Influenza 2017: ultime news sul picco, decessi e come evitare contagio

Influenza 2017: il picco è davvero passato? Gli aggiornamenti sui sintomi, i rimedi per prevenire il virus e il bollettino con gli ultimi dati.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Influenza

Il picco dell’influenza 2017 sta lentamente passando, ma è ancora allarme per i decessi causati proprio dal virus influenzale. Secondo l’ultimo bollettino Influnet, finora sono circa 3 milioni gli italiani messi a letto dai temibili virus A/H1N1, A/H3N2 e B, un numero in crescita che proprio in questi giorni ha vissuto il suo picco massimo. Come da previsione, infatti, il periodo di contagio maggiore è arrivato puntuale in questa fine di gennaio, ma sembra che la curva sia in lieve diminuzione. Questo significa che il picco è passato e per le prossime settimane la situazione rimarrà stabile fino a decrescere maggiormente da metà febbraio. Preoccupazione, invece, per i casi gravi di influenza segnalati, finora una settantina a cui vanno aggiunti 8 morti per le complicanze.

Aggiornamenti attuali sul picco

Mentre la data del picco dell’influenza 2017 sta passando, è stato confermato che le cause responsabili delle complicanze del virus influenzale sono dovute principalmente al virus A/H3N2. Ecco perché gli esperti hanno sottolineato ancora una volta l’importanza del vaccino antinfluenzale per tutti i soggetti a rischio, soprattutto anziani, donne in gravidanza e malati cronici. Nell’ultima settimana sono stati segnalati circa 500mila nuovi casi, che già da fine mese dovrebbero lentamente diminuire. Complice il gran freddo della scorsa settimana, che ha influito negativamente sulla diffusione dell’influenza, i malati registrati sono stati tantissimi. La bella notizia dunque, è che il picco sta mano a mano cessando ma la stagione influenzale durerà almeno fino a marzo.

Sintomi e come evitare contagio

Tra i sintomi dell’influenza 2017 troviamo la presenza della febbre alta, superiore ai 38 gradi, la tosse, il malessere generale, spossatezza, problemi gastrici e mal di gola. Questi sintomi sono comuni anche ai virus parainfluenzali, che si manifestano in maniera molto più leggera. Solitamente l’influenza dura 5-7 giorni, ma in certi casi si sono segnalati individui che hanno trascurato la sintomatologia con importanti strascichi. Proprio per questo motivo gli esperti consigliano di lavarsi spesso le mani, evitare sbalzi di temperatura e coprirsi molto bene quando si esce, ma anche seguire un’alimentazione corretta che prevede l’assunzione di molti liquidi, frutta, verdura di stagione e vecchi rimedi della nonna: miele, aglio, limone, zenzero e curcuma. Per gli aggiornamenti sull’influenza 2017 seguiteci ancora.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Influenza, Salute e Benessere