Tiscali intraday 23 Aprile 2003 (1 Viewer)

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
BUONGIORNO CIOFFERS!!!!





C.FLETCHER
Lo sciocco e il suo denaro si separano in fretta. Era già un miracolo che si fossero incontrati




Gli utili sospingono Wall Street al rialzo


Alla fine la spinta derivante dai numerosi risultati trimestrali migliori delle attese prevale sulle paure di un rialzo dei tassi ufficiali, complici le dichiarazioni del ministro del Tesoro Usa, John Snow, che afferma che l’inflazione non è ancora un problema. Così Wall Street chiude con il maggior recupero messo a segno in una singola seduta da un mese a questa parte, con il Dow Jones a quota 10.472,06 (+1,50%), mentre l’indice S&P500 torna sui 1.140,46 punti (+1,46%) e il Nasdaq (grafico a quota 2.032,62 (+1,85%). Netta anche la crescita del Russell 2000, a 593,05 punti (+1,69%). Dal canto suo l’oro recupera oltre due dollari, fino a 393,90 dollari l’oncia, mentre anche i T-bond vedono riaffacciarsi timidi flussi di acquisto sul mercato, con i rendimenti sui 10 anni in calo al 4,37%, mentre quelli sui titoli trentennali sono al 5,19%.
La seduta era iniziata male a causa dell’inatteso rialzo del numero di richieste di sussidi di disoccupazione, cosa che aveva fatto sorgere qualche dubbio sulla robustezza della ripresa in atto negli Usa, mentre l’indice sui prezzi alla produzione non aveva riservato sorprese. Poi le parole di Snow e i numerosi dati trimestrali hanno prevalso, portando il mercato in territorio nettamente positivo. Tra le storie della giornata vale la pena di ricordare come Caterpillar (CAT) e Boeing (BA) abbiano entrambi battuto le attese salendo ampiamente dopo i dati trimestrali; bene anche la “matricola” del Dow, la compagnia assicurativa Aig (AIG), e la farmaceutica Merck (MRK), che recupera la perdita iniziale grazie a dati trimestrali oltre le attese, come pure, tra i finanziari, American Express (AXP). In netto recupero anche Alcoa (AA), mentre Coca Cola (COKE) perde terreno dopo il balzo in avanti di ieri a causa di un downgrade di Morgan Stanley sul titolo, motivato dalla sua sopravvalutazione. Tra i titoli tecnologici brilla Qualcomm (QCOM), ancora una volta grazie a risultati trimestrali oltre le previsioni, mentre perde quota KLA-Tencor (KLAC), che invece non riesce a centrare le stime. Subito dopo la chiusura arrivano i numeri di Microsoft (MSFT) e di due regine della “new economy” come e.Bay (EBAY) e Amazon.com (AMZN). La prima batte le attese degli analisti nel primo trimestre, con vendite in crescita del 17% e un utile
netto di 1,32 miliardi di dollari, o 12 centesimi per azione. Rettificato per i costi relativi alle stock option e ai costi legali la società avrebbe visto un utile di 34 centesimi per azione, contro un’attesa media di 29 centesimi. Numeri ampiamente positivi anche per e.Bay, che nel primo trimestre dell’anno quasi raddoppia gli utili (pari a 200 milioni, o a 30 centesimi per azione) rispetto ai 104 milioni, o 16 centesimi per titolo, dello scorso anno. Escludendo alcune voci non ricorrenti eBay segna un guadagnodi 31 centesimi per azione, contro un consensus di 26 centesimi. Le vendite della casa d’aste online toccano i 756 milioni (+59% su base annua), il 5% meglio di quanto previsto (717 milioni di dollari) dagli analisti. eBay ha anche annunciato, per l’intero 2004, utili netti rettificati per azione di 1,13 dollari su vendite pari a 3,15 miliardi, numeri entrambi superiori alle attuali previsioni. Prima dei dati eBay ha chiuso in rialzo dell’1% la seduta regolare. Dal canto suo Amazon.com ha chiuso il trimestre con 111 milioni di dollari di utile (26 centesimi per azione), rispetto ai 10 milioni di dollari di perdita (3 centesimi di “rosso” per azione) dello scorso anno. L’utile netto rettificato scende a 97 milioni di dollari (23 centesimi a titolo), in crescita del 141% rispetto alla stessa voce di bilancio dell’anno scorso e di 4 centesimi superiore ai dati stimati mediamente dagli analisti americani, pari a 19 centesimi per azione. Le vendite trimestrali sono cresciute del 41% a 1,53 miliardi di dollari (dagli 1,08 miliardi dello scorso anno) e contro attese di 1,45 miliardi di fatturato. Buoni dati, che tuttavia non impediscono, nel dopo Borsa un calo di quasi il 4% del titolo, a 47 dollari per azione. Tra i dati di questi ultimi minuti anche la trimestrale di Viacom (VIA.B), che segna un utile di 41 centesimi per azione, in crescita dai 25 dell’anno passato, che passano a 33 in termini rettificati, leggermente superiori alle attese (31 centesimi), mentre le vendite salgono del 12% a 6,8 miliardi di dollari, meglio del previsto (6,5 miliardi).
 

grespan

Forumer attivo
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
555
buongiornooooooo!!

8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8)
:p :p :p :p :p :p :p :p :p :p :p :p :p :p
:eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek:
 

rola67

Forumer storico
Registrato
8 Febbraio 2004
Messaggi
3.473
Località
Roma
... Buongiorno Pat ... buongiorno ragazzi/e ...
...se non si muove oggi !!!!!!!!!!!! Io ancora flat ... volevo entrare ieri in AH .... ma era gia' a ,61 quando mi sono collegato ... vediamo, oggi
posso seguire fino alle 14,00 poi accompagno i figlioli a Fiumicino a prendere un'aereo.
Roberto
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto