Thread serissimo Macroeconomico: Liquidità, Inflazione e Asset

Discussione in 'L'Isola dei Forumers' iniziata da Ignatius, 31 Ottobre 2013.

    31 Ottobre 2013
  1. Ignatius

    Ignatius sfumature di grigio

    Registrato:
    6 Febbraio 2007
    Messaggi:
    20.200
    Occupazione:
    sperm donor
    Località:
    Via Lattea
    Dopo che IQF è stato lanciato (ed è in fase di sonno REM, pardòn di sedimentazione) un accurato studio collettivo per rivedere alla radice il concetto di PIL,
    ebbene,
    ora m'è venuto un altro dubbio.

    Sull'inflazione.

    Prendiamo il caso statunitense.

    La Banca centrale sta fabbricando ogni mese 85 miliardi di liquidità, per aiutare lo Stato a indebitarsi più facilmente e le Banche a ripulire i propri bilanci dei mutui prime o subprime che siano.

    Da giovane, mi avevano detto che se
    in un sistema economico ci sono 10 pere e 10 euro di banconote in circolazione,
    e ogni pera vale 1 euro,
    e improvvisamente la banca centrale fabbrica altri 10 euro,
    visto che le pere son sempre 10,
    quello che s'ottiene è che ogni pera vale 2 euro.

    Inflazione.




    Ma ora gl'indicatori ci dicono che, controintuitivamente rispetto a quello che c'aspetteremmo, la clamorosa immissione di liquidità negli USA non sta causando (particolare) inflazione.

    Come mai?
    1) L'inflazione potenziale viene compensata dalla maggior efficienza (i costi di produzione scendono grazie all'automazione e all'informatica, e ciò assorbe la spinta inflattiva), oppure
    2) la teoria che le masse monetarie influiscano sull'inflazione è una qazzàta, oppure ancòra, la scelta che piace di più ad uno studioso rivoluzionario come me,
    3) l'inflazione, attualmente, viene misurata col qulo.


    Ovvero: le masse monetarie incontrollate generano inflazione, come previsto, ma l'inflazione non viene rilevata.
    "Com'è possibile?" chiederanno i tre lettori di questo thread che ancòra non si sono addormentati.

    La mia ipotesi - da cui nasce l'idea di riformare il concetto di inflazione dopo quello di PIL - è la seguente (e potrebbe essere coerente coi fatti rilevati).


    Le masse monetarie della Banca Centrale arrivano alle banche.
    Le masse monetarie vengono investite - direttamente e indirettamente, in modo strutturato o plain vanilla, con leva o senza - nelle borse e nell'immobiliare.

    I prezzi di borsa e delle case salgono (oppure non scendono, cosa che magari in un mercato meno allagato di liquidità accadrebbe).


    Ma è possibile tutto ciò? Non s'era detto che il mercato ha sempre ragione, che i prezzi riflettono gli utili futuri, e che quindi la moneta disponibile non c'entra niente con le quotazioni di borsa?
    Stocàzzo, direi io accademicamente. La storia ci insegna che esistono le bolle e i crolli di liquidità.



    Pertanto, secondo me, occorre provare a suggerire proposte volte a includere, nell'inflazione, le variazioni "artificial/bollistiche" dei prezzi degli asset finanziari e non.




    Per ora mi congedo, conscio di aver illuminato molte menti che brancolavano nelle tenebre, ma poi ritornerò (magari non sùbito, ché debbo preparare il mio discorso di accettazione dell'imminente premio Nobèl per l'Economya).



    Augh.



    Prot.
     
  2. 31 Ottobre 2013
  3. Caront€

    Caront€ Succube a prescindere!

    Registrato:
    12 Novembre 2004
    Messaggi:
    11.334
    Località:
    se va avanti così sotto un ponte!
    dollaro...:rolleyes::rolleyes:
    ma finirà...o se finirà...:wall::wall::wall::wall:
     
  4. 31 Ottobre 2013
  5. Giovakkino indentity

    Giovakkino indentity eremita dei rospi

    Registrato:
    6 Giugno 2012
    Messaggi:
    2.565
    Località:
    Turin
  6. 31 Ottobre 2013
  7. Ignatius

    Ignatius sfumature di grigio

    Registrato:
    6 Febbraio 2007
    Messaggi:
    20.200
    Occupazione:
    sperm donor
    Località:
    Via Lattea
    Speravo fosse l'ultimo numero di Penthouse. :( :sad:

    In 6 righe:
    1) Mi insegnarono che stampare moneta fa aumentare l'inflazione, ma negli USA ciò non si sta verificando.
    2) Quindi qualcosa non torna. Deve esistere - si ipotizza - un'inflazione che non viene misurata.
    3) Si noti che l'inflazione "ufficiale" misura solo il prezzo dei beni di consumo
    4) La stampa di dollari sta gonfiando i prezzi delle azioni e degli immobili (o sta evitando che i prezzi correggano)
    5) Occorrerebbe trovare un modo di includere nell'indice dell'inflazione gli effetti distorsivi/bollistici delle reiterate iniezioni di liquidità
    6) L'inflazione così rielaborata IQF non dovrebbe più chiamarsi CPI (consumer price index) bensì GPI (global price index).
     
  8. 31 Ottobre 2013
  9. timurlang

    timurlang Etsi omnes , Ego non

    Registrato:
    25 Febbraio 2009
    Messaggi:
    3.355
    ma chettenefai di tutta sta algebra matriciale ?

    sarai mika un pianificatore quinquennialista che macina matrici di Leontief :-?
     
  10. 31 Ottobre 2013
  11. Ignatius

    Ignatius sfumature di grigio

    Registrato:
    6 Febbraio 2007
    Messaggi:
    20.200
    Occupazione:
    sperm donor
    Località:
    Via Lattea
    Se così fosse, ciò farebbe di lui un komunista? :-?
     
  12. 31 Ottobre 2013
  13. timurlang

    timurlang Etsi omnes , Ego non

    Registrato:
    25 Febbraio 2009
    Messaggi:
    3.355
    temo di si :eek:
     
  14. 31 Ottobre 2013
  15. totoglobal

    totoglobal New Member

    Registrato:
    30 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1
    per l'inflazione conta la velocità di circolazione della moneta, se questa è ferma...
     
  16. 31 Ottobre 2013
  17. superbaffone

    superbaffone Guest

    c'è un errore alla base, aumentano gli euro ma aumentano anche le pere, non vedi quanti iphone e ipad vendono? :-o
     
  18. 31 Ottobre 2013
  19. Giovakkino indentity

    Giovakkino indentity eremita dei rospi

    Registrato:
    6 Giugno 2012
    Messaggi:
    2.565
    Località:
    Turin
    ma andate a kagare, alla fine il punto qual'è Igno :mumble:
     

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 0)

Condividi questa Pagina