UCRAINA: con Biden presidente USA i problemi si sono intensificati e riacutizzati (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
42.377
La Russia mette in guardia la NATO dall’invio di truppe in Ucraina
Maurizio Blondet 3 Aprile 2021
della serie:"a nessuno piace essere circondato dal nemico guerrafondaio"

mentre si profila un’escalation “spaventosa”
Zero Hedge
Le ultime dichiarazioni del Cremlino rilasciate venerdì in mezzo alla potenziale nuova crisi ucraina che ha visto una seria riacutizzazione nei combattimenti nella regione del Donbass:
La Russia prenderà “misure extra per garantire la propria sicurezza” se dovesse osservare un eventuale dispiegamento di truppe NATO all’interno dell’Ucraina , secondo la dichiarazione del Cremlino venerdì secondo Reuters .
Ha fermamente messo in guardia contro qualsiasi potenziale incombente movimento di truppe della NATO dopo che Bruxelles ha espresso preoccupazione il giorno prima per i rapporti e i video diffusi che pretendono di mostrare un significativo accumulo di forze russe lungo il confine orientale dell’Ucraina.

Reuters riporta la dichiarazione del venerdì della Russia e “avvertimento” come segue :
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto venerdì ai giornalisti che la situazione sulla linea di contatto nell’Ucraina orientale tra le forze governative ucraine e le forze separatiste sostenute dalla Russia era piuttosto spaventosa e che lì si stavano verificando molteplici “provocazioni” .
Il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin giovedì ha parlato con il suo omologo ucraino, Andrii Taran, e “ha condannato le recenti escalation di azioni aggressive e provocatorie russe nell’Ucraina orientale”, ha detto il Pentagono.
“La nostra retorica [sul Donbass] è assolutamente costruttiva”, ha detto Peskov in risposta alle domande dei giornalisti. “Non ci abbandoniamo a un pio desiderio. Purtroppo, le realtà lungo la linea sono piuttosto spaventose . Le provocazioni delle forze armate ucraine hanno luogo. Non sono casuali. Ce ne sono state molte”.
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha condannato i movimenti delle truppe russe attraverso il confine, definendo la situazione “flessione muscolare” che potrebbe portare a “provocazioni” per le quali l’esercito ucraino è “pronto” …
È stata esattamente una settimana fa che i combattimenti a Donetsk hanno conquistato nuovamente i titoli internazionali quando sono state uccise quattro truppe nazionali ucraine, che Kiev ha prontamente incolpato sui separatisti sostenuti dalla Russia. Tuttavia, la Repubblica popolare di Donetsk ha affermato che non era il risultato di uno scambio di fuoco diretto, ma a causa dell’ispezione di un campo minato.

Il parlamento ucraino ha poi annunciato una forte “escalation” nell’est – una regione contesa che ha visto 14.000 morti nel 2014, e la leadership militare del paese ha messo le forze armate in massima allerta.

Ciò anche quando le truppe e le armature russe sono state avvistate dirette verso la Crimea e la regione del confine orientale dell’Ucraina, tuttavia, Mosca ha spazzato via le preoccupazioni dicendo che è normale trasferire le forze all’interno dei propri confini e del territorio sovrano.
Alcuni giorni dopo, mercoledì, il Comando europeo degli Stati Uniti (EUCOM) ha emesso una notifica di un aumento del “livello di minaccia” in Europa . La designazione è attualmente ufficialmente elevata a “potenziale crisi imminente” a causa delle preoccupazioni per l’Ucraina orientale.

Nel frattempo, questa settimana sono proseguiti gli intensi bombardamenti sul terreno a Donetsk, con tutti i segnali che indicano un’ulteriore escalation e intensità nei combattimenti …

Ma la Russia ha sottolineato che non è in alcun modo nel suo interesse vedere un ‘conflitto caldo’ nel Donbass :
1617443435429.png


Lavrov ha inoltre lanciato un minaccioso avvertimento: “Il presidente russo Putin ha detto (questo) non molto tempo fa, ma questa affermazione è ancora rilevante oggi, che coloro che tenteranno di iniziare una nuova guerra nel Donbass – distruggeranno l’Ucraina “.

SPECIALE DWN: L’Ucraina potrebbe perdere Mariupol contro la Russia

Si avvicina un conflitto tra Ucraina e ribelli filo-russi. Questa volta il conflitto si sposterà nella parte meridionale dell’Ucraina lungo il Mar d’Azov. I ribelli potrebbero prendere la città portuale di Mariupol e poi avanzare lungo la costa del Mar d’Azov. Un’analisi tattico-militare.
NOTIZIE ECONOMICHE TEDESCHE

 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
42.377
si inasprirà la TERZA guerra Mondiale?
ricordiamo che la guerra è iniziata molto tempo fa con il presidente Clinton quando bombardò la Serbia ed ha avuto una grande escalation con il presidente Obama che ha fatto distruggere: La Libia e la Siria


News della settimana (26 mar - 2 apr 2021)
 
Ultima modifica:

NoToc

Quis contra nos?
Registrato
16 Dicembre 2017
Messaggi
2.010
In Ucraina hanno combattuto ( e forse tuttora ve ne sono ) bande di ex terroristi Isis a fianco dell'esercito di Kiev
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
42.377
In Ucraina hanno combattuto ( e forse tuttora ve ne sono ) bande di ex terroristi Isis a fianco dell'esercito di Kiev
questi mercenari dell'ISIS sono stati creati/utilizzati/finanziati dagli USA ...
ma da dove vengono? dal Kossovo?
 
Ultima modifica:

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
42.377
Aerei militari statunitensi volano da Ramstein in Ucraina, avvistato un drone spia statunitense vicino a Lugansk
04/02/2021 19:09

Un aereo militare statunitense è volato dalla base aerea di Ramstein in Germania all’Ucraina il 2 aprile 2021.
Nel frattempo, un drone spia statunitense del tipo “RQ-4 Global Hawk” è stato avvistato vicino a Lugansk. […]
Il drone è decollato dall’ Italia, ha sorvolato la Grecia, la Bulgaria e il Mar Nero fino all’Ucraina.
Attualmente sta volando avanti e indietro tra la città di Starobilsk, che è vicino alla linea di contatto con le aree ribelli, e la città di Slovyansk.

----------------------------------------
e sarebbe la Russia una minaccia?
mi stupisco che quel drone non sia ancora stato abbattuto.... la Russia dovrà dare supporto ai fratelli russi

insomma come al solito gli americani accusano i russi di azioni che stanno facendo loro

siamo alle soglie di una nuova guerra in Ucraina
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
42.377
La NATO invia 37.000 soldati al confine ucraino con la Crimea
ma tranquilli,

È noto che le forze della NATO saranno effettivamente dispiegate vicino alla Crimea, tuttavia, stiamo parlando solo delle esercitazioni militari su larga scala “Defender Europe 2021″, il che indica che non stiamo parlando del dispiegamento permanente delle forze dell’Alleanza,
Подробнее на: НАТО отправляет на украинскую границу с Крымом 37 тыс. военнослужащих

Gli Stati Uniti evidenziano l’aumento della presenza militare russa lungo i confini con l’Ucraina, ma non ne capiscono i motivi e vorrebbero chiarire la situazione, ha dichiarato il portavoce del Pentagono John Kirby. Раньше всех. Ну почти.
«Per noi da tempo è chiaro che per voi molto non è chiaro. Sforzatevi» è stata la risposta del Ministero degli esteri russo МИД России

Dmitrij Kozak, il curatore dei rapporti con l’Ucraina nell’amministrazione del presidente Putin, sulla probabilità di un intervento militare della Russia nel conflitto nel Donbass: tutto dipende dalle dimensioni dell’incendio. Se ci sarà, come dice il nostro presidente, una Srebrenica, probabilmente dovremo intervenire in difesa. Ma tutto dipende dall’altra parte. Credo che l’inizio delle ostilità sarà l’inizio della fine dell’Ucraina. Sarà un colpo non alla gamba, ma alla tempia. Пул N3

Biden: “Ucraina nella NATO”

contro la Russia, gli Usa sono pronti a sacrificare l’Europa


Gli Stati Uniti proclamano di sostenere l’ingresso dell’Ucraina nella NATO proprio mentre nel sul loro territorio è attivo un conflitto militare e la questione territoriale è discussa dalla comunità internazionale. Da parte sua, la Russia avverte che questo passo non solo non risolverebbe la questione del Donbass, ma complicherebbe ulteriormente la situazione.

In definitiva, non è questo l’obiettivo di questo conflitto, non è forse il ruolo dell’Ucraina, come tutti quei paesi che vendono la propria sovranità? Vale a dire, diventare un giocattolo nelle mani altrui, che lo useranno fino a quando non si romperà. Allora un altro lo farà. I paesi europei dovrebbero trarne le conseguenze – con urgenza – prima che vengano gettati nella pattumiera della storia. Perché qual è il loro interesse per questa folle avventura?

Fin dal tempo di Maidan, l’Ucraina ha ripetutamente dichiarato il suo più caro desiderio di aderire alla NATO, di esserne un membro attivo e a pieno titolo, fino al punto di assurdità: ha dichiarato per legge nel 2016 che l’ingresso nella NATO è l’obiettivo principale della politica nazionale. Volontà sancita anche nella Costituzione ucraina nel 2019: il paese si sta muovendo verso l’integrazione nella Nato.

Da allora le missioni NATO si sono apertamente piazzate in Ucraina; vi addestrano l’esercito, nei fatti, ad uccidere più efficacemente i civili nell’Est del paese.
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
42.377
Anche Kissinger avverte Biden: «Accetta il nuovo sistema globale»
Maurizio Blondet 10 Aprile 2021

o ti trovi ad una crisi geopolitica come quella precedente la prima guerra mondiale
Con la Casa Bianca che provoca continuamente tensioni contro Russia e Cina, il decano della politica estera americana, Henry Kissinger, ha drammaticamente avvertito Washington la scorsa settimana o di accettare un nuovo sistema internazionale o di continuare a spingere le tensioni che stanno portando a una situazione simile alla vigilia del Prima guerra mondiale.
Il diplomatico veterano ha esortato gli Stati Uniti a capire che non tutti i problemi hanno “soluzioni finali” e ha avvertito
“Se non arriviamo a un’intesa con la Cina su quel punto, allora ci troveremo in una situazione di tipo precedente alla prima guerra mondiale in cui ci sono conflitti perenni che vengono risolti immediatamente ma uno di loro esce dal controllo a un certo punto. ED è GUERRA mondiale“
La tua vacanza a Cefalù, nella splendida Sicilia, dove vivere arte, cultura, natura e bellezza di un luogo magico
Tuttavia, l’idea che gli Stati Uniti dovrebbero smettere di imporre la propria volontà a tutti gli altri non sarà facilmente accettata a Washington.
Ciò è attestato dalla retorica tagliente e dagli insulti personali che il presidente americano Joe Biden lancia continuamente contro i suoi omologhi russi e cinesi, Vladimir Putin e Xi Jinping.

Il 18 marzo in Alaska, l’ alto funzionario cinese Yang Jiechi ha dichiarato al Segretario di Stato americano Anthony Blinken che “gli Stati Uniti non hanno le qualifiche per dire che vogliono parlare alla Cina da una posizione di forza”.
Poi, il 22 marzo, durante il loro incontro a Pechino , il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e il suo omologo cinese Wang Yi hanno detto coraggiosamente che “salvaguardano congiuntamente il multilateralismo, mantengono il sistema internazionale con le Nazioni Unite al centro e l’ordine internazionale basato sul diritto internazionale. , mentre si oppone fermamente alle sanzioni unilaterali e alle interferenze negli affari interni di altri paesi “.

Kissinger non è il solo a criticare la stupidità geopolitica dei Biden & Co:
Robert Gates , ex direttore della CIA e Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, ha ammesso in una recente intervista al Washington Post che le sanzioni contro la Russia non giovano agli Stati Uniti.
In The National Interest , Robert Kaplan descrive la Russia come un “problema infernale” perché non può essere sottomesso. Kaplan ha offerto ragioni per cui è necessario che la Russia “si allontani dalla sua alleanza unilaterale con la Cina” e trovi un equilibrio con gli Stati Uniti

La maldestra politica di aggressione di Washington per mantenere un ordine mondiale unipolare ha funzionato a favore di Cina e Russia, soprattutto nell’accelerare la loro cooperazione”.Ma a Washington “conviene” una guerra alla Russia
Il perché lo hanno spiegato due notevoli analisti, Paul Craig Roberts e Andrei Martianov.
Andrei Martyanov suggerisce un motivo geostrategico degli Stati Uniti:
Serve per convincere i 447 milioni di residenti nell’UE che hanno bisogno della protezione e delle armi dell’America; l’America ha bisogno che la Russia entri in guerra in Ucraina e se finirà con la distruzione totale ( e lo farà se la Russia lo decide davvero), delle Forze armate ucraine e, probabilmente, dello stato chiamato ucraina, così sia. Agli americani non è mai veramente importato quanti aborigeni muoiono, fintanto che è utile per la linea di fondo degli Stati Uniti.
[…] la condizione americana si sta deteriorando costantemente perché non solo gli Stati Uniti hanno sempre meno sostanza, cioè prodotti di alto valore aggiunto da vendere al mondo (sia il NAFTA che l’adesione della Cina all’OMC sono stati un enorme aspirapolvere che ha risucchiato la vita dalle industrie americane), ma confrontano il mostro economico e militare dell’Eurasia.
All Inclusive
Nella peggiore delle ipotesi, gli Stati Uniti vengono rimossi dall’Eurasia come concorrente possibile e sono relegati allo status di potenza regionale, ancora potenti rispetto ai loro vicini continentali, ma non hanno una possibilità contro questo numero di 4,67 miliardi [asiatici]. Questa è una grossa fetta di popolazione e clienti.
Ora immaginate se gli Stati Uniti perdessero l’UE.
All’improvviso 4,67 miliardi diventano 4,67 miliardi + 447 milioni = 5,117 miliardi, è il 65% della popolazione della Terra. Si tratta di una stragrande maggioranza della popolazione mondiale e, cosa più importante, la maggior parte della popolazione può pagare per i beni, a differenza di quanto avviene con la gigantesca popolazione dell’Africa. Inoltre, questa popolazione è concentrata all’interno di un’unica massa continentale isolata dagli Stati Uniti da due oceani.
Gli Stati Uniti non possono permettere che questo consolidamento del mercato avvenga e la perdita dell’Europa, secondo il pensiero di Washington, equivale alla capitolazione.
Quindi, gli Stati Uniti devono mantenere l’UE, o qualunque cosa diventerà una volta che l’UE inevitabilmente collasserà, e la NATO rimane l’unico strumento per spingere i deboli europei alla sottomissione. Fare in modo che la Russia cancelli le forze armate ucraine è un modo perfetto per spaventare gli europei e farli abbandonare ogni tentativo di competere economicamente con gli Stati Uniti e negare loro l’accesso all’energia della Russia.
 
Ultima modifica:

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
42.377
Droni nel conflitto del Donbass

Rumble — Descrizione: Come i droni uccidono. Una corrispondenza di Vittorio Rangeloni dal Donbass, continuo teatro di guerra. Video originale al link
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto