Titoli di Stato Italia Trading Titoli di Stato (23 lettori)

newyork1977

Forumer attivo
Registrato
31 Luglio 2012
Messaggi
406
buongiorno, sto controllando le contabili delle vendite effettuate il giorno giovedì 26 relative al btp 2046...è corretto che mi abbiano accreditato il corrispondente nominale con 1 gg di cedola maturata e a parte mi siano state accreditate le cedole per il semestre? Perchè su we bank vedo questa cosa mentre su ing direct vedo solo l'accredito del nominale con 1 gg di cedola maturata ma nessun accredito di cedola? boh...
 

Dabte

Nuovo forumer
Registrato
26 Dicembre 2014
Messaggi
11
Si è corretto evidentemente hai venduto il BTP per valuta 2 marzo quindi ti è stato accreditato il controvalore più un giorno di rateo cedola e a parte la cedola intera in scadenza. Se l'altra banca non ti ha ancora accreditato la cedola lo farà presto, dipende dalle condizioni, a volte accreditano con un giorno di ritardo.
 

newyork1977

Forumer attivo
Registrato
31 Luglio 2012
Messaggi
406
Si è corretto evidentemente hai venduto il BTP per valuta 2 marzo quindi ti è stato accreditato il controvalore più un giorno di rateo cedola e a parte la cedola intera in scadenza. Se l'altra banca non ti ha ancora accreditato la cedola lo farà presto, dipende dalle condizioni, a volte accreditano con un giorno di ritardo.
infatti ho chiamato la bamca e mi ha confermato che e cosi e di aspettare emtro domani vedo la cedola.
grazie
 

stefanofabb

GAIN/Welcome
Registrato
6 Febbraio 2009
Messaggi
35.701
Località
Ravenna
In 2014 disoccupazione giovani al 42,7%, picco per donne Sud


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 02 mar - Nel 2014 continua
la crescita della disoccupazione con un aumento di 167mila
unita' (+5,5%), che interessa entrambe le componenti di
genere e tutte le ripartizioni geografiche. L'incremento e'
dovuto in quasi sette casi su dieci a quanti sono alla
ricerca di prima occupazione. L'incidenza della
disoccupazione di lunga durata (12 mesi o piu') sale dal
56,4% del 2013 al 60,7% del 2014.
L'incremento del tasso di disoccupazione interessa entrambe
le componenti di genere e tutto il territorio nazionale, in
particolare il Mezzogiorno dove l'indicatore arriva al 20,7%.
Il tasso di disoccupazione si riduce per gli stranieri,
passando dal 17,2% del 2013 al 16,9% del 2014; l'indicatore
scende dal 16,6% al 16,1% per gli uomini e dal 18% al 17,7%
per le donne. Il tasso di disoccupazione giovanile 15-24 anni
cresce di 2,6 punti percentuali, arrivando al 42,7%, con un
picco del 58,5% per le giovani donne del Mezzogiorno.
La popolazione inattiva tra 15 e 64 anni torna a diminuire
(-233mila unita', a -1,6%). Il calo interessa esclusivamente
la componente italiana, sia tra gli uomini sia, soprattutto,
tra le donne. Alla riduzione degli inattivi non disponibili a
lavorare (-503mila unita') si contrappone la crescita di
coloro che cercano lavoro non attivamente o pur non cercando
lavoro sono disponibili a lavorare (nel complesso +293mila
unita'). Tra i motivi della mancata ricerca del lavoro
crescono lo scoraggiamento e l'attesa degli esiti di passate
azioni di ricerca (173mila e 94mila persone in piu').
Prosegue il calo degli inattivi non interessati a lavorare o
ritirati dal lavoro (-372mila unita'), concentrati in nove
casi su dieci nella fascia di eta' tra 55 e 64 anni. Il tasso
di inattivita' nella media del 2014 scende al 36,1%, con un
calo di 0,6 punti che interessa sia gli uomini (-0,3 punti)
sia soprattutto le donne (-0,8 punti).

(RADIOCOR) 02-03-15 12:33:53
 

ang41

belindo
Registrato
30 Gennaio 2013
Messaggi
2.443
Da 140.90 cominciamo a preoccuparci, fino a li no.

P.S io mi riferisco al vecchio future, al nuovo ci passo solo quando i volumi sono maggiori del precedente
 
Ultima modifica:

camaleonte

Forumer storico
Registrato
9 Settembre 2010
Messaggi
22.421
"Tuttavia, DEBITO DEFLAZIONE è un incubo per la Fed, perché sarebbe quasi subito in bancarotta sia gli Stati Uniti e il troppo grandi per fallire Wall Street banche. Le banche con gli Stati Uniti sfoggia un debito in rapporto al PIL di oltre il 100% ... e il Wall Street seduto su oltre $ 191 trilioni di derivati ​​compravendite basate su i tassi di interesse (obbligazioni), l' ultima cosa che la Fed vuole è anche un soffio di deflazione da debito a colpire i mercati obbligazionari.



Questo è il motivo per cui la Fed è così ossessionato con la creazione di inflazione: perché rende questi carichi di debito giganteschi più utile. In termini più semplici, la Fed deve "gonfiare o morire." Sarà volentieri sacrificare l'economia e la qualità della vita degli americani, al fine di fermare la bolla obbligazionaria da popping.



Questo è anche il motivo per cui la Fed parla allegramente sulle scorte per tutto il tempo; è una grande distrazione dalla vera storia: il fatto che la bolla legame è il singolo più grande bolla della storia e che, quando scoppia interi paesi fallire.



Questo è il motivo per cui la Fed ha bisogno di tassi di interesse di essere il più basso possibile ... qualsiasi lieve salto nei tassi significa che gli Stati Uniti rapidamente spirale verso il fallimento. In effetti , ogni aumento dell'1% dei tassi d'interesse significa tra i $ 150 $ 175.000.000.000 più dei pagamenti di interessi sul debito degli Stati Uniti ogni anno."

The $100 Trillion Reason the Fed is Terrified of Deflation | Zero Hedge
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 1, Guests: 22)

Alto