Alfa Romeo: per il 2017 si punta a 175 mila immatricolazioni

Nel 2017 Alfa Romeo dovrebbe avere come proprio obiettivo quello di arrivare ad almeno a 175 mila immatricolazioni grazie a Giulia e Stelvio

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo Giulia

Alfa Romeo entro la fine del 2020 ha come proprio obiettivo quello di arrivare alle 400 mila immatricolazioni annue. Questo è il traguardo che più volte è stato ribadito da Sergio Marchionne e soci per il rilancio della casa automobilistica del Biscione nel segmento premium del mercato auto. A questo risultato ovviamente ci si arriverà non all’improvviso ma gradualmente. Già nel 2017 dovrebbe esserci il primo riscontro importante nelle vendite del brand milanese che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles.

 

Ecco quanto potrebbe vendere nel 2017 Alfa Romeo

 

Infatti riferendosi alle considerazioni effettuate da Sergio Marchionne nei giorni scorsi, il quale parlava per il 2017 di 230 mila immatricolazioni per Alfa Romeo e Maserati, è facile comprendere come l’obiettivo per quanto concerne il Biscione dovrebbero essere circa 175 mila consegne. Queste dovrebbero avvenire grazie soprattutto ai due nuovi veicoli che hanno arricchito di recente la gamma del Biscione: la berlina Giulia e il Suv Stelvio. 

 

In totale Alfa Romeo Giulia e Stelvio nel 2017 potrebbero portare al Biscione la bellezza di 110 mila immatricolazioni. Questo soprattutto grazie al lancio in mercati fondamentali come quello americano e quello cinese che ormai anche per lo Stelvio sono imminenti. Le altre 65 mila vendite dovrebbero arrivare dalle auto che già da un po’ di tempo sono nella gamma del brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles: Alfa Giulietta, MiTo e 4C. 

 

Leggi anche: Alfa Romeo: i nuovi motori protagonisti al Motor Village di Roma

 

Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo Stelvio: il suv dovrebbe dare un grosso contributo alle vendite del Biscione

 

Leggi anche: Maserati Levante S con motore da 430 cavalli presto in vendita in Uk

 

Ovviamente per capire se realmente il Biscione potrà arrivare a tali risultati bisognerà aspettare quanto meno la fine del secondo trimestre del 2017 per capire se realmente il trend della prima parte di anno sarà tale da poter spingere Alfa Romeo al conseguimento di un tale risultato. Questo ovviamente con l’obiettivo di fare ancora meglio nel 2018.

 

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler

Leave a Reply