Un nuova strategia di trading system: "Bull flattener" (1 Viewer)

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Aprendo una parentesi di nuovo sul tema delle callable, e rivolgendomi a chi segue l'argomento.
Che credito si puo' dare all'ipotesi che Unicredito "debba" esercitare la call perche' queste sub non consumino capitale per Basilea 3 ?
 

Erunion

Nuovo forumer
Registrato
16 Gennaio 2010
Messaggi
48
Aprendo una parentesi di nuovo sul tema delle callable, e rivolgendomi a chi segue l'argomento.
Che credito si puo' dare all'ipotesi che Unicredito "debba" esercitare la call perche' queste sub non consumino capitale per Basilea 3 ?
Direi elevato, e non solo per le due Unicredit. Perchè va bene il discorso sulla reputazione, ma le banche non regalano soldi se il post call è insignificante, anche alla luce del fatto di quanto costa emettere oggi carta subordinata Basel3 compliance (es. la nuova Generali).

Qui e qui trovi un valido contributo.

Giusto per portare qualche esempio:

DE000A0DYW70
DE000A0DD4K8

Fanno sempre parte del gruppo Unicredit, non furono richiamate alla prima call utile ma oggetto di offerta da parte di Unicredit (febbraio, se non ricordo male).

Sorte diversa per la HVB step up DE0008512021, che mi risulta sia stata richiamata a fine marzo (non trovo la news ma vedo outstanding amount = 0).
 

GiuliaP

The Dark Side
Registrato
26 Novembre 2011
Messaggi
1.839
...Ovviamente se qualcuno ha prova del contrario, ovvero dell'esistenza di un broker che margina sempre nella stessa valuta ... :bow: :bow: :bow: :bow: :bow: (Saxo non lo fa :()
Pubblica rettifica dovuta, e fine OT: Saxo lo fa, in cambio di una commissione (0,5% del p/l in valore assoluto).
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Oggi per me e' una situazione indecifrabile sui BTP.
I miei modelli non sono tarati per una situazione in cui salgono forte i BTP brevi (la Bce di Draghi comprera' fino a 3 anni) e vanno piano al rialzo i lunghi. Non ho capito come si possa far scendere lo spread a 10 anni per un effetto fisico di induzione, ovvero che la parte breve che scende generi un effetto di trascinamento sensibile sulla lunga.

Questa strategia di Draghi forse riprende la teoria sulla curva degli anni 60, in cui si credeva nei primi modelli pioneristici si credeva all'importanza dei tassi a breve che facessero da frusta ai tassi a lunga ? D'accordo che poi entrera' l'EFSM-ESM a finire il lavoro sporco, ma questi di Draghi mi sembrano dei soldi buttati al vento in regalo alla speculazione.
 
Ultima modifica:

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
questi di Draghi mi sembrano dei soldi buttati al vento in regalo alla speculazione.
Diro' di piu': anche peggio. Cerchero' di spiegarmi perche' temo che Draghi mandera' l'Italia in rovina con questa strategia del riacquisto dei bond max 3 anni.

Oggi il debito e'
28 % in mano agli esteri
7% in mano alla BCE
65% posseduto dagli italiani.

Ammettiamo che Draghi compri una marea di debito pubblico italiano a breve. Da chi comprera' ? Inevitabilmente da quel pacchetto del 28%, che oggi sicuramente sara' lievitato. Spregiudicati gestori di capital, anche di mia conoscenza, oggi hanno cercato di raccattare piu' debito pubblico italiano possibile, per poterlo servire ben presto a Mr. Draghi.

Cosa faranno i venditori del ricavato, cioe' come lo impiegheranno ? Innanzitutto ringrazieranno Draghi per il guadagno, perche' non e' un vantaggio da poco conoscere le mosse dell'avversario, in particolare quando ti dice che comprera' fino al 2015 e non il 2016.

A quel punto i venditori a Draghi (hedge funds, smart money, nel nostro piccolo anche i trader evoluti di I.O.) non saranno cosi' fessi da reinvestire le vendite comprando i decennali per fare un favore a Draghi, ma compreranno sicuramente con il ricavato della vendita dei titoli italiani a breve il Bund tedesco.

A quel punto avremmo approssimativamente

(28-n) % in mano agli esteri
(7+n) % in mano alla BCE
65% posseduto dagli italiani.

ma nella nuova ripartizione ci sara' una pressione fortissima sullo spread decennale, dovuto al reinvestimento in Bund del ricavato dei BTP italiani che fara' scendere il rendimento del decennale tedesco.

L'azzardo morale di Draghi finira' probabilmente per sortire l'effetto opposto, cioe' un aumento dello spread e la probabile rovina dell'Italia.
 

Erunion

Nuovo forumer
Registrato
16 Gennaio 2010
Messaggi
48
Perchè però guardare solo lo spread?
E se le prossime aste di BTP e bonos fossero solo entro i 3 anni?

A quel punto, nella sostanza, lo spread decennale potrà anche andare a 1000, ma il paese si rifinanzia a tassi modestissimi.
Poi ci saranno le varie trasmissioni televisive a dire che "l'Italia paga il 12% di interessi sul debito", quando nella realtà continua a pagare il 4-5% sui lunghi e si rifinanzia a pochi denari sul breve termine. Proprio sul tema ricordo una puntata di Ballarò in cui nella slide di apertura fece il bel titolone: "la Grecia paga il 120% di interesse sul debito a 2 anni", quando nella realtà, con gli aiuti, si stava finanziando ad un tasso inferiore a quello italiano del momento :-o

Insostenibile come strategia di medio termine?
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Perchè però guardare solo lo spread?
E se le prossime aste di BTP e bonos fossero solo entro i 3 anni?

...

Insostenibile come strategia di medio termine?
La strategia della cannata di emettere piu' corti e meno lunghie' gia' in corso da tempo. E' insostenibile nel lungo ma produce gia' effetti nel medio termine. La cannata parla di acquisita maggiore flessibilita', di miglioramento delle tecniche di comunicazione con i primary dealer, si paventa esperta di marketing e di comunicazione (ella che e' una valentissima matematica .... ) ma la sostanza e' che il debito pubblico e' passato da una durata media di ben oltre 7 anni all'inizio della crisi agli attuali 6,6.

L'acquisto di BTP a breve peggiorera' la situazione dell'Italia, perche' sara' solo un'ottima occasione per gli hedge fund di guadagnare milioni speculando con acquisti come gli odierni e poi vendendo a Draghi e reivestendo tutto in Bund tedeschi. Inoltre la mossa di Draghi finira' per accelerare l'uscita degli esteri dagli investimenti sui BTP dove erano ancora "incastrati".
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Non dimentichiamo le banche, maggiori detentrici di TdS a breve scadenza.
Che Draghi abbia voluto favorire UC instead of MPS ?
Non lo so. Penso che Draghi avrebbe dovuto dire all'Europarlamento.

Comprero solo quei BTP la cui ultima lettera dell'anno corrisponde al primo numero uscito ogni settimana sulla ruota di Napoli.


Messa cosi'giu' telefonata , a me l'operazione risulta
1) un gran regalo immeritato agli hedge fund (e ai trader di IO piu' scaltri)
2) un successivo conseguente take the money and run to the Bund

Ciao
 
Ultima modifica:

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto