VATICANO E.......CONTRIBUENTI !!!!!!! (1 Viewer)

Run the Park

Forumer storico
Registrato
1 Giugno 2004
Messaggi
3.339
Località
Fuori e basta
velavola ha scritto:
(potevi sceglierti un'altra confessione che non implicasse considerazioni sociali importanti) :-o
uffa ma sei una testa duraaaaaaaaaa

Lo stato?, negli ultimi 50 anni non è stato un buon esempio di amministrazione.
Lo stato come si è detto poi gira gran parte (o tutto) del suo 8 per mille alla chiesa cattolica... sai che affare ;)

Altre confessioni religiose? dalla padella alla brace.
Beh, a te (o a me) possono anche non stare simpatiche, ma se uno è musulmano magari vorrebbe poterli dare alla propria confessione, no?

Secondo me non sarebbe da rigettare la possibilità di rivedere l'intero meccanismo. Se poi uno vuol fare come Tom Cruise e versare a Scientology, saranno pure affari suoi no?

L'importante è che non sia obbligatorio ma che vi siano degli incentivi reali a farlo.
 

velavola

Forumer attivo
Registrato
1 Agosto 2005
Messaggi
314
Località
la la la
Se lo Stato li tenesse comunque non avrebbero migliore sorte.

Su un allargamento delle confessioni interessate e anche una revisione della redistribuzione invece condivido alla luce dei profondi cambiamenti avvenuti in questi ultimi anni nella società italiana.
 

idefix

Forumer attivo
Registrato
16 Novembre 2002
Messaggi
414
Località
Italia
mi sono assentato un attimo e ritrovo il 3d nella sezione caffe'. :(

purtroppo anche questa volta quando si parla di religione, chiesa e dintorni si passa da discussioni pacate e ragionate a discussioni da tifosi.

io non penso che debba essere mai messa in discussione la fede in quanto tale. se uno e' credente e' bene per lui e per tutti purche' l'esercizio della sua fede non limiti, condizioni o arrechi danno alla liberta' del prossimo di pensarla diversamente.
non credo che debba mai essere messa in discussione la storia. Quello che e' stato il ruolo della "chiesa degli uomini" nel corso dei 2000 anni dovrebbe essere patrimonio comune a parte piccole "sfumature".

se la chiesa sia stata protagonista di brutti episodi o si sia dedicata per 2000 anni a carita' e pace non sposta di una virgola il problema sull'8permille e sul discorso della laicita' dello stato.

quello che veramente trovo fastidioso in molti interventi e' l'affermazione che una organizzazione di uomini (chiesa) che amministra una fede (qualunque essa sia) anche se maggioritaria nel paese (e su questo bisognerebbe aprire un 3d apposito) debba necessariamente essere legittimata ad avere dei "privilegi" rispetto ad altri.
privilegi intesi sia in termini economici (concordato, ici, 8permille) sia soprattutto in termini di maggior valore dei suoi valori.
su alcuni valori fondamentali c'e' diversita' di vedute tra cristiani, mussulmani, buddisti e laici.
non esiste una verita' assoluta. ognuno crede di avere la sua verita'.
bisogna imparare a rispettare le sensibilita' e i valori altrui anche se non sono i nostri.
una convivenza sana si basa nella costruzione di un sistema si soli valori condivisi.
trovo che in questi ultimi tempi un po' per ingraziarsi il voto dei cattolici in vista delle elezioni un po' per sfruttare il senso di appartenenza religiosa in un'ottica anti islamica siano stati emanate una serie di norme illiberali ed irrispettose dei valori di una parte rilevante anche se minoranza di questo paese.

ciao :)
 

Run the Park

Forumer storico
Registrato
1 Giugno 2004
Messaggi
3.339
Località
Fuori e basta
velavola ha scritto:
Se lo Stato li tenesse comunque non avrebbero migliore sorte.
Per quello ho proposto (per ben due volte) libertà di scelta e meccanismo di incentivazione fiscale... ma con te non c'è verso! :eek:

velavola ha scritto:
Su un allargamento delle confessioni interessate e anche una revisione della redistribuzione invece condivido alla luce dei profondi cambiamenti avvenuti in questi ultimi anni nella società italiana.
Coerentissimo ;)

idefix ha scritto:
mi sono assentato un attimo e ritrovo il 3d nella sezione caffe'.
Il mio suggerimento di quotare in borsa la chiesa non è stato ben accolto :down: :specchio:
 

idefix

Forumer attivo
Registrato
16 Novembre 2002
Messaggi
414
Località
Italia
Run the Park ha scritto:
Citazione:l'8 per mille e le modalità collegate sono state decise autonomamente delle istituzioni italiane, non è una imposizione della chiesa.


Diciamo pure che è il prezzo pagato per eliminare il concetto della religione di stato.

Quindi noi sosteniamo il clero (alla faccia del marketing CEI) e in compenso abbiamo la facoltà di non essere cattolici.

Praticamente un tassa sulla laicità
questa e' bellissima :D :D :D
 

velavola

Forumer attivo
Registrato
1 Agosto 2005
Messaggi
314
Località
la la la
E' che sono un testone.. :D per fortuna ci sei tu :love: che mi insegni il verbo
Ops

Comunque questa tua proposta sarebbe equa ma potrebbe causare una pericolosa dispersione delle risorse e pure un difficile controllo dell'utilizzo delle stesse per cui qualche limitazione bisognerebbe pur darla.
E poi purtroppo quando si tratta di soldi entrano in gioco i meccanismi di potere ed hai voglia ad essere anticlericale, clericale, buddista o ateo.

Non più alla Chiesa ma per mille rivoli.... tu sarai più contento ma i risultati saranno così positivi? Gli sprechi e i privilegi si ridurranno o invece aumenteranno perchè in più mani passerranno
Come diceva un filosofo degli anni 80
Provare per credere!



per lo spostamento del post la colpa è mia.
Ho vinto anche un premio anche se immeritato.
 

carrodano

Forumer storico
Registrato
28 Gennaio 2006
Messaggi
6.165
Località
nord-est milano
otto per mille e cinque per mille non sono in alternativa.

Sull'otto per mille ho notato un bel dibattito in giro.

Sul cinque per mille, mi pare non ci siano obiezioni

Legge 23 dicembre 2005 n. 266, articolo 1, comma 337

Per l'anno finanziario 2006, ed a titolo iniziale e sperimentale, fermo quanto
gia' dovuto dai contribuenti a titolo di imposta sul reddito delle persone fisiche,
una quota pari al 5 per mille dell'imposta stessa e' destinata in base alla scelta
del contribuente alle seguenti finalità:
a) sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità
sociale di cui all'articolo 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, e
successive modificazioni, nonché delle associazioni di promozione sociale iscritte
nei registri nazionale, regionali e provinciali previsti dall'articolo 7, commi 1,
2, 3 e 4, della legge 7 dicembre 2000, n. 383, e delle associazioni e fondazioni
riconosciute che operano nei settori di cui all'articolo 10, comma 1, lettera a),
del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460;
b) finanziamento della ricerca scientifica e dell'università';
c) finanziamento della ricerca sanitaria;
d) attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente.



Aumentare la possibilità di scelta è sempre positivo
 

alias333

Forumer attivo
Registrato
25 Febbraio 2005
Messaggi
434
carrodano ha scritto:
Il concordato del 29 è stato rivisto nell' 84 (governo craxi), ma.....

Visto che il titolo del 3D è vaticano e contribuenti.

Vorrei affrontare il nocciolo della questione.

Secondo voi è sbagliato che delle entrate pubbliche vengano destinate a qualsiasi titolo alla chiesa cattolica ?

E' questo il problema?
Si è proprio questo uno dei maggiori problemi.
Secondo me la chiesa cattolica ha il diritto di fare proselitismo e fare i propri riti come altri hanno od avrebbero il diritto a contestare liberamente le varie religioni con idee contrapposte o ad ignorare i dogmi e le credenze che essa detta.
La chiesa dovrebbe autofinanziarsi con offerte e contributi volontari dei propri adepti.

COSI' COME NON DOVREBBE INFLUIRE SULL'ORDINAMENTO DELLO STATO CONSIDERANDOSI ESSA DEPOSITARIA DELLA VERITAì E DETTATRICE "ISTITUZIONALE" DI REGOLE E COMPORTAMENTI DEI CITTADINI CATTOLICI O NON CATTOLICI CHE SIANO.

SIAMO ARRIVATI AL PUNTO DI NON ESSERE NEMMENO PADRONI DELLA NOSTRA VITA, POICHE' POLITICI ASSERVITI, BASANDOSI SUL DETTATO CLERICALE, HANNO ANNUITO SUL FATTO CHE SOLO IL DIO CATTOLICO NE PUO' DISPORRE!

ALLA FACCIA DI TUTTE LE LIBERTA' BERLUSCONIANE E NON!
 

idefix

Forumer attivo
Registrato
16 Novembre 2002
Messaggi
414
Località
Italia
carrodano ha scritto:
otto per mille e cinque per mille non sono in alternativa.

Sull'otto per mille ho notato un bel dibattito in giro.

Sul cinque per mille, mi pare non ci siano obiezioni
Ti sbagli.
anche qui ci sono grosse obiezioni.

1. l'8per mille e' cosa piu' grave perche' di fatto parte delle imposte apportate da persone non cattoliche contro la loro volonta' finiscono comunque nella piena disponibilita' di organizzazioni religiose attraverso un meccanismo anticostituzionale, non rispettoso della privacy, senza trasparenza ed oserei dire truffldino.

2. per il 5per mlle con un po' di difficolta' si puo' destinare la somma a qualche associazione di proprio gradimento senza rischi di diversa destinazione della somma.

3. PUNTO CHE RITENGO PIU' IMPORTANTE
Io non capisco perche' lo stato mi DEBBA EDUCARE alla donazione.
devo sentirmi buono destinando ai poveri una parte deille mie tasse che COMUNQUE dovrei PAGARE.
NON CAPISCO perche' questo benedetto sTATO che e' ultimo in europa nel finanziamento alla ricerca MI DEVE EDUCARE A FINANZIARE istituti di ricerca sulle malatie ecc.
NON CAPISCO PERCHE' attraverso il 5per mille si possano andare a finanzaire associazioni che nulla hanno a che fare con gli interventi previsti dalla normativa.
L'avete letti il cds di lunedi' ed il sole di lunedi' (forse martedi') ???

IN ASSENZA (io dico VOLUTA) di autority di controllo sulle onlus ci troveremo sempre ad non avere trasparenza per quanto riguarda gli aspetti economici e alcune volte anche di peggio:
http://www.repubblica.it/2006/05/se...ine-sfruttate/liberia--bambine-sfruttate.html
questo e' quello che (pochi??? forse....chissa') uomini occidentali (ho detto OCCIDENTALI) "illuminati" ritengono di dover fare con il mio 5per mille per sanare i danni del colonialismo. Magari vanno pure in televisone a raccontarci quato sono bravi.
questa notizia mi ha disgustato e mi ha disgustato il piccolo spazio concesso sui media.
certo se amplificano la notizia finisce questo bel giocattolo falso e ipocrita della beneficenza .....


Tanto per farvi una "cultura"...... quardate qui':
http://www.esteri.it/ita/4_28_66_75_249.asp
visto quante sono???
mi piacerebbe avere dati statistici sulla loro composizione, gestione, attivita' ecc.
cosi' tanto per capire quante sono vere e quante lucrano soldi con il 5per mille, con le donazione degli enti pubblici i cui amministratori sono parenti degli amministratori delle onlus e proprio per i meno "agganciati" quanti mettono su una onlus per non pagare l'ici sulla seconda casa e scaricarsi l'iva dal pc di casa ed altre piccolezze di questo tipo...


carrodano ha scritto:
Aumentare la possibilità di scelta è sempre positivo
VERISSIMO. il problema e' che tutti pagano le tasse per quello che lo stato ritiene prioritario poi I SINGOLI in maniera ADULTA E RESPONSABILE APRONO il loro borsellino e CON LA LORO AMPISSIMA POSSIBILITA' di scelta fanno quello che ritengono opportuno.

ma non capitete che con questo meccanismo di fatto legalizzano il finanziamento a onlus degli amici degli amici????
ma chi li darebbe i soldi all'associazione del fratello del ex-ministro CCD che si somigliano come gemelli (adesso non mi viene il nome) che ha in gestione in cPT nel nord??? andatevi leggere il resoconto della trasmissione report sui cpt.
il singolo cittadino difficilmente lo farebbe ... invece al singolo cittadino gli viene detto che il suo 8 o 5 per mille che sia va a formare un per gruzzolo che persone buone volontarie (e qui' TUTTI confondono volontarie=gratis invece che volontarie = lo faccio volontariamente MA MI PAGHI (non sempre ma spesso e' cosi')) e corrette andranno a destinare a persone in difficolta' proprio per l'iniquita' del sistema sociale causato dall'inefficienza e dall'inadempienza delle politiche statali.
tutti contenti noi siamo i buoni e "loro" si gestiscono i soldini...

ho estremizzato tutti i concetti per essere chiaro.
naturalemente spero che il quadro sia molto diverso ma NON SI HANNO DATI.
comenunque il rischio che si corre e' alto. Io non vorrei parteciapare a questo gioco ma mi "obbligano per legge".

VOGLIO ESSERE TRATTATO DA CITTADINO ADULTO E RESPONSABILE NON DA SUDDITO CHE DEVE ESSERE "EDUCATO" !!!

almeno che non mi si prenda per il c**o :(

ciao :)
 

idefix

Forumer attivo
Registrato
16 Novembre 2002
Messaggi
414
Località
Italia
ho messo la lista delle ong perche' nella fretta non ho rovato quella delle onlus che naturalmente e' estremamente piu' ampia.
chi la trova la posti.
forse sul sito dell'agenzai delle entrate per questa storia del 5per mille quache elenco potrebbe esserci.
devo scappare
buona giornata a tutti.

ciao :)
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto