Un gioco di associazioni. (1 Viewer)

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
46.342
Località
Il mondo dei sogni
Non so se funzionerà, come giochino...
Stavo pensando ai forumer di qui. Ogni volta che leggo un nick, mi sale alla mente un'immagine, o più immagini...
E allora, pensavo, si potrebbe fare un thread dove si associano i vari nick alle immagini che suscitano in noi?
Anche degli spezzoni di video, e, se si vuole, anche una piccola spiegazione
Ovviamente ognuno può avere un'immagine diversa della stessa persona, quindi uno stesso nick può vedersi dedicate molte immagini diverse.

Inizio io e inizio con f4f

Quando leggo il suo nick, mi viene in mente il gioco degli scacchi, perché mi sembra una persona molto riflessiva, che esprime a volte anche concetti molto complessi, che conosce bene la storia e anche alcuni particolari giochi di strategia.
 

Allegati

Ultima modifica:

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
46.342
Località
Il mondo dei sogni
Lorenzo63 :-o
Nicholas Cage, nel film "The family man", primo perché secondo me (per come lo immagino) gli somiglia fisicamente e anche perché, sempre secondo me (non lo conosco di persona), lui in famiglia è come il protagonista del film, nella seconda parte.

[ame=http://www.youtube.com/watch?v=rkMn9GQTdTw]The Family Man - Most romantic part of the movie I find - YouTube[/ame]
 

Allegati

Ultima modifica:

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
46.342
Località
Il mondo dei sogni
Per adesso chiudo, ci torno sul tardi, stasera.

E chiudo con Ignatius.

Ignatius è multisfaccettato, e ci ho fatto qualche chiacchiera in più, rispetto agli altri.
L'unica persona che mi sembrava associabile a lui è un attore. Un attore che ha interpretato tantissimi ruoli diversi, che vanno dal tenero, al drammatico, ma quasi sempre profondi e con quel pizzico di originalità, umanità e genialità che, per me, contraddistingue Ignatius.

Eccone alcune immagini, solo alcune.
 

Allegati

Ultima modifica:

patatina 77

Cratore di UGC
Registrato
8 Ottobre 2009
Messaggi
9.314

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
46.342
Località
Il mondo dei sogni
Great Gatsby

Non trovo l'immagine, magari qualcuno di voi è così bravo da postarla.

La ràcola del venerdì santo

La chiamavano ranela o racola, un attrezzo in legno, usato dai ragazzi, formato da un manico, con in testa una ruota dentata.
Sulla ruota, si appoggiava una appendice di legno, una parte della quale faceva rumore ogni volta che, girando, incontrava un dente della ruota.
L'attrezzo stava riposto durante tutto l'anno e ricompariva solo durante la settimana santa, quando veniva adoperato in chiesa durante i riti del Mattutino delle Tenebre, il mercoledì, il giovedì e il venerdì santo sera.
Nella chiesa spoglia e scura, in coro, troneggiava un candelabro a piramide, con tredici candele accese. Anche questo candelabro faceva la sua apparizione solo durante i tre giorni della settimana santa.
Due cori, alterni, cantavano i salmi. Al termine di ciascun salmo, un chierichetto spegneva una candela. I ragazzi intanto, girando nel sagrato della chiesa, aspettavano impazienti che si arrivasse alla penultima. Per incanto, la chiesa si riempiva di ragazzi con le ranele in mano. Quando, portata via l'ultima candela dietro l'altar maggiore, il prete batteva sul suo inginocchiatoi il volume di preghiere che teneva in mano, scoppiava fragoroso l'assordante suono delle racole.

Questo perché non dà tregua e non tace mai, ma nelle cose che scrive ci sono tanti significati, tante esperienze. E' come se facesse parte della storia perché porta la sua enorme esperienza di vita.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto