Un'altra mazzata! (1 Viewer)

MaxSeveri

Nuovo forumer
Registrato
3 Maggio 2011
Messaggi
19
Nonostante l’agenda fitta di appuntamenti, il grande capo del Fondo Monetario Internazionale Strauss-Kahn, trova il tempo di farsi mettere le manette a New York con l’accusa di stupro ai danni di una cameriera dell’albergo che l’ospitava. Non possiamo ancora sapere se l’accusa sia fondata o se si tratta di una montatura al fine di farlo fuori dai giochi per l’Eliseo, ma in ogni caso è un’altra pessima figura per il mondo finanziario, la cui credibilità è davvero ai minimi.
In un quadro tecnico già debole per i mercati, la notizia non ha certo portato entusiasmo a questo inizio d’ottava. I mercato sono sui minimi di periodo e la fase è a dir poco delicata.
Questa la situazione a stamani di SP500, Mib,Euro e Bund:



SP500 e Mib si portano sullo stop daily, posizionato poco sotto i minimi di breve, a 1321 per il future Usa e a 21200 per quello sul Mib. Sotto questi livelli c’è spazio per una discesa ai minimi di Aprile in zona 1295/1300 e 20700/20800.

Estremamente difficile fare previsioni ed anche navigando a vista al momento non è facile prendere posizione. Capiamo perchè analizzando lo stato di Euro e Bund.

L’Euro dopo un periodo di forza fuori dal comune, ha perso quasi nove centesimi in nove sedute, crollando ad un passo dal target di 1,50 fino al secondo supporto a 1,40, senza sentire neppure quello intermedio a 1,45. Adesso potrebbe essere logico un rimbalzo proprio verso 1,45, diventato così resistenza di breve. Rimbalzo dell’Euro che potrebbe ancora una volta procedere in parallelo con un rimbalzo dei mercati azionari, vista la forte correlazione diretta dei due mercati negli ultimi mesi.

Stessa idea viene fuori osservando il Bund, che contro ogni logica macroeconomica e fondamentale, visto l’indirizzo preso dalle banche centrali sui tassi, è schizzato al rialzo andando più volte a testare la resistenza a 124,5.
Se esistesse un minimo di logica, azionario ed Euro dovrebbero rimbalzare da questi supporti ed il Bund tornare a livelli più consoni al momento economico attuale, ma come purtroppo sappiamo bene, le fortissime speculazioni sui derivati, che ormai non risparmiano nessun asset finanziario (basta vedere l’andamento dell’argento), potrebbero anche far accellerare ogni mercato nella direzione attualmente intrapresa, quindi altro ribasso dell’azionario, magari meno correlato con i movimenti del cross Euro/$ e altro balzo rialzista del Bund prima di un’inevitabile inversione.
Non ci dimentichiamo che la correlazione inversa non è più così stretta tra questi due mercati, dato che nel recente passato abbiamo visto salire in parallelo sia azionario che Bund.

La stagione non è da un punto di vista statistico molto favorevole ai mercati azionari, ma non c’è per ora un elemento chiave che faccia spostare l’ago della bilancia con decisione verso il toro o l’orso.
La rottura dei supporti citati butterebbe certamente benzina sul fuoco del ribasso, ma per ora è solo un ipotesi.
L’unica cosa certa è che stavolta le posizioni ribassiste probabilmente saranno aperte con maggior coraggio dagli investitori ed invece gli acquisti sui supporti, quasi automatici su ogni precedente storno, saranno più cauti.

Fase davvero di difficile lettura...voi come la vedete?

Saluti

MaxSeveri
 
Ultima modifica:

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto