Trading per vivere: si può fare? (1 Viewer)

alan1

Forumer storico
Registrato
2 Gennaio 2001
Messaggi
3.260
zappolaterra ha scritto:



alan1 ha scritto:
non devi avere a che fare con mille cose diverse,
solo una, implacabile, ma una sola, il Mercato.

Non c'è la sorte, non devi raccomandarti con nessuno,
se sei bravo vinci, altrimenti perdi,
amen.
la tua risposta alla mia domanda è troppo generica.
ma fai bene a considerare "patrimonio aziendale" parte del tuo sapere.
io sto imparando a fare lo stesso.

quanto scrivi sopra è l'unica cosa che conta.

è giusto che si sappia che bravi non si nasce quindi chiunque lo voglia può diventarlo, la variabile è il tempo.
il capitale può anche essere "minimo"
però bisogna capire bene con se stessi cosa si intende per "lo voglio", perchè spesso siamo dei "vorrei... ma non posso".... (specie molto diffusa fra i trader)
"il 95% di coloro che tradano perde per colpa di..... altro" ne è la dimostrazione.
nel mondo delle imprese è la stessa cosa ma la percentuale dei fallimenti è notevolmente inferiore perchè la competizione è minore e c'è differenza dei tempi di esecuzione.
grazie alan.
;)

Chi pensa di poter fare il trader con un capitale minimo spesso usa un solo mercato o una sola tecnica,

sarebbe come se un'azienda avesse un solo cliente,
per quanto buono il fatto che sia uno solo rende il businnes inaffidabile.
 

zappolaterra

Forumer storico
Registrato
29 Aprile 2004
Messaggi
2.930
Località
bohhha
alan1 ha scritto:
zappolaterra ha scritto:



alan1 ha scritto:
non devi avere a che fare con mille cose diverse,
solo una, implacabile, ma una sola, il Mercato.

Non c'è la sorte, non devi raccomandarti con nessuno,
se sei bravo vinci, altrimenti perdi,
amen.
la tua risposta alla mia domanda è troppo generica.
ma fai bene a considerare "patrimonio aziendale" parte del tuo sapere.
io sto imparando a fare lo stesso.

quanto scrivi sopra è l'unica cosa che conta.

è giusto che si sappia che bravi non si nasce quindi chiunque lo voglia può diventarlo, la variabile è il tempo.
il capitale può anche essere "minimo"
però bisogna capire bene con se stessi cosa si intende per "lo voglio", perchè spesso siamo dei "vorrei... ma non posso".... (specie molto diffusa fra i trader)
"il 95% di coloro che tradano perde per colpa di..... altro" ne è la dimostrazione.
nel mondo delle imprese è la stessa cosa ma la percentuale dei fallimenti è notevolmente inferiore perchè la competizione è minore e c'è differenza dei tempi di esecuzione.
grazie alan.
;)

Chi pensa di poter fare il trader con un capitale minimo spesso usa un solo mercato o una sola tecnica,

sarebbe come se un'azienda avesse un solo cliente,
per quanto buono il fatto che sia uno solo rende il businnes inaffidabile.
per iniziare si può usare un capitale minimo.
un solo mercato e una sola tecnica per iniziare vanno bene anzi è da preferirsi come metodologia perche evita di disperdere risorse mentali e di tempo.

hai ragione, non avevo aggiunto per iniziare alla risposta di prima.

-non occorre capitale (se non 100/150€ mese per buoni dati e 30€ mese per l'adsl) per osservare, studiare il mercato e crearsi una modalità operativa che permetta di iniziare a fare "paper trading".
oltre "al tempo" che, in questa fase, può anche non essere sottratto ad altre attività.
-per iniziare a fare paper trading occorre ancora "il tempo" tanto > quanto < è il frame di trading oltre ai canoni di cui sopra.
se viene sottratto da altra attività lavorativa è da considerare "capitale" in termini di "sottrazione di risorse", la misura è strettamente personale.
-bastano anche 10.000€ per iniziare a tradare su uno strumento a basso margine con un metodo verificato con 1 solo contratto.
-è fondamentale stabilire a priori la misura max per il loss complessivo.
-successivamente la misura del capitale impiegato è fattore "marginale".

questo è il mio punto di vista diverso dal tuo, egualmente verificato nei tempi e nei modi.
;)
 

cocomi

Forumer attivo
Registrato
28 Agosto 2001
Messaggi
520
Molto interessante quello che avete scritto, tutti, ma ...

vorrei tanto sapere quanti tra coloro che hanno iniziato a tradare 5 anni fà (1999/2000) e che non sono stati spazzati via dal mercato, hanno anche solo recuperato il capitale perso, pur avendo (ammesso che abbiano) iniziato a guadagnare da più o meno tempo.

se investo una somma per avviare o rilevare una qualsiasi attività, è verosimile e quasi certo, a meno che non fallisca, che in 3-5 anni io abbia
a) guadagnato il sufficiente per vivere, io e magari la mia famiglia
b) accantonato utili per recuperare il capitale investito o almeno abbia avviato in modo tale l'attività da poterla eventualmente rivendere e rientrare come minimo del capitale investito, ma molto probabilmente di più.

è la stessa cosa con il trading ?

io ringrazio solo "non so chi" , di aver approcciato questa "passione" con molta prudenza, dotato forse di una forte consapevolezza del senso del lavoro e del denaro e mi ritrovo quindi ad aver "investito" una somma con la quale oggi non credo si possa avviare nessuna attività, se non quella di ... agente di commercio.
ma di fatto, seppure abbia maturato credo una discreta conoscenza dei mercati in questi 4 anni, non sono ancora riuscito a recuperare tale capitale

oggettivamente, il mio obiettivo è di guadagnare con il trading, ma non credo farei solo il trader come professione. anche per altri motivi.

indubbiamente comunque è una parte della mia vita che nonostante finora mi abbia tolto dal portafoglio, mi ha dato e permesso di imparare moltissimo, sotto tutti i punti di vista, quindi, con le dovute cautele, attenzioni, è una strada che non sconsiglierei a nessuno.

il problema però, io credo, è che all'inizio di questa "impresa" nessuno ragiona come giustamente fanno adesso alan, zappo, ed altri, forti della loro esperienza.

all'inizio sembra tutto facile, semplice.
a nessuno credo passa per latesta di fare un paper trading di un anno minimo , prima di iniziare l'operatività reale, ad esempio;

si vuole subito scendere in campo, si vuol subito .... guadagnare .... :-D

purtroppo solo "dopo" si conosce la dura realtà.

no, secondo me, il trading può sì, concettualmente paragonarsi ad una qualsiasi attività, ma nella pratica, è molto più diverso e difficile.

inoltre se vuoi far trading di professione, non puoi "accontentarti" di 2000 euro/mese , fra 10/15 anni, ammesso che ci arrivi, cosa fai .... vendi il tuo PC (leggi la tua impresa) ?

il trading è una attività ALTAMENTE RISCHIOSA !!!

se lo fai per 2000 euro al mese, è come se , (scusate il paradosso ma credo che sia esplicativo) un pilota di formula1 , ne guadagnasse 5000
o meglio per iniziare come sottolineava zappo, può anche andar bene, ma non credo che ci si possa "accontentare" di quella somma, o equivalente, dopo 10/15 anni di "avviamento" ...

certo che, supponiamo con un capitale investito di 10000 ne riesco a fare 2000 tutti i mesi, allora il discorso cambia, ma quanti sono capaci di questo ?

ci sarebbe tanto da dire ancora, ma quello che mi sento di dire a peleg, in conclusione è :

se ti piacerebbe fare questo lavoro:
1) fai un periodo di paper trading di almeno 1 anno - INDEROGABILE -
2) se alla fine di questo hanno stai guadagnando, INIZIA , MA CON POCHISSIMO CAPITALE , piccole operazioni.
3) se non stai guadagnando ritorna al punto 1, oppure semplicemente, fai qualcosaltro.

NON TE L'HA PRESCRITTO IL MEDICO DI BUTTARE SOLDI :) ;)


p.s.: Alan, sei sicuro sicuro che la sorte non c'entra niente ??? :rolleyes:
 

alan1

Forumer storico
Registrato
2 Gennaio 2001
Messaggi
3.260
cocomi ha scritto:
p.s.: Alan, sei sicuro sicuro che la sorte non c'entra niente ??? :rolleyes:

Direi di si,
ma su questo non posseggo statistiche.


Io fin'ora ho sempre raggiunto gli obbiettivi minimi di guadagno che mi ero prefissato, fin dal primo anno che ho iniziato a fare trading sul serio.

Ma non venivo dal nulla, avevo già stabilito di possedere le capacità necessarie.


Per fare una professione ben remunerata di norma (ovviamente è una semplificazione) serve almeno la Laurea, o comunque un periodo di esperienza Significativo.

Ovviamente anche per fare il trader serve un periodo signivicativo e la coltura opportuna.

Personalmente credo che servano almeno 5 anni prima di poter cominciare a fare sul serio.
Non 5 anni a tempo perso, 5 anni intensi, come lo studio necessario per laurearsi o come il praticantato di un buon artigiano, o come l'esperienza diretta di un commerciante o all'interno di un'azienda.

Ma questa è la mia idea.



Diciamoci la verità,
molti hanno iniziato a fare i trader pensando di trovare una scorciatoia per il successo;
ma le scorciatoie non esistono,

serve preparazione e servono i mezzi in tutti i settori,

il Trading è come gli altri lavori professionali.
 

cocomi

Forumer attivo
Registrato
28 Agosto 2001
Messaggi
520
alan1 ha scritto:
Io fin'ora ho sempre raggiunto gli obbiettivi minimi di guadagno che mi ero prefissato, fin dal primo anno che ho iniziato a fare trading sul serio.

socc ..... complimenti !!!! :eek: :eek: :eek:


Personalmente credo che servano almeno 5 anni prima di poter cominciare a fare sul serio.
Non 5 anni a tempo perso, 5 anni intensi, come lo studio necessario per laurearsi o come il praticantato di un buon artigiano, o come l'esperienza diretta di un commerciante o all'interno di un'azienda.

io sto terminando il mio ... 5° anno .... speriamo tu sia buon profeta :) :ops:

.
ciao ;)
 

gioric

Forumer storico
Registrato
6 Gennaio 2003
Messaggi
2.962
>>>io sto terminando il mio ... 5° anno

anch'io! :)

io sto lavorando alla tesi :-D
 

zappolaterra

Forumer storico
Registrato
29 Aprile 2004
Messaggi
2.930
Località
bohhha
buongiorno a tutti.
:)

leggendo quanto sopra ho deciso di abbandonare.... :rolleyes: :rolleyes:

sono un semplice ragioniere. :sad: :sad:

me lo diceva mio padre.... sigh.... sig..... :( :sad: :uhm: :ops: :rolleyes:
STUDIA.....

sono d'accordo sulla sorte che non c'entra.
sono d'accordo su:
"Diciamoci la verità,
molti hanno iniziato a fare i trader pensando di trovare una scorciatoia per il successo;
ma le scorciatoie non esistono,

serve preparazione e servono i mezzi in tutti i settori,

il Trading è come gli altri lavori professionali."

sono parzialmente d'accordo sui 5 anni.... valgono, caso per caso ...mediamente, solo se una persona inizia da solo.... (e da solo vuole continuare). come ha fatto la maggior parte di noi.
se ha l'umiltà di chiedere come ha fatto peleg e di accettare il confronto può impiegare molto meno tempo.
oggi posso dire che una buona selezione e un buon corso in 5/6 mesi possono "sfornare" un buon trader, che in altri 5/6 mesi può raggiungere maturità operativa che poi, può svilupparsi in tutte le direzioni.
;)
 

gioric

Forumer storico
Registrato
6 Gennaio 2003
Messaggi
2.962
>>>oggi posso dire che una buona selezione e un buon corso in 5/6 mesi possono "sfornare" un buon trader

assolutamente insufficienti (anche se chiede)

parere personale :)
 

zappolaterra

Forumer storico
Registrato
29 Aprile 2004
Messaggi
2.930
Località
bohhha
gioric ha scritto:
>>>oggi posso dire che una buona selezione e un buon corso in 5/6 mesi possono "sfornare" un buon trader

assolutamente insufficienti (anche se chiede)

parere personale :)
parere personale diverso, verificato e disponibile al test.
;)
 

gioric

Forumer storico
Registrato
6 Gennaio 2003
Messaggi
2.962
zappolaterra ha scritto:
gioric ha scritto:
>>>oggi posso dire che una buona selezione e un buon corso in 5/6 mesi possono "sfornare" un buon trader

assolutamente insufficienti (anche se chiede)

parere personale :)
parere personale diverso, verificato e disponibile al test.
;)
ma se hai detto che è dal 98 che tradi (o anche prima, boh)

ma mi faccia il piacere, mi faccia :-D
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto