Zù-Totò, nasce il marchio del boss Riina nelle attività commerciali della figlia

Nasce il marchio Zù-Totò, la figlia del boss Riina apre e-commerce, ma è subito polemica. Cattivo gusto come nel caso di Manson o c'è dell'altro?

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Nasce il marchio Zù-Totò, la figlia del boss Riina apre e-commerce, ma è subito polemica. Cattivo gusto come nel caso di Manson o c'è dell'altro?

Riina è morto, Manson è morto, e anche io non mi sento tanto bene. Potrebbe aprirsi così il fatto del giorno, parafrasando il genio di Woody Allen con cinismo e sarcasmo, visto che ormai ci troviamo di fronte all’ennesimo deragliamento della morale che si accartoccia su sé stessa e si getta via. La notizia del marchio Zù-Totò sta facendo il giro del web trasformando il boss dei boss in un fenomeno di tendenza, proprio come anni fa accadde a Charles Manson, il killer dei killer.

Riina, arriva il marchio per la linea caffè

Su un sito di e-commerce zu-toto.scontrinoshop.com, ora bloccato, si annunciava la nascita del brand di una linea di cialde di caffè e d’olio d’oliva, dedicato al padrino corleonese. “Benvenuti su Zù Totò. Siamo in due… Maria Concetta Riina e il marito Antonino Ciavarello. Vogliamo commercializzare alcuni prodotti a marchio ‘Zù Totò’, iniziamo con le cialde di caffè, facciamo questa prevendita per raccogliere ordini e capitali che servono per avviarci, visto che ci hanno sequestrato tutto senza motivo”. 

Leggi anche: Ho atroci dolori allo stomaco: medici trovano 7 chili di ferraglia

Attualmente il genero di Riina, Tony Ciavarello, è agli arresti domiciliari, sta scontando sei mesi per truffa. La moglie sui social scrive (riferendosi agli arresti del marito, alla morte del padre e/o a cos’altro): “Il leone è ferito ma non è morto, presto si rialzerà e continuerà a combattere… Come ha sempre fatto, Sempre”.

Accomunati anche nella morte, Manson e Riina sono scomparsi a pochi giorni l’uno dall’altro. Del primo sono molto famose le magliette e nell’immaginario collettivo rimane il volto del male puro e autentico. Del secondo ora spaventa e inquieta il marchio, qui il male diventa sistema (esemplificato nelle azioni della mafia, associazione criminale di tipo gerarchico) e lascia il cattivo gusto e la sete di trasgressione per diventare vero e proprio terrore. Soprattutto dell’ignoranza, che da sempre circonda le opere e le azioni di coloro che ora stanno provando a portare avanti un marchio come fosse garanzia del bene e di tutte quelle categorie ad esso associate, e che vanno in contrasto con il vero lascito del boss di cosa nostra. L’ignoranza che tanto spaventava il buon Socrate; ignoranza come vero e unico germe del male.

Leggi anche: A Natale niente multe, in Pennsylvania abolite per donare giocattoli ai bimbi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cronaca e Curiosità, Notizie

I commenti sono chiusi.