futura Alfa Romeo Alfetta, che secondo le ultime indiscrezioni potrebbe chiamarsi anche Alfa Romeo Montreal, si inserirà nel segmento E del mercato con l’obiettivo di dare serio filo da torcere alle rivali tedesche BMW Serie 5, Audi A6 e Mercedes-Benz Classe E. I mercati in cui questo veicolo potrebbe avere le maggiori fortune sono quello degli Stati Uniti e il mercato auto della Cina, dove ancora oggi le berline di grandi dimensioni riescono ad ottenere discreti risultati di vendita.

 

La lunghezza della futura ammiraglia del Biscione sarà di poco inferiore ai 5 metri

Secondo quanto raccontano i soliti bene informati, la futura Alfa Romeo Alfetta avrà una lunghezza di circa 485 cm. Questo la renderà non solo una vettura sportiva come la Giulia ma anche molto confortevole e lussuosa, caratteristiche che non possono di certo mancare in un’ammiraglia che si rispetti. In tanti si chiedono quando questo veicolo arriverà. Secondo le ultime informazioni a nostra disposizione bisognerà attendere almeno 3 anni prima del suo debutto. Si vocifera anche che la vettura quasi certamente disporrà di una versione con motore ibrido plug in. 

 

La gamma di motori dovrebbe essere molto simile a quella di Giulia ma con qualche cavallo in più

 

La vettura dovrebbe essere dotata di una gamma di motori simili a quelli di Alfa Romeo Giulia ma molto probabilmente con qualche cavalli in più. La versione top di gamma ad esempio dovrebbe disporre di un motore capace di erogare una potenza di almeno 520/530 cavalli. Del prezzo invece ancora non si sa nulla ma si pensa che il modello entry level possa partire da una cifra di poco inferiore ai 50 mila euro.

 

E’ facile ipotizzare che già nel corso del 2018 qualche informazione in più sulla futura Alfa Romeo Alfetta possa arrivare.

Forse già lo stesso numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, l’amministratore delegato Sergio Marchionne potrebbe dare qualche notizia quando annuncerà il nuovo piano quinquennale di Fiat Chrysler Automobiles. La nuova ammiraglia comunque arriverà solo dopo la Giulia Coupè, e i due nuovi suv promessi dal numero uno del Biscione, il CEO Reid Bigland. 

 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: anche lei dopo Stelvio in lizza per ricevere un premio da Motor Trend

 

Alfa Romeo Alfetta

Alfa Romeo Alfetta: ecco la ricostruzione grafica del sito francese caradisiac.com che prova ad immaginare quello che sarà l’aspetto definitivo della futura ammiraglia della casa automobilistica del Biscione

 

Leggi anche:  Alfa Romeo: per le novità importanti si aspetta il 2018, per adesso tutto tace

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: