Alfa Romeo: a luglio è un bagno di sangue in tutta Europa

Alfa Romeo continua a perdere terreno in Europa, vendite in calo in tutto il continente nel mese di luglio 2019

di , pubblicato il
Alfa Romeo continua a perdere terreno in Europa, vendite in calo in tutto il continente nel mese di luglio 2019

Alfa Romeo continua ad avere seri problemi in tutta Europa. Anche nel mese di luglio 2019 in tutti i principali mercati le immatricolazioni della casa automobilistica del Biscione sono segnalate in profondo calo. Come vi abbiamo raccontato ieri, in Italia la casa milanese ha visto diminuire le vendite del 56 per cento rispetto allo scorso anno.

Ma anche negli altri paesi le cose vanno male. In Spagna ad esempio il Biscione ha perso il 17 per cento rispetto a luglio 2018. In Francia, invece, il marchio italiano di Fiat Chrysler Automobiles ha chiuso il mese di luglio con 308 unità vendute ed un calo percentuale del 66%. 

Alfa Romeo continua a perdere terreno in Europa, vendite in calo in tutto il continente nel mese di luglio 2019

Anche nel Regno Unito le vendite del Biscione sono in calo. La casa milanese infatti ha immatricolato appena 235 unità con un calo del 10 per cento rispetto al mese di luglio dello scorso anno. In Germania invece a fronte di 354 unità vendute il calo percentuale è stato del 25%. Infine la Svizzera fa registrare anche un risultato negativo. In territorio elvetico infatti lo storico marchio italiano ha immatricolato 262 unità con un calo del 18,9 per cento rispetto allo scorso anno. Da segnalare infine che gli stessi risultati negativi di luglio li ritroviamo andando ad analizzare i dati di vendita dei primi 7 mesi dell’anno in tutti i principali mercati europei. In particolare in Germania -37 per cento e in Francia -66 per cento. 

Leggi anche: Alfa Romeo: molto male le vendite nei principali mercati europei nei primi 6 mesi del 2019

Alfa Romeo continua a perdere terreno in Europa, vendite in calo in tutto il continente nel mese di luglio 2019

Leggi anche: Alfa Romeo: ecco quanti posti di lavoro in meno a Cassino per la crisi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.