Giornata delle Dimore Storiche 2017: castelli, giardini e residenze aperte il 21 maggio

Si celebra il 21 maggio la Giornata delle Dimore Storiche 2017: aperti numerosi castelli, giardini e residenze in tutta Italia.

Ricevi Notizie su Mostre e musei.
Condividi su:
Ricevi sul MobileLoading
Chiara Lanari

Castello di Montemagno

 

Domenica 21 maggio si celebra la Giornata delle Dimore Storiche, iniziativa promossa dall’Associazione Dimore Storiche Italiane per valorizzare il nostro patrimonio artistico e culturale. Sarà una domenica volta all’arte e alle visite di numerose residenze d’epoca, castelli, ville, casali, cortili e giardini in tutta Italia, scelti dall’Associazione. Vediamo, di seguito, quali sono le dimore aperte e visitabili in occasione di questa interessante giornata. Parteciperanno tutte le regioni meno che Sicilia e Basilicata.

Dimore aperte

La Giornata delle Dimore Storiche 2017 nasce per celebrare i 40 anni dell’Associazione Dimore Storiche Italiane. Per l’occasione molti studenti italiani fungeranno da cicerone per accompagnare i visitatori alla volta delle varie residenze. L’iniziativa nasce anche per dare visibilità e riconoscimento ai maestri artigiani. Tra le dimore aperte citiamo il Castello di Montemagno ad Asti, un maniero dalle origini molto antiche, che risale al X secolo, famoso per l’aquila imperiale, simbolo di Federico Barbarossa. Aderiscono all’iniziativa anche il Complesso Monumentale Masseria Spina, a Monopoli, e Palazzo Sipari, a Pescasseroli. Il primo ha lontane origini risalenti all’Alto e Basso medioevo, mentre il secondo fu ristrutturato dal 1839. Domenica si potrà visitare anche il magnifico castello di Thiene, in Veneto, uno dei maggiori simboli del gotico del XV secolo ed esempio di villa pre-palladiana.

Da non perdere, la visita a Palazzo Lante, a Roma, erto dopo il 1516 da Alfonsina Orsini, moglie di Piero dei Medici e restaurato nel corso del ‘700. Tra i tesori da scoprire durante la Giornata delle Dimore Storiche, troviamo Villa d’Albertis a Genova e Palazzo Terzi a Bergamo. Altri castelli aperti saranno: palazzo Murmura di Vibo Valentia, palazzo Gasparri Gentiloni di Filottrano, la torre di San Prospero a Reggio Emilia, Palazzo Carratelli ad Amantea, Palazzo Niglio Jadicicco a Napoli, Villa Belpoggio Hercolani a Bologna, Villa Kechler de Asarta a Fraforeano (Udine), Palazzo Capponi Antonelli a Roma, Villa Grillo a Genova Voltri, il Castello di Chignolo Po a Pavia, Casino Cappuccilli a Ripabottoni (Campobasso), Palazzo Pfanner a Lucca, Palazzo Azzolini Malfatti a Trento e Palazzo Marini Clarelli a Perugia. Altre dimore sono visibili al sito ufficiale dell’iniziativa.

Argomenti:   Mostre e musei

Commenta la notizia




SULLO STESSO TEMA