Trading...Pensieri e Parole (1 Viewer)

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
La “dignità umana” è il diritto proprio di ogni essere umano ad essere rispettato come donna/uomo,
un diritto implicito nell’esistenza e dunque oggettivo.
Il diritto al rispetto è inviolabile, non è tangibile; deve anche essere difeso dalle violazioni, e rimane valido persino laddove gli uomini lo ignorano, lo negano o addirittura lo calpestano, attentando alla vita o privandola del diritto all’autodeterminazione.

 
Ultima modifica:

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
Ieri sono entrato su Geox. Il livello mi è parso buono.
Lunedì pagherà un dividendo di 0,16 cents (lordi).
 
Ultima modifica:

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
Una semplice constatazione. Nuovo minimo 2012 - 2011 - 2010 .....ed ora ?
 
Ultima modifica:

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
Per quel poco che opero in borsa, lo faccio nella maniera più "stupida". Sensazioni.

Vedo sempre il bicchiere mezzo pieno, ma qui qualcosa non va.

Perchè dopo 7 mesi di governo, dopo che da tutte le parti ti tirano la giacchetta, dopo che economisti, sindacalisti, cittadini, ti dicono che così non va.

Tu non fai nulla ?

Nulla di ciò che anche uno "stupido" vedo lì, bello chiaro.

Tagliare le spese, drasticamente.
Far pagare alle fondazioni, alle immobiliari, alle finanziarie, seriamente.
Diminuire le tasse sui primi 2 scaglioni di reddito, prima di tutto per ridare fiducia e poi per mettere danaro in circolo.

Iniziative troppo semplici....da "stupido".
 

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
dai....mi vien da ridere.....ma siamo a questo punto ?

Titolo: P.A.: Monti, supporto a dipendenti che rischiano incolumita'
Ora: 16/05/2012 11:12
Testo:
ROMA (MF-DJ)--"Ai dipendenti pubblici che affrontano difficolta', a
volte anche a rischio della propria incolumita' ribadisco vicinanza e
supporto incondizionato e costante".
Lo ha detto il premier Mario Monti parlando nel corso del suo intervento
al Forum P.A. Aggiungendo che "il fatto che siano chiamati ad operare in
non adeguata funzionalita' complessiva della P.A. non diminuisce il
rispetto".
adm/cat
(fine)
MF-DJ NEWS
1611:12 mag 2012
 

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
Ma questa persona, da privato cittadino, non è mai entrato in un ufficio statale, regionale, provinciale, comunale.....Basta farlo.

Chennesò, andare ad esempio all' Agenzia delle Entrate. Sedersi e guardare. Oppure entrare in un Tribunale e mettere il naso dentro un'aula dove si discute di pignoramenti. Od entrare in una Camera di Commercio e vedere 10 impiegati che simultaneamente vanno in pausa caffè.........
 

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
Dovesse accadere un'emulazione di questo comportamento nelle nostre banche. Ve l'immaginate un piccolo sportello subissato di richieste di danaro ?

Titolo: TOP STORIES EUROPA: Grecia corre agli sportelli, rischi contagio
Ora: 16/05/2012 11:09
Testo:
MILANO (MF-DJ)--Con i cittadini greci che lunedi' hanno iniziato la
corsa agli sportelli in Grecia, aumenta il rischio di un contagio verso
gli altri Paesi periferici dell'Eurozona. In particolare i risparmiatori
di Portogallo e Irlanda potrebbero decidere di seguire l'esempio ellenico.
In un scenario di uscita dall'euro della Grecia, ogni persona che abbia
depositato del denaro nelle banche elleniche si troverebbe a dover
affrontare rischi e perdite significativi, scrive in una nota Ulrich
Leuchtmann, currency strategist di Commerzbank.
Se il ritiro dei depositi dovesse intensificarsi, gli effetti non si
farebbero attendere, con la Banca centrale europea che si troverebbe
obbligata a dover aumentare massicciamente la fornitura di liquidita'.
Un'eventaulita' che avrebbe ricadute negative sulla moneta unica, ha
spiegato Leuchtmann.
A parte le misure straordinarie come le operazioni di rifinanziamento a
lungo termine (Ltro) della Bce e quelle di quantitative easing (QE) della
Federal Reserve, infatti, le politiche di liquidita' hanno dimostrato la
loro sostanziale negativita' nei confronti delle valute.
A confermare i timori di contagio sono stati anche gli analisti di
Rabobank, secondo i quali "la preoccupazione principale e' che, in attesa
delle elezioni che si terranno a giugno in Grecia, ci sara' una corsa agli
sportelli con il conseguente ritiro dei depositi in euro per il timore di
un'uscita del Paese dall'Eurozona".
Il presidente greco, Karolos Papuolias, ha confermato che lunedi' i
risparmiatori greci hanno ritirato 700 mln euro dalle banche nazionali. I
prelievi, se sommati agli ordini di acquisto ricevuti dalle banche
elleniche per i Bund tedeschi, "sono stati pari a 800 mln euro", ha messo
inevidenza.
I deposti presso le banche greche sono calati sin dall'inizio della
crisi del debito nel 2009, che ha spinto i risparmiatori a prelevare
denaro e trasferire i fondi in istituti di credito all'estero. Nei 2 anni
passati, i deposti in uscita sono stati in media 2-3 mld euro al mese,
nonostante nel mese di gennaio sia stata raggiunta la cifra record di 5
mld euro.
A marzo, secondo gli ultimi dati elaborati dalla Banca centrale
ellenica, i depositi detenuti dai cittadini greci e dalla aziende si
attestavano a 165,36 mld euro.
red/rib
(fine)
MF-DJ NEWS
1611:08 mag 2012
 
Ultima modifica:

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
Titolo: MARKET TALK: Bce garantira' depositi in periferia con uscita Grecia (Rabo)
Ora: 16/05/2012 11:14
Testo:
MILANO (MF-DJ)--"E' difficile vedere come agira' la Bce" se la Grecia
dovesse decidere di uscire dall'euro, ma probabilmente "farebbe delle
scelte finora non prese". Lo sostiene Lyn Graham-Taylor, fixed-income
strategist di Rabobank, aggiungendo che "la Bce potrebbe garantire i
depositi nei singoli Stati per evitare una fuga di capitali" e una corsa
agli sportelli nei Paesi periferici dell'Eurozona. Per l'esperto, invece,
la Bce non riattivera' il programma di acquisto bond, visto che questo "e'
stato screditato dopo il debt swap in Grecia", che ha di fatto dato alla
Bce uno status di seniority nei confronti degli obbligazionisti privati.
Graham-Taylor non si aspetta neanche una nuova Ltro a 3 anni, visto che
"le banche ormai hanno i fondi di cui hanno bisogno per i prossimi 2 anni".
red/gfn
[email protected]
(fine)
MF-DJ NEWS
1611:14 mag 2012
 

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
Non è male da sapere....lunedì vanno in liquidazione questi dividendi, per pagamento mercoledì :

Più nel dettaglio, il 21 maggio staccheranno il dividendo distribuito agli azionisti in relazione all’esercizio 2011 le seguenti società quotate:

FTSE MIB
Ansaldo Sts 0,20 euro
Atlantia 0,746 euro (compreso l’acconto di 0,355 euro)
Autogrill 0,28 euro
Azimut Holding 0,25 euro
Bca Pop Emilia Romagna 0,03 più un’azione ogni 70 titoli posseduti
Buzzi Unicem 0,05 euro
Campari 0,07 euro
DiaSorin 0,46 euro
Enel Green Power 0,0248 euro
Eni 1,04 euro (compreso l’acconto di 0,52 euro)
Generali 0,2 euro
Lottomatica 0,71 euro
Luxottica 0,49 euro
Mediaset 0,1 euro
Mediolanum 0,11 (compreso l’acconto di 0,07)
Parmalat 0,10 euro
Pirelli 0,27 euro
Saipem 0,70 euro
Salvatore Ferragamo 0,28 euro
Snam 0,24 euro
Telecom Italia 0,043
Tenaris 0,38 dollari (compreso l’acconto di 0,13 dollari)
Tod’s 2,5 euro
Ubi Banca 0,05 euro

FTSE IT ALL SHARE
Acsm-Agam 0,03 euro
Alerion CleanPower 0,12 euro
Banca Generali 0,55 euro
Banca Carige 0,07 euro
Banca Finnat 0,01 euro
Banca Generali 0,55 euro
Bolzoni 0,04 euro
Bonifiche Ferraresi 0,2 euro
Caltagirone 0,03 euro
Caltagirone Edit 0,03 euro
Cementir Holding 0,04 euro
Cir 0,25 euro
Cofide 0,01 euro
Enervit 0,035 euro
Erg 0,4 euro
Geox 0,16 euro
IGD 0,08 euro
Immsi 0,03 euro
Indesit 0,23 euro
Italcementi 0,12 euro azioni ordinarie e 0,186478 euro azioni di risparmio
Kinexia 0,04 euro
L’Espresso 0,0629 euro
Sabaf 0,6 euro
Sat 0,16 euro
Sol 0,1 euro
TerniEnergia 0,19 euro
Tesmec 0,3 euro
Vianini Industria 0,02 euro
Vianini Lavori 0,1 euro

Azioni di risparmio e privilegiate
Banca Carige R 0,0875 euro
Buzzi Unicem RNC 0,05 euro
Indesit Company RNC 0,248 euro
Italcementi RISP 0,186478 euro
Pirelli & C. RISP 0,34 euro
Saipem RISP CV 0,73 euro
Telecom Italia R 0,054 euro
 

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
25.989
Località
Lecco
IL CASO
Zoppini finisce sotto i riflettori della cronaca cinque mesi dopo l'infortunio di Carlo Malinconico, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio che, non indagato, a gennaio è stato costretto alle dimissioni per essersi fatto pagare (ma a sua insaputa, ha detto) vacanze di lusso da De Vito Piscicelli, l'imprenditore coinvolto nell'inchiesta sulla cricca del G8.
http://www.dagospia.com/mediagallery/dago_fotogallery-58897/368355.htm
L'inchiesta che coinvolge Zoppini riguarda invece una complessa frode fiscale con tanto di consulenze in nero pagate su conti esteri. Tutto nasce da una verifica fiscale sulla .........., un'azienda con più di mille dipendenti, attività in tutto il mondo e sede non lontano da Novara che produce articoli per impianti di riscaldamento, caldaie, valvole e rubinetti a sfera. I controlli della Guardia di Finanza avrebbe portato alla scoperta di una contabilità in nero, compresi alcuni documenti che riguarderebbero l'ex sottosegretario.
In pratica, questo è il sospetto degli investigatori, Zoppini avrebbe aiutato i titolari dell'azienda a creare fondi neri all'estero. I due imprenditori sono stati arrestati domenica scorsa. Parte del capitale della società piemontese risulta intestato al ..........trust con base in Lussemburgo.
La consulenza sospetta che gli è costata il posto di governo è solo uno dei molteplici incarichi che Zoppini è riuscito a collezionare in un'attività professionale a dir poco intesa. Tanto intensa che quando è stato nominato sottosegretario il professionista romano si è trovato imbrigliato nelle maglie del conflitto d'interessi.
Tra i suoi clienti infatti c'erano anche gruppi pubblici come le Ferrovie dello Stato che gli avevano affidato un arbitrato su una controversia con la Fiat che vale centinaia di milioni di euro. La vicenda era stata raccontata dal Fatto a gennaio ed era poi arrivata anche all'attenzione dell'Antitrust. Nonostante il via libera dell'Authority, competente nei casi di presunti conflitti d'interesse, Zoppini aveva comunque rinunciato all'incarico.
Tutto risolto, quindi, per un professionista che frequenta Palazzo Chigi ormai da molti anni, ben prima della chiamata di Monti. L'ex sottosegretario, molto legato a Giulio Napolitano, il figlio giurista del presidente della Repubblica, è infatti buon amico anche dei Letta. Di Enrico, l'esponente Pd già sottosegretario alla presidenza del Consiglio con Romano Prodi.

Eeeh le consulenze .........ma lo sanno tutti e fanno lo struzzo....eheheheeheh
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto