Thread senza titolo (1 Viewer)

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
23.784
Località
Via Lattea
Difficile trovare un titolo a questo thread.
"Diritto sancito in teoria ma negato nei fatti"?
"Le donne ricche possono, quelle povere no (crèpino)"?
"La Mafia cinese guadagna anche grazie ai difensori della vita"?



A me tutto ciò fa schifo.
Se io fossi il ministro della Sanità, licenzierei gli obiettori anti-194 (che comunque troverebbero certamente collocazione nelle numerosissime strutture mediche / cliniche filo-religiose private) e assumerei gente che, pagata per lavorare, lavora anche quando gli tocca eseguire mansioni sgradevoli.
Ma ovviamente è un'eventualità impossibile: oltre alla bontà d'animo dei singoli :rolleyes:, ci penserebbero i sindacati a scongiurare l'attuazione di un simile provvedimento.

Le cittadine possono morire.
 

Allegati

timurlang

Etsi omnes , Ego non
Registrato
25 Febbraio 2009
Messaggi
4.288
...
Ma ovviamente è un'eventualità impossibile: oltre alla bontà d'animo dei singoli :rolleyes:, ci penserebbero i sindacati a scongiurare l'attuazione di un simile provvedimento.

...
sulla bontà d'animo non conto (vedo sopra), né sui sindacati

ma c'è una risoluzione del Parlamento Europeo
che dichiara

The Assembly therefore calls on member States to:
...
accommodate religious beliefs in the public sphere by guaranteeing freedom of thought in relation to health care, education and the civil service provided that the rights of others to be free from discrimination are respected and that the access to lawful services is guaranteed;

e guarda caso è intitolata
Safeguarding human rights in relation to religion and belief
http://assembly.coe.int/ASP/Doc/XrefViewPDF.asp?FileID=19695&Language=EN
dice qualcosa ?

sai per noi noiosi moralisti c'è una certa differenza tra sgradevole e inaccettabile
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
23.784
Località
Via Lattea
c'è una risoluzione del Parlamento Europeo
che dichiara

The Assembly therefore calls on member States to:
...
accommodate religious beliefs in the public sphere by guaranteeing freedom of thought in relation to health care, education and the civil service provided that the rights of others to be free from discrimination are respected and that the access to lawful services is guaranteed;

...

sai per noi noiosi moralisti c'è una certa differenza tra sgradevole e inaccettabile
a. La dichiarazione che riporti condanna le violenze contro gruppi religiosi (ti riconosco il legittimo diritto di paragonare un eroico martire perseguitato a rischio della vita per ragioni religiose con un obiettore che obietta altrettanto eroicamente in tema di coscienza, ma non obietta affatto quando deve incassare lo stipendio)
b. Quella stessa dichiarazione, un punto dopo, dice che gli Stati [traduzione iñica] "devono assicurare il diritto ad una ben definita obiezione di coscienza relativamente a questioni eticamente sensibili, come il servizio militare e altri servizi relativi alle cure mediche e all'educazione, in linea con altre varie raccomandazioni dell'Assemblea, purché vengano rispettati i diritti degli altri a non essere discriminati e che l'accesso ai servizi di legge sia garantito".

Quindi, anche l'Europa - strano, vero? - dà ragione a chi considera sostanzialmente illegale la situazione italiana.



A proposito di obiettori:
1) in generale: uno Stato moderno che non affronta guerre da decenni "può permettersi" di concedere il servizio civile come forma di obiezione di coscienza ma, se fossimo in guerra, in nome della difesa dei cittadini io sarei assolutamente d'accordo sulla sospensione temporanea del diritto all'obiezione di coscienza (e, chi non volesse fare il soldato, potrebbe sempre espatriare clandestinamente o subirne le conseguenze penali). Mi sembrerebbe ragionevole, nonché in linea con la necessità di garantire un servizio di legge (la difesa, nel mio esempio).
Concretamente: il mancato rispetto della 194 risulta essere una guerra, con morte, invalide e ferite.
A mio avviso, la attuale mancanza di accesso ai diritti previsti dalla legge giustifica la sospensione del diritto all'obiezione di coscienza: chi trova veramente inaccettabile l'aborto, certamente preferirà dimettersi e dovere emigrare (ma non in Turchia, per esempio, dove l'aborto è legale) o andare a lavorare in cliniche antiabortiste)
2) un obiettore credibile lo è anche e soprattutto quando la coerenza con i suoi princìpi morali gli causa un danno (anche in Italia, anni fa, chi non faceva il servizio militare veniva messo in prigione, ricordi?).
In Italia, gli obiettori no-194 non subiscono alcun danno, ma ne provocano molti.


La cronaca ci racconta che,
i) raggiunta una certa percentuale di obiettori, gli altri medici dell'ospedale si trovano costretti a dedicarsi esclusivamente a IVG per cui, per poter fare altro, devono a loro volta obiettare.
ii) ci sono casi di medici obiettori che, legittimamente :rolleyes:, gestiscono cliniche dove si pratica l'aborto (ciò che è inaccettabile nel pubblico diventa redditizio nel privato).


 

timurlang

Etsi omnes , Ego non
Registrato
25 Febbraio 2009
Messaggi
4.288
a. La dichiarazione che riporti condanna le violenze contro gruppi religiosi ...
la dichiarazione è volta a prevenire l'intolleranza per motivi di odio religioso , che in Europa sono in significativa crescita , o l'intolleranza contro tizio non va bene e quella contro caio invece è ok ?

a
b. Quella stessa dichiarazione, un punto dopo, dice che gli Stati [traduzione iñica] "devono assicurare il diritto ad una ben definita obiezione di coscienza relativamente a questioni eticamente sensibili, come il servizio militare e altri servizi relativi alle cure mediche e all'educazione, in linea con altre varie raccomandazioni dell'Assemblea, purché vengano rispettati i diritti degli altri a non essere discriminati e che l'accesso ai servizi di legge sia garantito".

Quindi, anche l'Europa - strano, vero? - dà ragione a chi considera sostanzialmente illegale la situazione italiana.


l'avverbio è una tua deduzione
il diritto all'aborto in Italia è garantito da una legge. punto



A proposito di obiettori:
1) in generale: uno Stato moderno che non affronta guerre da decenni "può permettersi" di concedere il servizio civile come forma di obiezione di coscienza ma, se fossimo in guerra, in nome della difesa dei cittadini io sarei assolutamente d'accordo sulla sospensione temporanea del diritto all'obiezione di coscienza (e, chi non volesse fare il soldato, potrebbe sempre espatriare clandestinamente o subirne le conseguenze penali). Mi sembrerebbe ragionevole, nonché in linea con la necessità di garantire un servizio di legge (la difesa, nel mio esempio).
Concretamente: il mancato rispetto della 194 risulta essere una guerra, con morte, invalide e ferite.
A mio avviso, la attuale mancanza di accesso ai diritti previsti dalla legge giustifica la sospensione del diritto all'obiezione di coscienza: chi trova veramente inaccettabile l'aborto, certamente preferirà dimettersi e dovere emigrare (ma non in Turchia, per esempio, dove l'aborto è legale) o andare a lavorare in cliniche antiabortiste)
2) un obiettore credibile lo è anche e soprattutto quando la coerenza con i suoi princìpi morali gli causa un danno (anche in Italia, anni fa, chi non faceva il servizio militare veniva messo in prigione, ricordi?).
In Italia, gli obiettori no-194 non subiscono alcun danno, ma ne provocano molti.
no

La cronaca ci racconta che,
i) raggiunta una certa percentuale di obiettori, gli altri medici dell'ospedale si trovano costretti a dedicarsi esclusivamente a IVG per cui, per poter fare altro, devono a loro volta obiettare.
ii) ci sono casi di medici obiettori che, legittimamente :rolleyes:, gestiscono cliniche dove si pratica l'aborto (ciò che è inaccettabile nel pubblico diventa redditizio nel privato).
e questo chi te l'ha detto ? tuo cuggino
fuori i nomi

e comunque non significherebbe nulla
non è che io pensi che tutti i medici abortisti siano dei maiali come Gosnell
La Stampa - Usa, carcere a vita per il ?medico degli orrori?

anche ammettendo comportamenti opportunistici , dice nulla il fatto che obietti l' 80% dei medici, cioè la gran maggioranza di quelli che per motivi di competenza scientifica e di consuetudine sanno cos'è una vita ?
 
Ultima modifica:

Caront€

Succube a prescindere!
Registrato
12 Novembre 2004
Messaggi
11.334
Località
se va avanti così sotto un ponte!
e da dove ne deduci che sia ammissibile e praticata solo in Italia ? :mmmm:
http://www.ippfen.org/NR/rdonlyres/...6C0413E/0/Abortionlegislation_May2012corr.pdf
dal fatto che le donne emigrino per poter abortire, evidentemente
negli altri paesi avranno testi di medicina tartti da "topolino" :-o
si sa che italia le cose le facciamo bene:-o
comunque qui mi fermo, ho già una moglie integralista cattolica con la quale discutere.:D:D:D
non capisco solo una cosa...
se domani fondo una religione il cui DIo dice che pagare le tasse è peccato, in barba alla legge (da te stesso citata) posso esimermi dal pagarle?
 
Ultima modifica:

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto