MAAL

Forumer attivo
Registrato
9 Gennaio 2009
Messaggi
301
Località
milano
Titolo: 16:18 MARKET TALK: Casino, merito creditizio migliorera' (SR)

Testo:
MILANO (MF-DJ)--Il merito creditizio di Casino' Guichard-Perrachon
dovrebbe migliorare dopo che la controllante Rallye avra' proposto un piano
di ristrutturazione del debito, come hanno stimato gli analisti di Spread
Research. Gli esperti ritengono che la volatilita' dei bond di Casino'
dovrebbe persistere nonostante la catena di supermercati francese non sia
inclusa nell'istanza di fallimento della controllante. "E' probabile che
vi saranno effetti indiretti per Casino', ma crediamo che la societa' sara'
infine in una posizione migliore rispetto a quella attuale, con meno
pressioni sulla remunerazione dei propri azionisti", ha commentato
l'agenzia di rating. I dividendi versati da Casino' a Rallye nel 2018
ammontavano a 338 milioni di euro e sono ora ritenuti "eccessivi"
considerando il merito di credito negativo della controllante e
l'ammontare del suo debito. "Crediamo che il dividendo subira' un taglio
significativo in seguito al procedimento fallimentare di Rallye", hanno
concluso gli esperti.
 

Fabrib

Forumer storico
Registrato
5 Ottobre 2013
Messaggi
18.250
ROMA (MF-DJ)--"Vogliamo concentrarci sulla crescita per linee interne. E poi ricercare maggiori sinergie tra le varie attività del gruppo, senza escludere razionalizzazioni del business".
Lo ha detto a Il Sole 24 ore il nuovo a.d. di Banca Ifis, Luciano Colombini, parlando delle priorità strategiche a sostegno dell'istituto. "Puntiamo a crescere nel Nord Est dell'Italia dove, dopo le note vicende legate a Veneto Banca e Popolare Vicenza, ci sono spazi per ampliare l'attività", ha proseguito il banchiere spiegando che i crediti deteriorati, "insieme al segmento imprese, sono strategici per la banca. Vogliamo migliorare la gestione e il recupero delle posizioni deteriorate. Quest'ultima attività è il vero driver dei profitti nel mondo degli Npl".
"Di recente abbiamo acquisito nuove posizioni per circa 600 milioni di valore nominale. E ne stiamo valutando ulteriori 1,5 miliardi. Siamo presenti in tutte le operazioni che consideriamo interessanti -ha continuato Colombini- Sottolineo che, riguardo alle valutazioni dei crediti problematici su cui il mercato aveva ventilato qualche dubbio, ho trovato una situazione trasparente. L'approccio della banca è stato, e sarà, improntato a serietà e prudenza. Non c'è bisogno di rettifiche straordinarie sul segmento Npl né sulla qualità dell'attivo".
"Nel piano industriale, che presenteremo in autunno, un focus è sugli oneri operativi -ha rivelato- Il target sarà, a fine piano, di arrivare finanche alla riduzione di circa il 10% dell'attuale base costi".
In merito alla razionalizzazione del business, "posso dire che è al vaglio l'ipotesi di riordinare in un'unica direzione centrale le varie funzioni commerciali a sostegno delle imprese: dal factoring al leasing fino alla finanza strutturata", ha spiegato.
Sul fronte della raccolta, "a fianco di quella retail in Italia, che è fondamentale, vogliamo aggiungere altre forme di funding all'estero. In autunno avvieremo la partecipazione in Germania a una piattaforma che fa marketing in favore delle banche commerciali italiane. Il risparmiatore di quel Paese esegue il bonifico sulla piattaforma che, poi,
viene iscritto sui conti dei nostri istituti".
A proposito della sorpresa del mercato per l'uscita di scena del
precedente ceo con cui l'istituto veniva identificato e alle ipotesi di un possibile disimpegno dell'azionista di riferimento, Colombini ha precisato che "non è così. Il Presidente Sebastien Egon Furstenberg, tramite la finanziaria "La Scogliera", ha voluto riaffermare la sua posizione di azionista di controllo. La nomina di suo figlio Ernesto quale vicepresidente è il segnale di come si stiano gettando le basi per un avvicendamento senza soluzioni di continuità".
I dubbi degli investitori su quest'ultima mossa sono "assolutamente infondati. Ernesto Furstenberg è entrato in cda come vicepresidente senza deleghe operative con un approccio proattivo e capacità di ascolto. La società è contraddistinta da una solida corporate governance che garantisce efficienza, e trasparenza, nell'ambito gestionale", ha concluso.
 

Vet

Forumer storico
Registrato
15 Luglio 2009
Messaggi
5.113
€€€ Books open - New BANK AUSTRIA € 500mn n/g 8yr Covered Bond €€€

Issuer......... UniCredit Bank Austria AG [Ticker: BACA]
Issue Type..... Hypothekenpfandbrief (Mortgage Pfandbrief)
Format......... RegS, Bearer
Issue Rating... Aaa by Moody’s exp.
Volume......... EUR 500mn (no grow)
Coupon......... Fixed, annual, act/act ICMA
Pay Date....... 4 June 2019 - T+5
Maturity....... 4 June 2027 - 8yr
Guidance....... MS + 10bp area
Leads.......... BayernLB, Erste Group, HSBC, Santander, UniCredit (B&D)
Listing........ Vienna
Target market.. Manufacturer target market (MiFID II product governance)
is eligible counterparties and professional clients (all
distribution channels). No PRIIP, No KID will be prepared.
Fees........... The Banks will be paid a fee by the issuer in respect of
this transaction.
Denoms/Law..... 100k/100k / Austrian Law
ISIN/WKN....... TBD...
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 31)

Alto