Trading Titoli di Stato | Pagina 2139

Discussione in 'Obbligazioni, Bond e Titoli di Stato' iniziata da stefanofabb, 3 Gennaio 2015.

    17 Luglio 2019
  1. stefanofabb

    stefanofabb GAIN/LOSS control

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    29.893
    Località:
    Ravenna
    Per ora ed a quest'ora (orario di cambio) il book è blindato sotto con qualche ordine ICEBERG ..se non ci sono scossoni oggi ed in assenza di dati schedulati si dovrebbe chiudere su massimi ,buon giorno
     
    A Owblisky piace questo elemento.
  2. 17 Luglio 2019
  3. stefanofabb

    stefanofabb GAIN/LOSS control

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    29.893
    Località:
    Ravenna
    L'ultimo dato delle 13.
    marketinsight.it - USA - INDICE SETTIMANALE RICHIESTE MUTUI SCENDE DELL'1,1%
    Nella settimana conclusasi il 12 luglio l'indice statunitense
    MBA relativo alle richieste di ipoteche ha registrato una
    variazione negativa dell'1,1%, mentre la rilevazione precedente
    riportava un calo del 2,4 per cento.


    Leggi la notizia sul sito marketinsight.it
     
  4. 17 Luglio 2019
  5. stefanofabb

    stefanofabb GAIN/LOSS control

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    29.893
    Località:
    Ravenna
    Già scomparso ordine grosso a 104,6..
     
  6. 17 Luglio 2019
  7. Ray Strapazzo

    Ray Strapazzo CE LA FAREMO

    Registrato:
    17 Agosto 2014
    Messaggi:
    514
    Occupazione:
    Trader, investitore
    Località:
    F.V.G.
    Europa, il mercato auto perde il 7,9% a giugno e chiude il semestre a -3,1%

    Volkswagen perde il 9,6%, unico marchio in crescita è Seat, Psa cala dell'8,2%, Renault segna un ribasso del 3,9%, con Dacia in controtendenza. Fca fa peggio del mercato e perde il 13,5%, con Jeep che riprende terreno rispetto a giugno 2018, superata nella classifica da Hyundai (-2,8%), sia nel mese che nel corso del semestre. Bmw perde il 10,1% di immatricolazioni, Ford in calo del 5,4 mentre Daimler cede l'8,2%. Fiat 500 è la vettura più venduta del segmento A sia nel mese sia nel progressivo annuo, Fiat Panda aumenta le vendite del 14,8% nel semestre.

    Europa, il mercato auto perde il 7,9% a giugno e chiude il semestre a -3,1% - Il Sole 24 ORE
     
  8. 17 Luglio 2019
  9. Ray Strapazzo

    Ray Strapazzo CE LA FAREMO

    Registrato:
    17 Agosto 2014
    Messaggi:
    514
    Occupazione:
    Trader, investitore
    Località:
    F.V.G.
    In arrivo il doppio bazooka Fed-Bce, tassi europei in calo. Spread BTP-Bund a minimo in più di un anno

    I titoli di stato europei continuano a essere comprati, inclusi quelli italiani, con i trader che scommettono sempre di più sull’assist congiunto firmato Fed-Bce. Gli investitori attivi nel mercato del reddito fisso guardano alle imminenti riunioni delle due banche centrali: quella della Fed è alle porte, con il Fomc che si riunirà domani, per poi annunciare la decisione sui tassi dopodomani, 19 luglio. La banca centrale europea si riunirà invece il prossimo 25 luglio.

    A causa della relazione inversamente proporzionale che esiste tra il valore delle obbligazioni e i tassi, gli acquisti sui bond europei stanno procedendo di pari passo con il forte calo dei rendimenti che, nelle ultime ore, è stato alimentato dalle dichiarazioni di alcuni funzionari della Federal Reserve. In particolare, il presidente della Federal Reserve di Chicago ha affermato ieri che un taglio ai tassi Usa di 50 punti base potrebbe rassicurare la Fed sulla possibilità che l’economia americana centri più presto il target di inflazione pari al 2%.

    Immediata la reazione dei rendimenti europei, che hanno puntato verso il basso. La carta italiana continua a essere ben acquistata: Reuters mette in evidenza come lo spread BTP-Bund a 10 anni, attorno ai 185 punti base, viaggi al minimo in più di un anno, a fronte di tassi decennali sui BTP nei pressi dei valori più bassi dalla fine del 2016.

    Giù anche i tassi sui BTP a cinque anni, che stamattina scendevano di 5 punti base, allo 0,86%. I tassi a due anni sono tornati invece in territorio negativo. Ma a scendere, con le speculazioni rinfocolate su un bazooka doppio Fed-Bce, sono in generale tutti i tassi europei: quelli decennali sono in flessione di 2-4 punti. [...]
     
  10. 17 Luglio 2019
  11. camaleonte

    camaleonte New Member

    Registrato:
    9 Settembre 2010
    Messaggi:
    20.805
    "
    Mentre il muro di denaro di Draghi ha aiutato l'eurozona a rialzarsi, non è stato in grado di curare la sua malattia di base e ha avuto alcuni effetti collaterali piuttosto sgradevoli. I persistenti tassi di interesse negativi continuano a minare i fondi pensione e le compagnie assicurative in Germania e oltre. I tassi rimangono negativi perché gli investimenti sono dolorosamente bassi a causa del pessimismo di auto-realizzazione degli investitori, data la prospettiva di una maggiore austerità.

    Ciò crea pressioni deflazionistiche che assorbono i risparmi della classe media, sostituiscono i lavori di qualità con quelli precari e, quindi, generano mostri politici in tutta Europa .

    La maggior parte dei commentatori si chiede se Lagarde sarà abbastanza coraggioso da continuare con le politiche "non convenzionali" di Draghi. Questa è la domanda sbagliata da chiedere poiché il suo trucco per mantenere i paesi chiave, come l'Italia, nella zona euro ha raggiunto la fine della strada sia dal punto di vista tecnico che politico.

    Tecnicamente, perché il successo di Draghi nel persuadere Berlino a permettergli di comprare il debito pubblico italiano, e quindi mantenere l'Italia nella zona euro, imperniato sulla promessa di acquistare debito da ogni stato membro in proporzione alla dimensione della loro economia - vale a dire l'acquisto di circa € 2 di Debito tedesco per ogni € 1 di debito italiano. Tuttavia, con la Germania che non produce alcun nuovo debito pubblico, grazie alla gestione di un'eccedenza di bilancio, la strategia di Draghi per l'acquisto del debito italiano è svanita.

    E politicamente, il trucco di Draghi è anche scaduto perché la dinamica deflazionistica dell'ultimo decennio ha dato vita a un governo euroscettico di destra europea, non turbato dalla prospettiva che l'Italia lasci la zona euro.

    La questione pertinente da porsi riguardo al mandato della BCE di Lagarde è: può spingere Berlino a disinnescare le regole fiscali suicide della zona euro (che rafforzano la dinamica deflazionistica dell'Europa) e ad accettare l'idea di un debito comune e sicuro? Se non lo fa, non importa quanto energicamente continui a imporre la politica di Draghi, fallirà la prova della storia. Per riuscire ha bisogno di essere sottile, creativa e conflittuale."

    Christine Lagarde will have to confront Berlin if she’s to save the euro | Yanis Varoufakis

    Il capo della Banca centrale europea in arrivo deve chiedere la fine delle norme fiscali suicide della zona euro, che ora hanno finito la strada"
     
  12. 17 Luglio 2019
  13. BARONI PAOLO

    BARONI PAOLO New Member

    Registrato:
    12 Giugno 2019
    Messaggi:
    260
    Occupazione:
    °ç%&£$%>?"xy%£
    Località:
    TO <........> UD
    Buon pomeriggio a tutti i padri di famiglia :lovin::gossip::lovin: ,se non sapete come ''ingannare'' il tempo in modalita' OFF :godo:,ma non Baroni Paolo :clava:,vi consiglio un ripasso di quanto ci siamo scritti IO :jack: :fiu::reading: e il dott.Francesco :bow:,sabato prossimo grazie all'amico stefanofab :bow: riprenderemo il ''dialogo'' :cinque:,ci sono alcuni punti interessanti da approfondire :reading: abbiamo ancora un paio di giorni di tempo :abbocca: io pero' l'articolo lo scrivo gratis :piazzista:.se il mitico stefanofab :bow: parte per le vacanze :car: mettete in preventivo almeno 2 euro per l'inserto :bow:.

    upload_2019-7-13_8-5-44.png
    Dimensioni reali 373 x 405 - Clicca sull'immagine per ingrandire
     
    Ultima modifica: 17 Luglio 2019
    A BIBALO piace questo elemento.
  14. 17 Luglio 2019
  15. stefanofabb

    stefanofabb GAIN/LOSS control

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    29.893
    Località:
    Ravenna
    Stati Uniti: -0,9% m/m per nuove costruzioni abitative a giugno
    Negli Stati Uniti le nuove costruzioni abitative hanno
    registrato a giugno un calo dello 0,9% su base mensile dal
    precedente -0,4% (dato rivisto da -0,9%). Il mercato stimava
    una flessione dello 0,7 per cento. Milano, Finanza.com
     
  16. 17 Luglio 2019
  17. stefanofabb

    stefanofabb GAIN/LOSS control

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    29.893
    Località:
    Ravenna
    Sono fortunati ..le ho già fatte :eplus:
     
  18. 17 Luglio 2019
  19. camaleonte

    camaleonte New Member

    Registrato:
    9 Settembre 2010
    Messaggi:
    20.805
    New York, 17 lug. (askanews) - A giugno, il numero di nuovi cantieri edili avviati negli Stati Uniti è diminuito, segno della debolezza del mercato immobiliare statunitense. Secondo quanto riportato dal dipartimento del Commercio, l'indice che misura l'avvio di nuovi cantieri ha registrato un calo dello 0,9% rispetto al mese precedente al tasso annualizzato di 1,253 milioni di unità, inferiore all'1,27 milioni atteso dagli esperti. Il dato di maggio è stato rivisto da -0,9 a -0,4 per cento.

    I permessi per le costruzioni, che anticipano l'attività futura del settore edilizio, sono diminuiti del 6,1% a 1,220 milioni di unità, il ribasso mensile maggiore dal marzo 2016; gli esperti attendevano un +0,3 per cento. Rispetto a un anno prima, i cantieri sono aumentati del 6,2%, i permessi sono diminuiti del 6,6 per cento.
     

Utenti che stanno leggendo questo thread ora (Utenti: 10, Ospiti: 17)

  1. Switchphysical
  2. ultimate warrior
  3. bioritmo
  4. 0cent
  5. ritacc
  6. stefanofabb
  7. Webster
  8. Nemo trader
  9. Sean777

Condividi questa Pagina