un,dos,tres,un pasito bailante by mototopo | Pagina 129

Discussione in 'Piazza Affari - Indici, futures, ETF, ETC' iniziata da mototopo, 6 Dicembre 2012.

    22 Marzo 2013
  1. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    L’Ungheria resiste agli attacchi e risponde con “sdegno” all’Unione europea

    Nessun commento: [​IMG][​IMG]

    L’Ungheria resiste agli attacchi e risponde con “sdegno” all’Unione europea:

    [​IMG]di Federico Cenci


    Non solo l’eccezionale ondata di maltempo di questi giorni. Ad insidiare l’Ungheria, vi è anche un altro tipo di tempesta, di natura mediatica e politica, la quale, iniziata più di un anno fa, ora sta raggiungendo il suo culmine. L’approvazione da parte del Parlamento ungherese delle modifiche della Costituzione ha dato fuoco alle polveri. Con una veemenza mai raggiunta prima, la stampa occidentale ha lanciato un.............



    Pubblicato daMaurizio Barbero *****************Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su Facebook




    Reazioni:



    CIPRO: visto che di farsa si tratta…

    Nessun commento: [​IMG]
     
  2. 22 Marzo 2013
  3. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
  4. 22 Marzo 2013
  5. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    Ti è stato inviato tramite Google Reader

    La Germania trema per Cipro, ma le sue banche hanno già fatto pulizia di Piigs

    Se hai tanti precedenti, appena succede qualcosa vengono a cercare te anche se, magari, non hai fatto nulla. E' un po' quello che sta accadendo alle banche tedesche finite subito sul banco degli imputati nella vicenda cipriota. Gli istituti di credito della Germania sarebbero "colpevoli" di avere investimenti sull'isola per circa 6 miliardi di euro, più o meno la stessa cifra che avrebbe dovuto fruttare il prelievo sui conti correnti bocciato dal Parlamento di Nicosia.
    Dunque sono subito state additate come il vero motivo per cui i cittadini ciprioti avrebbero dovuto essere spremuti sotto il diktat tedesco. Prima di emettere sentenza, varrebbe la pena ragionare sul fatto che le banche russe hanno una presenza sull'isola almeno 5 volte superiore e che la decisione di estendere il prelievo è stata caldeggiata soprattutto dal governo cipriota proprio per non andare a disturbare troppo i conti dei ricchi russi che traboccano di capitali dalle origini spesso poco limpide. Prelievo sui conti o no, il governo tedesco sembra peraltro tra i meno propensi a sostenere le banche cipriote.
    E' però fuori di dubbio che i trascorsi di banche e governo tedeschi e il loro atteggiamento verso i paesi del mediterraneo qualche legittimo sospetto lo provochino. Spettacolare, ad esempio , la grande pulizia di prodotti greci che la banche di Francoforte, Berlino o Monaco hanno messo in atto negli ultimi due anni. Premesso che i calcoli sulle esposizioni complessive spesso divergono (la Banca dei regolamenti internazionali presenta ad esempio valori più alti rispetto alle statistiche dell'autorità bancaria europea) si può indicare in almeno 19 miliardi di euro quella delle banche tedesche verso Atene all'inizio della crisi, nel 2010. Un valore secondo soltanto a quello delle banche francesi.
    Già a fine 2011 l'esposizione tedesca in Grecia si era però ridotta a meno di 800 milioni di euro. Se si guarda ai soli titoli di Stato, le stime si fanno più accurate e il centro studi di Mediobanca, rileva come nel 2011 le prime due banche tedesche, Deutsche Bank e Commerzbank, avessero un'esposizione in titoli ellenici, al netto delle svalutazioni, pari a 3,3 miliardi di euro. A metà 2012 a Deutsche Bank erano rimasti in portafoglio titoli greci per appena 35 milioni, mentre Commerzbank si era completamente liberata della zavorra greca.
    Va detto che comportamenti simili sono stati messi in atto dalle banche francesi, italiane e inglesi. Anche le banche tedesche hanno inoltre sopportato i costi di una ristrutturazion...



    Inviato da iPhone
     
  6. 22 Marzo 2013
  7. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    [​IMG]

    Uomini soli: Mattei ucciso dai













    francesi, De Mauro sapeva



    [​IMG]22/3 • RECENSIONI
    C’erano tre agenti segreti francesi, coperti dalla Cia e aiutati da manovalanza mafiosa, dietro la tragica fine di Enrico Mattei? Lo suggerisce il nuovo libro-inchiesta di Michele Di Salvo sulla tragica fine dell’uomo-chiave del “miracolo economico” italiano nel dopoguerra, Enrico Mattei: il presidente dell’Eni, schiantatosi col suo aereo il 27 ottobre 1962 a Bascapè sulle colline dell’Oltrepo Pavese, era decollato da Catania, dove il suo aereo era stato manomesso. Poco prima, aveva tenuto il suo ultimo discorso pubblico, a Gagliano: dal nastro con la registrazione, poi fatto sparire, il giornalista siciliano Mauro De Mauro intuì che Mattei era pedinato. De Mauro scomparve a sua volta il 16 settembre 1970. Secondo Cosa Nostra, era giunto troppo vicino alla verità sulla fine di Mattei. Sulla scomparsa di De Mauro indagarono i carabinieri di Carlo Alberto Dalla Chiesa e i poliziotti di Boris Giuliano: entrambi gli investigatori furono a loro volta assassinati dalla mafia. “Uomini soli”, il libro di Di Salvo in formato ebook, illumina nuovi retroscena che coinvolgono gli Usa e la Francia nella morte dell’italiano più potente dell’epoca.


    Pubblicato daTataElisaInvia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su Facebook




    Reazioni:

    Post più vecchiHome page
    <UL class=hierarchy><UL class=hierarchy><UL class=posts>
    </UL></UL></UL>
     
  8. 22 Marzo 2013
  9. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    Libertà e rispetto

    Questo sito sostiene i diritti dell'uomo, dei popoli, degli animali e tutti gli organismi viventi.















    Cittadino ungherese al popolo italiano


    [​IMG]22 marzo 2013 | [​IMG]Autore Redazione | [​IMG] Stampa articolo
    Fonte: http://www.lavalledeitempli.net/2013/03/21/un-cittadino-ungherese-al-popolo-italiano/
    [​IMG]Gentili amici italiani,non é la prima volta che scrivo a voi italiani sull’Ungheria, spiegando tante cose ed anche ora scrivo a risposta di un’articolo che riporta falsitá e inesattezze sull’Ungheria.
    In Ungheria nel 2010 il partito Fidesz KDNP ha vinto con i 2/3 e questo risultato si trova molto di rado in Europoa. I socialisti e liberalisti ungheresi in modo subdolo reclamizzano in maniera negativa l’Ungheria,affermando forti falsitá all’estero (al parlamento europeo,all’Unione Europea, agli Usa e nei programmi) sul governo Fidesz e il capo del governo Orbán Viktor.
    Adesso nel 2013 ci sono stati dei forti cambiamenti nelle leggi costituzionali ed ora in primavera i socialisti e liberalisti provano su questo punto a schiacciare e portare in cattiva luce il governo Fidesz. Voi italiani vi ricorderete che alla fine del 2011 i socialisti e liberalisti volevano far dimettere Orbán Viktor anche aiutati dall’estero (il Parlamento Europeo, dall’Unione Europea ,dagli Usa), Questo progetto non é andato a buon fine anche pur avendo avuto la forza dall’estero, e in questo periodo (nel 2011) il capo del governo ha subito molta pressione ma la popolazione ungherese in maniera esemplare é stata a fianco al suo governo il quale ha vinto per i 2/3 e vicino al suo capo del governo Orbán Viktor scendendo nelle strade e nelle piazze di Budapest con manifestazioni civili e spontanee chiamate „marcia della pace”. A Budapest c’erano piú di mezzo milione di manifestanti e piú di centomila persone che hanno assistito a tutto tramite i mass media. Persone solidali con il capo del governo, persone provenienti da tutta l’Ungheria e dall’estero (Lituania, Polonia, Italia, Germania). Io personalmente ho partecipato alla manifestazione e ho conosciuto persone straniere che si sono congratulate con noi ungheresi per come appoggiamo e siamo vicini al nostro governo. I socialisti e liberalisti ungheresi e i socialisti e liberalisti stranieri che attaccavano il governo di Orbán Viktor cosí si sono indeboliti. Oggi in primavera 2013 loro attaccano queste leggi costituzionali,attaccano in Ungheria le leggi costituzionali, il governo ungherese e Orbán Viktor. L’Eu e gli Usa sono preoccupati per i cambiamenti delle leggi in Ungheria.Adesso scrivo quali sono i cambiamenti delle leggi costituzionali che secondo loro non vanno bene. Leggi il resto di questo articolo »
    [​IMG]37 [​IMG]0 [​IMG]0 [​IMG]42


    [​IMG]Pubblicato in DOMINIO E POTERE | [​IMG]Nessun commento »














    Sangue italiano: per l’euro, ci hanno rubato 600 miliardi


    [​IMG]22 marzo 2013 | [​IMG]Autore Redazione | [​IMG] Stampa articolo
    Fonte: http://www.libreidee.org/2013/03/sangue-italiano-per-leuro-ci-hanno-rubato-600-miliardi/ – 17/3/2013
    [​IMG]
    20 mar – In media, fin dal lontano 1992, spariscono dalla circolazione circa 30 miliardi di euro all’anno, necessari a sostenere gli impegni di Maastricht. Sono andati alle banche, straniere e italiane. Una voragine: negli ultimi vent’anni, gli italiani hanno versato 620 miliardi di tassesuperiori all’ammontare della spesa dello Stato. Ovvero: 620 miliardi di “avanzo primario”, il saldo attivo benedetto da tutti gli economisti mainstream e dai loro politici di riferimento, i gestori della crisi e i becchini della catastrofe nazionale che si va spalancando giorno per giorno, davanti ai nostri occhi: paura, disoccupazione, precarietà, aziende che chiudono, licenziamenti, servizi vitali tagliati. L’obiettivo di tanto sadismo? Entrare nei parametri di Maastricht e stare dentro l’Eurozona. Ma, nonostante l’immane sforzo, il debito pubblico non ha fatto che crescere, passando da 958 milioni a 2 miliardi di euro. Leggi il resto di questo articolo »

    [​IMG]19 [​IMG]2 [​IMG]0 [​IMG]22


    [​IMG]Pubblicato in DOMINIO E POTERE | [​IMG]2 Commenti »














    Come si entra nella cupola dei banchieri


    [​IMG]22 marzo 2013 | [​IMG]Autore Redazione | [​IMG] Stampa articolo
    Fonte: http://seigneuriage.blogspot.it/2013/03/banchieri-occorre-essere-uomini-donore.html

    Occorre essere uomini d’onore
    Come si entra nella cupola dei banchieri

    Articolo 14 del TUB (Autorizzazione all’attività bancaria)

    1. La Banca d’Italia autorizza l’attività bancaria quando ricorrano le seguenti condizioni:
    a) sia adottata la forma di società per azioni o di società cooperativa per azioni a responsabilità limitata;
    a-bis) la sede legale e la direzione generale siano situate nel territorio della Repubblica determinato dalla Banca d’Italia;
    c) venga presentato un programma concernente l’attività iniziale, unitamente all’atto costitutivo e allo statuto;
    d) i titolari delle partecipazioni indicate all’articolo 19 abbiano i requisiti di onorabilità stabiliti dall’articolo 25 e sussistano i presupposti per il rilascio dell’autorizzazione prevista dall’articolo 19;
    e) i soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo abbiano i requisiti di professionalità, onorabilità ed indipendenza indicati nell’articolo 26;
    f) non sussistano, tra la banca o i soggetti del gruppo di appartenenza e altri soggetti, stretti legami che ostacolino l’effettivo esercizio delle funzioni di vigilanza.
    2. La Banca d’Italia nega l’autorizzazione quando dalla verifica delle condizioni indicate nel comma 1 non risulti garantita la sana e prudente gestione.
    2-bis. La Banca d’Italia disciplina la procedura di autorizzazione e le ipotesi di decadenza dalla stessa quando la banca autorizzata non abbia iniziato l’esercizio dell’attività.
    3. Non si può dare corso al procedimento per l’iscrizione nel registro delle imprese se non consti l’autorizzazione del comma 1.

    [​IMG]1 [​IMG]0 [​IMG]0 [​IMG]2


    [​IMG]Pubblicato in DOMINIO E POTERE | [​IMG]Nessun commento »














    Europa, nessuna traccia dei nostri statisti


    [​IMG]22 marzo 2013 | [​IMG]Autore Redazione | [​IMG] Stampa articolo
    da Londra, per Byoblu.com, Valerio Valentini - Fonte: byoblu.com 21/3/2013
    [​IMG]
    da Londra, per Byoblu.com, Valerio Valentini
    Mentre in Italia continuano i giri di valzer per la formazione di un governo, quello che sta succedendo a Cipro potrebbe cambiare la storia e gli equilibri europei e internazionali. O, quantomeno, aprire scenari di incertezza assoluta e pericolosa tensione. Il Guardian, ieri mattina, pur invitando a non cedere al catastrofismo, riportava gli allarmi lanciati da alcuni commentatori della City, secondo i quali la crisi di Nicosia rappresenterebbe l’apertura del vaso di Pandora; o, addirittura, andrebbe equiparata all’assassinio dell’arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, nell’estate del 1914. Senza lanciarsi in previsioni azzardate, è comunque doveroso fare alcune considerazioni.
    Cos’è, ormai, quest’Europa? Come giustamente ricordavano stamattina i quotidiani greci, l’Europa è stata creata con lo scopo di garantire “il miglioramento costante delle condizioni di vita e di occupazione dei loro popoli”, di “rafforzare l’unità” delle economie dei vari Stati “e di assicurarne lo sviluppo armonioso riducendo le disparità fra le differenti regioni e il ritardo di quelle meno favorite”. Questi, almeno, erano i nobili intenti espressi nel Trattato di Roma, nel 1957. Ora, quello che sta succedendo non solo a Cipro, ma anche in Grecia, in Spagna e in Italia, dimostra chiaramente che quell’utopico progetto degli ideatori dell’Unione Europea è stato del tutto stravolto fino a trasformarlo in un piano di salvaguardia del potere finanziario di altissimo livello, che se ne infischia dei popoli, e anzi è disposto ad affamarli pur di perseguire i propri obiettivi.
    Leggi il resto di questo articolo »

    [​IMG]6 [​IMG]0 [​IMG]0 [​IMG]7


    [​IMG]Pubblicato in DOMINIO E POTERE | [​IMG]Nessun commento »














    3 Paolo Ferraro e la grande discovery


    [​IMG]22 marzo 2013 | [​IMG]Autore Redazione | [​IMG] Stampa articolo
    Di Paolo Ferraro – Fonte: 3. LA GRANDE DISCOVERY. BROGLIACCI con AUDIO e VIDEO DOPO IL MEMORIALE MULTIMEDIALE E LA MEMORIA MULTIMEDIALE – 24 aprile 2012

    Le registrazioni e trascrizioni del post con gli audio incorporati e video audio annessi, si riferiscono alla nota vicenda pubblicamente denunciata dal dott. Paolo Ferraro, magistrato della Procura di Roma, sospeso dal servizio per aver scoperchiato e denunciato fatti di grande rilievo. Questa denuncia sta’ agevolando la apertura del varco che porta ( preesistente il pertugio ma inadeguato, soprattutto sul piano della diffusione di massa ) ad una credibile e vincente iniziativa. Vi è dietro e dopo una accurata analisi “palpabile ” su concrete dinamiche e realta’ di potere, politico sociali e militari deviate, tutte letteralmente sconvolgenti, ed occultate .

    Si tratta di audio e audio-video che, unitamente ad una grande mole di documenti, registrazioni e telefonate tra presenti, deposizioni e testimonianza diretta e “contestualizzante” del dott. Ferraro, provano innanzitutto sul piano storico, oltre ogni ragionevole dubbio, la esistenza di setta/psicosetta esoterica, militare e non (!), a sfondo/copertura satanista. Ma lo provano con metodo e in forma nuovi, estensibili a tutto il paese, come mai era accaduto prima, portando nella verità storico politica l’accertamento scientifico giudiziario senza passare per il cunicolo, del processo,parzialmente intercluso, per ragioni di dimensionamento e storiche.

    LA Vicenda, per i diretti coinvolti, le coperture eccellenti, la criminale mobilitazione di psichiatri deviati e per la estensione a fatti ed ambiti vari ( di livello nazionale e contesto internazionale anche, emergendo connessioni europee ed utilizzo di tecniche di manipolazione mentale di provenienza militare - progetto MONARCH – ) si presenta poi eclatante, ma sempre clamorosamente vera



    MONARCH – ) si presenta poi eclatante, ma sempre clamorosamente vera
     
    Ultima modifica: 22 Marzo 2013
  10. 22 Marzo 2013
  11. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    Pubblicato daMLavenerdì, marzo 22, 20130 commenti[​IMG]



    LA FED E' FALLITA VIVA LA FED. 3189 MILIARDI DI TITOLI DI DEBITO SONO STATI ACQUISTATI DALLA FED (INIETTANDO NEL SISTEMA ALTRETTANTI DOLLARI)




    Fed balance sheet grows to record size in latest week

    (Reuters) - The Federal Reserve's balance sheet grew to a record size in the latest week with more holdings of U.S. government debt,
    The Fed's balance sheet, a broad gauge of its lending to the financial system, stood at $3.189 trillion on March 20, compared with $3.147 trillion on March 13.
    IMMAGINATEVI SE LO POTESSE FARE BANCA D'ITALIA...DOVE SAREBBE IL NOSTRO INDICE AZIONARIO E QUANTO PIU' RICCHI VI SENTIRESTE...LA D OMANDA E' : PERCHE' IN AMERICA SONO PIU' RICCHI SOLO PER AVR STAMPATO PIU' DOLLARI E IN ITALIA E ALTRI PASI DEL SUD EUROPA SI FA LA FAME E IL POPOLO SOFFRE?CHI HA RAGIONE, CHI STAMPA O CHI NON STAMPA? MA SOPRATUTTO : E' GIUSTO VIVERE LA PROPRIA VITA E LAVORO IN UN PAESE CHE NON TI PERMETTE DI CRESCERE PER COLPA DI DEBITI, TASSE E BUROCRAZIA? E NON SOLO, UN PAESE CHE TI TOGLIE LIBERTA', TI CONTROLLO I TUOI RISPARMI E TE LI PRELEVA CON VELOCITA' CRESCENTE ...E CHE PRESTO TI RIDURRA' A POVERO!
    LA RISPOSTA E' INDIVIDUALE....LA MIA E' DI SPOSTARE LONTANO DALL'ITALIA TUTTI I PROPRI RISPARMI (per iniziare) e PIANIFICARE L'ABBANDONO DI UNO STATO CHE PUO' PORTARE ALA POVERTA'....COME PENSATE CHE L'ITALIA POSSA ESSERE GOVERNATA BENE SOLO TAGLIANDO LO STIPENDIO AI PARLAMENTARI??? MENTRE VI RACONTANO QUESTE PALLE AI PARLAMENTAI DI BRUXELLES GLI STIPENDI VENGONO AUMENTATI E GLI SPRECHI AUMENTANO ....
    VI STANNO PIGLIANDO PER IL CULO....LE COSE PER FUNZIONARE SI DEVONO BASARE SU EFFICIENZA E ALTI COMPENSI (SE GIUSTIFICATI DAI RISULTATI).
    I BASSI STIPENDI DEI PARLAMENTARI PORTERANNO A RUBARE DI PIU' E AD AVERE PERSONE NON PREPARATE AL GOVERNO DI QUESTO PAESE...QUANDO ERANO ALTI...ERA ANCORA PEGGIO...E LO SAPETE DI CHI E' LA COLPA? DELLA INCERTEZZA DELLE LEGGI E DELLA LENTEZZA DELLA MAGISTRATURA. DI VOLER METERE LEGGI E LEGGINE CHE BLOCCANO TUTTI, INVECE DI FARE LEGGI CHE PUNISCANO I SOLI COLPEVOLI...(vedi svizzera)..
    IL SISTEMA ITALIANO E' DESTINATO A SOCCOMBERE CON I VOSTRI RISPARMI ....INSIEME APPASSIONATAMENTE...
    A MENO CHE SVUOTATE I CONTI CORRENTI DELLE BANCHE ITALIANE DEI VOSTRI RISPARMI E LI PORTATE IN UN SISTEMA VERAMENTE DEMOCRATICO E LIBERO FUORI EUROPA (mi fa ridere chi porta denaro in lussemburgo o austria...)

    [​IMG]LA FED E' FALLITA VIVA LA FED. 3189 MILIARDI DI TITOLI DI DEBITO SONO STATI ACQUISTATI DALLA FED (INIETTANDO NEL SISTEMA ALTRETTANTI DOLLARI)


    Pubblicato daMLavenerdì, marzo 22, 20134 commenti[​IMG]





    ARIA DI RECESSIONE? ARIA DI EURO ROTTURA? IL DOW E' PRONTO A UNA DISCESA DI 1000 PUNTI! IN ITALIA CARIGE E MONTEPASCHI A UN PASSO DAL DEFAULT!!! ARIA DI *****...








    E' TORNATO IL CIGNO NERO? CIPRO, ARGENTINA, O CHE CAVOLO...BE READY
    [​IMG]

    [​IMG]
    Le trimestrali di molte aziende Usa sono RISULTATE PESSIME (oracle e i corrieri internazionali) e i dati sui disoccupari oggi non sono incoraggianti. Goldman e Morgan sono scese di oltre 6% in setimana. I trasporti sono stati il settore piu' penalizzato

    Il mercato azionario è drogato da 85 miliardi di obbligazioni comprati ogni mese dalla fed E CONTINUA A SALIRE DA INIZIO ANNO. LA CORREZIONE DI MARZO E' SPOSTATA AD APRILE ED E' ORAMAI CERTA.
    - in Italia si è fatta l'ennesima figura di *****, rispedendo in India i due maro'..
    -L'Italia rimane senza governo, nel frattempo le previsioni del governo sul PIL sono peggiorate per l'anno in corso...e pensare che Grilli solo tre mesi fa sparava cazzate sulla ripresa..per no parlare del debito pubblico che esplodera' per permettere allo stato di ripagare un po' di miliardi alle imprese.
    - E' pronto a scoppiare lo scandalo MPS in aprile potremmo vederne delle belle..

    -IL FONDO PIMCO AVVISA: VIA DALL'ITALIA E DALLA SPAGNA ..TROPPO RISCHIOSE...

    - In Germania ci sono evidenti segnali di recessione (vedi i dati di oggi)..anche in questo caso il dax potrebbe scendere rapidamente se a cipro le cose precipitassero

    - La Francia e' gia' in pesante recessione


    -A CIPRO LUNEDI' LA BCE SMETTE DI DARE AIUTI E MARTEDI' POTREMMO ASSITERE AL COLLASSO DEL SISTEMA, ALL'USCITA DI CIPRO DALL'EURO, E ALLA POSSIBILITA' DI AVERE PORTAEREI RUSSE NEL PORTO DI CIPRO. (Intanto ci sono scontri fra polizia e manifestanti
     
  12. 22 Marzo 2013
  13. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    STIGLITZ: «Basta trucchi, dobbiamo nazionalizzare le banche!»



    [​IMG]
    «La notizia che la nazionalizzazione delle banche potrebbe essere necessaria anche secondo Alan Greenspan dimostra quanto la situazione sia disperata: come è evidente da tempo, l’unica soluzione è che il nostro sistema bancario sia rilevato dal governo, forse sulla falsariga di quanto fecero Norvegia e Svezia negli anni ‘90». Parola di Joseph Stiglitz, docente della Columbia University e Premio Nobel per l’economia. Nazionalizzare le banche: «Bisogna farlo, e farlo in fretta, prima che altri soldi vadano sprecati in manovre di salvataggio», dopo la catastrofe planetaria provocata da «anni di comportamenti sconsiderati, tra cui la concessione di crediti inesigibili e l’avere giocato d’azzardo con i derivati». Teoricamente, siamo già alla bancarotta: se il governo rispettasse le regole del gioco, sono moltissime le banche che uscirebbero dal mercato. Nessuno sa con certezza quanto sia grande il buco: almeno due-tremila miliardi di dollari, se non di più.



    Leggi tutto...
     
  14. 22 Marzo 2013
  15. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    15 marzo 2013

    U€: « E' il Momento di Riprendersi la Sovranità Nazionale »



    Per uscire fuori dalla crisi, occorre "ridare agli stati membri il controllo delle politiche fiscali e di bilancio". E’ questa la ricetta proposta da Ashoka Mody, ex capo missione FMI in Germania e Irlanda.
    [​IMG]
    Nessun rafforzamento dell’Unione europea. Anzi. Per uscire fuori dalla crisi, la strada da percorrere potrebbe andare nella direzione opposta, ovvero quella di "ridare agli stati membri il controllo delle politiche fiscali e di bilancio". E’ questa la ricetta proposta da Ashoka Mody, ex capo missione FMI in Germania e Irlanda, che in un lungo articolo sulla crisi europea ritiene essenziale per uscire dalla crisi, la ricostituzione delle sovranità nazionali con l’obiettivo di "ridurre lo stress a cui sono sottoposte le economie periferiche nel breve periodo e, quindi, in modo da spianare la strada verso un'Europa più integrata e un euro più forte".
    In sostanza Mody suggerisce ai leader europei di compiere tre passi:

    1 - Smantellamento dell’attuale sistema fiscale;

    2 – Ripristino della responsabilità fiscale agli stati membri;

    3 – Attribuire ai i creditori privati le perdite del debito sovrano.
    Leggi tutto...

    k
     
  16. 23 Marzo 2013
  17. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    Debito pubblico: come gli Stati sono diventati prigionieri delle banche

    [​IMG]Il presente articolo, estratto dal capitolo VI del libro Sull'Orlo del Baratro. Il fallimento annunciato del sistema denaro, di Alain De Benoist (Prefazione di Massimo Fini, Arianna Editrice, 2012, è stato tratto dal sito della Arianna Editrice).


    Nell'autunno del 2008 si scatenava una crisi finanziaria mondiale, il cui epicentro si trovava negli Stati Uniti. Un anno dopo, alcuni intelligentoni dichiaravano che il peggio era passato e che la crisi era virtualmente finita. Non era così. Essa, infatti, prosegue ancora ed è ben lungi dall'essere terminata. Il difficile non è dietro di noi, ma davanti a noi; ci saranno conseguenze peggiori che nel 1929. La prima fase era nata da un eccesso di sovraindebitamento delle famiglie americane. L'economia reale fu fatta fallire per effetto dell'esplosione del debito privato, essendo le imprese colpite in pieno dal crollo della domanda, e questo provocò una vasta recessione planetaria. Attualmente, sono gli Stati a essere sovraindebitati. Al problema del debito privato è subentrato quello del debito pubblico, che colpisce oggi i Paesi occidentali. Come si è arrivati a questo punto?


    Misuriamo anzitutto l'ampiezza del problema. Globalmente, il debito pubblico nella zona euro è aumentato del 26,7%, dal 2007. Oggi rappresenta l'80% del prodotto interno lordo (PIL) globale della zona, avendo i deficit pubblici superato la soglia del 7% di detto PIL. Questa però è solo una media. All'inizio del 2011, otto Paesi evidenziavano un coefficiente di debito superiore all'80% del loro PIL: l'Ungheria e l'Inghilterra (80,1%), la Germania (83%), la Francia (85%), il Portogallo (92%), il Belgio (97%), l'Italia (120%) e la Grecia (160%). Questi livelli di indebitamento sono per lo più superiori a quelli che la maggioranza dei Paesi sviluppati ha conosciuto alla fine della prima guerra mondiale o all'epoca della recessione degli anni Trenta. I prestiti sono contratti presso delle banche, e soprattutto dei mercati finanziari, grazie a emissioni di obbligazioni.


    In Francia, Paese in cui il deficit dello Stato previsto per il 2011 doveva attestarsi sui 98,5 miliardi di euro (3.200 euro al secondo!), il debito pubblico è aumentato del 30% circa, dal 2007. Mentre nel 1979 era di soli 239 miliardi di euro, ossia il ...


    Inviato da iPad

    Pubblicato daMaurizio Barbero *****************Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su Facebook




    Reazioni:
     
  18. 23 Marzo 2013
  19. mototopo

    mototopo New Member

    Registrato:
    23 Aprile 2011
    Messaggi:
    8.715
    [​IMG]

    Ti è stato inviato tramite Google Reader

    L' OCCASIONE DI PUTIN

    [​IMG]
    DI JOHN HELMER

    atimes.com



    MOSCA - Gli Stati Uniti, Germania, Turchia e gli alleati della NATO pensano di avere quasi tutte le munizioni che servono per rovesciare il regime in Siria, come avevano già fatto in Libia. Ma sembra che non trovino i 5 miliardi di euro (6.5 miliardi di dollari) necessari per ripetere il trucco a Cipro, dopo che i ciprioti hanno votato un mese fa.

    Sabato scorso hanno giocato la carta che avrebbe dovuto confiscare questi soldi dai depositi dei russi e di altri correntisti delle banche di Cipro.


    Inviato da iPad
     

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 0)

Condividi questa Pagina