Equinozio di primavera 2017: data, significato e tradizioni

Equinozio di primavera 2017: quand'è, orario, significato e tradizioni legate all'inizio della bella stagione da Chichen Itza a Stonehenge.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Equinozio di primavera 2017: quand'è, orario, significato e tradizioni legate all'inizio della bella stagione da Chichen Itza a Stonehenge.

In quest’articolo scopriamo la data dell’equinozio di primavera 2017, giorno ufficiale in cui saluteremo l’inverno per dare il benvenuto alla bella stagione. Dal punto di vista meteorologico la primavera potrebbe iniziare ben prima o magari dopo, a seconda delle condizioni atmosferiche, ma ogni anno la data cambia, anche se di poco.

Data e orario

L’equinozio di primavera 2017 sarà il 20 marzo esattamente alle ore 10,28. In questa giornata le ore di luce e di buio saranno perfettamente identiche, anche se in realtà c’è sempre una certa discrepanza sulle effettive ore. Veniamo al significato di equinozio di primavera partendo dalle sue origini. La parola deriva dal latino aequinoctium, e significa notte uguale al dì, di fatto si riprende il discorso fatto poco fa, in altre parole che le ore di luce e di buio sono uguali. Dal punto di vista scientifico il momento dell’equinozio rappresenta quello in cui il Sole si trova perpendicolare all’asse di rotazione della terra. Fino ad alcuni anni fa, questo era stabilito il giorno 21 marzo mentre in seguito è stato deciso che la data debba cambiare di anno in anno a seconda dell’equinozio astronomico. Solitamente, non ci sono grosse differenze poiché il giorno preciso è quasi sempre racchiuso tra il 19 e il 21 marzo. Dunque, nel 2017 la data da segnare sul calendario è il 20 marzo mentre l’anno prossimo sarà sempre il giorno 20 ma alle ore 16.15. La differenza sostanziale con l’equinozio autunnale è che quello di primavera segna l’inizio della metà luminosa, ovvero quando le ore di luce saranno superiori alle ore di buio.

Tradizioni, da Chichen Itza a Stonehenge

Ci sono poi tante tradizioni legate alla fertilità, la rinascita e i simboli: basti pensare al trifoglio, considerato come la pianta sacra dell’Equinozio di Primavera in Irlanda e non a caso in questi giorni si celebra anche San Patrizio. Inoltre, la prima domenica dopo la prima luna piena che accompagna l’Equinozio si festeggia la Pasqua. In Inghilterra, invece, tutt’oggi viene ricordata Eostre, dea sassone della fertilità, a Stonehenge ci si riunisce per accogliere il Sole tra i megaliti preistorici mentre a Chichen Itza, proprio il giorno dell’equinozio, si ripete lo spettacolo del Tempio Maya di Kukulkan. In occasione dell’Equinozio di primavera si svolgono anche tanti eventi nel mondo legati alla rinascita e a tema ambientale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Eventi

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.