TISCALI intraday>>24 gennaio 2003<< La tristezza (1 Viewer)

Uncino di Ross

Forumer attivo
Registrato
12 Gennaio 2000
Messaggi
396
Località
cesenatico
In pochi giorni ho perso 2 dei grandi miti che avevo

Giorgio Gaber

Gianni Agnelli

2 persone diverse ma per certi versi simili, diverse per come hanno svolto sicuramente la loro vita, ma simili perchè con l'ironia e l'eleganza hanno raccontato spesso con battute celebri il cammino dell'italia del dopo guerra fino ad oggi

:(
 

Uncino di Ross

Forumer attivo
Registrato
12 Gennaio 2000
Messaggi
396
Località
cesenatico
Non ho voglia di scrivere niente oggi :(


un po' per la tristezza della morte di Agnelli, un po' per lo schifo che c'è sul mercato, e sopratutto per le prospettive future.

Proprio stamattina ho letto Report di analisti privati che vedono un mib 30 a 15.000 questo anno.....
 

matedisimi

Nuovo forumer
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
43
Uncino di Ross ha scritto:
Fa impressione questo grafico :-o

Certo che quei report..............fanno raggelare :(

Concordo pienamente sulla tristezza che scaturisce dalla morte di Giovannino Agnelli.
 

°XeT°

Forumer attivo
Registrato
19 Settembre 2002
Messaggi
700
ciao uncio...si giornata triste...

cmq tornando alla cioffy, si nota una reazione sulla tl rialzista dove doveva preannunciato tra l'altro dallo stocastico...ora siamo di nuovo sutto la ribass lungo e la mm50..sopra andiamo al 61,8% di fibo a 4.61...sotto tl e poi ddmin

 

Scarface76

Forumer attivo
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
364
si riprende la trendline ascendente dai minimi e si riporta all'interno di un triangolo ascendente!!

ottimo il primo stocastico , il veloce scarico, rsi che tenta di alzare la testa!!
 

genesta

Forumer attivo
Registrato
3 Gennaio 2003
Messaggi
983
Località
Catania
Ciao a tutti.

Ragazzi, gli uomini come Gianni Agnelli o Giorgio Gaber o Lucio Battisti o Fabrizio De Andre non muoiono mai.

Noi li conosciamo tramite la poesia che essi hanno saputo trasmettere al mondo e continueremo a ricordarli per il marchio indelebile che ci hanno lasciato.

Penso che la morte sia relativa proprio perché non possiamo sfuggirle, ma ciò che conta veramente e che non muore mai sono le opere che costruiamo fuori e dentro gli uomini.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto