Una firma per battere Berlusconi senza perdere un solo voto (1 Viewer)

george

Forumer attivo
Registrato
4 Gennaio 2004
Messaggi
717
http://www.marcotravaglio.it/unafirma.htm

Alcuni amici milanesi, fra i quali Gregorio Gitti, Gad Lerner, Riccardo Sarfatti, stanno cercando di convincere i leader dell'Unione a consentire la nascita di liste aggiuntive ai partiti tradizionali, come il Partito Democratico promosso a Milano o la lista civica promossa da Riccardo Illy in Friuli, e altre simili in altre regioni, per catalizzare - almeno al Senato - quel voto di opinione che non si riconosce nelle attuali sigle, ma andrebbe a votare contro Berlusconi il 9 aprile se trovasse qualcosa di più appetibile, mentre in caso contrario resterebbe a casa. Secondo Mannheimer, questa fascia di elettori potrebbe raggiungere il 3%. Visto che il Cavaliere è in recupero, bisogna evitare di regalargli anche mezzo punto. Figurarsi due o tre. Ne va dell'esito delle elezioni in almeno 4 o 5 regioni italiane, compresa appunto la Lombardia.
Chiunque condivida questo auspicio, può mettere la sua firma all'indirizzo che qui sotto indichiamo. Io non posso che augurarmi il massimo successo dell'iniziativa. Più saranno le firme sotto la proposta che fra qualche giorno sarà consegnata a Romano Prodi, più aumenteranno le possibilità che le resistenze partitocratiche e di bottega (specie della Margherita e dei Ds) vengano spazzate via e non favoriscano il pareggio o la ri-vittoria di Berlusconi.

Marco Travaglio


http://www.marcotravaglio.it/modulo_firme.pdf
da firmare e inviare per fax

firma on line al sito
http://www.perilpartitodemocratico.it/default.cfm?channel=firma

manda una mail all'indirizzo:
[email protected]

Appello

Il 15 febbraio 2006, il quotidiano Repubblica ha pubblicato un sondaggio con il quale si stima il numero dei seggi che le due coalizioni potrebbero avere al Senato in virtù della nuova e sciagurata legge elettorale.
Secondo il sondaggio il centrosinistra, per ora, avrebbe 15 seggi di vantaggio. In 4 Regioni il centrodestra vincerebbe, acquisendo il premio di maggioranza. Fra queste Regioni c'è la Lombardia dove i seggi in palio sono 47: di questi, 26 andranno a chi ha preso più voti e 21 alla minoranza.
E' dunque chiaro che la possibilità di ribaltare il pronostico in Lombardia metterebbe Prodi al riparo da ogni rischio di ingovernabilità.
Noi vogliamo provarci!
Come sai l'associazione per il Partito Democratico sta lavorando per una presentazione di una lista al Senato - con nomi noti e meno noti, amministratori locali, mondo delle professioni e delle associazioni - una lista regionale, non un partito in più.
Una lista che offra una chance aggiuntiva a quella dei partiti tradizionali.
I voti, con la nuova legge, alla fine si sommano: il sistema proporzionale prevede infatti che al risultato finale della coalizione si arrivi sommando ogni voto ottenuto da tutte le liste apparentate.
I grandi partiti dicono che la nostra lista non otterrebbe un grande risultato. Può essere! Ma certo è che ogni voto ottenuto andrebbe ad incrementare la possibilità per il centrosinistra di sconfiggere Berlusconi e Formigoni. In Lombardia! Perché non provarci?
Oltretutto in caso di vittoria i seggi del premio di maggioranza verrebbero ripartiti proprio sui partiti che hanno superato la soglia di sbarramento (3%). Se fosse vero che la lista Civica Regionale non otterrà grandi consensi, ciò significherebbe che i seggi in più verrebbero attribuiti proprio a loro, ai partiti che non ritengono necessaria la nostra presenza.
Perché allora osteggiarci? Forse perché pensano di aver già perso?
No. Noi non ci rassegniamo. Non vogliamo regalare l'Italia per altri 5 anni a Berlusconi.
E vi chiediamo di aiutarci.
Raccogliamo fax o mail di sostegno da parte di tutti quei cittadini che condividono la nostra iniziativa e si dichiarano disponibili a sottoscrivere la lista.
L'iniziativa ha valore politico e non giuridico-legale, perché in base alla circolare recentemente emanata dal Ministero degli Interni, le firme vere - quelle con valore legale - potranno essere raccolte solo dopo il 24-26 febbraio, data entro la quale dovrà essere ottenuto il cosiddetto "apparentamento", vale a dire l'assenso dei partiti della coalizione alla presentazione della Lista Regionale.
Se nei prossimi giorni riusciremo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi (qualche migliaio di firme entro martedi 22 febbraio), sarà più difficile per i partiti del centrosinistra opporsi alla nostra presenza.
Per raggiungere questo scopo ci basta davvero poco: nel file allegato abbiamo pubblicato le istruzioni per aderire alla nostra iniziativa. Ti invitiamo a leggerle ed a offrirci l'aiuto tuo e quello di quanti - amici e conoscenti - possono condividere la nostra proposta.
Grazie
Consiglio Direttivo dell'Associazione
per il Partito Democratico"
 

Rapisarda

Forumer storico
Registrato
3 Gennaio 2001
Messaggi
5.073
Località
Piacenza
io per evitare che possa perdere il mio vot sto cambiand pure residenza nonchè convincendo miei amici smepre astenuti a votarlo... qualche voto fin'ora gli e l'ho racimolato, speriamo bene


FORZA SILVIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO e soprattutto un grazie a tremonti per tutto quello che mi ha offerto in queste leglislature :up:

i detrattori dicono che sono stati anni di "vacche magre" io non ho mai visto vacche talmente grasse
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto