Thread di utilità sociale: consigli importantissimi (prevalentemente) destinàti alle Donne (1 Viewer)

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
24.673
Località
Via Lattea
Legare i capelli di notte fa male? Rischi e vantaggi


Quante volte ci siamo chieste se raccogliere i capelli mentre riposiamo sia una buona idea? Scopriamo insieme i pro e i contro!

Capelli di notte: legarli o lasciarli liberi e felici? Ma quando sono liberi, sono davvero felici? Legarli aumenta il rischio di caduta? Se è ben noto che ci sono diverse acconciature notturne per svegliarsi al top, e anche vari trattamenti per i capelli che si possono applicare durante il sonno ristoratore, non è sempre scontato capire cosa è meglio per i nostri capelli. Ci sono diverse alternative e varie teorie in merito, e soprattutto quando parliamo di capelli lunghi la cosa si complica

I vantaggi del legare i capelli di notte
Permettere ai capelli, restando sciolti, di premere contro il viso durate la notte, non è un buona opzione per la pelle. Infatti il sebo che si genera nel capello a contatto con la pelle del viso è un fattore ostruente, così come lo possono essere i prodotti che utilizziamo per la cura dei capelli. Come è noto, la notte sarebbe sempre più indicato avere il viso libero, sia dal make-up del giorno che dai capelli. Inoltre, raccogliere il capello non dovrebbe avere un effetto chimico sui capelli, ma solo meccanico, per cui non dovrebbe influire negativamente sulla forza e sulla tenuta. Sarebbe meglio raccogliere i capelli dunque, spazzolandoli prima di andare a dormire, in una acconciatura morbida, come ad esempio una treccia, e usare sempre codini rivestiti e non elastici (che tendono a spezzare il capello e a causare terribili nodi). Raccogliere i capelli, oltre ad essere più igienico, permette anche alla pelle del collo di respirare meglio, soprattutto quando si suda molto in estate, ed evita nodi ai capelli causati dai movimenti nel sonno (movimenti personali o del compagno con cui dividiamo il letto).


Ma legare i capelli di notte fa male?
In generale, dunque, legare i capelli di notte non fa male, soprattutto se molto lunghi. Però ci sono opzioni che è decisamente meglio evitare, per cui sarebbero meglio i capelli sciolti a confronto. Se proprio c'è una pettinatura che potrebbe essere dannosa per i tuoi capelli di notte, infatti, quella è la coda di cavallo. Soprattutto quando molto tirata, non solo tende ad indebolire i capelli ma anche a soffocare il cuoio capelluto. In generale sarebbe meglio, quando si legano i capelli, utilizzare nastri di raso, per evitare danni al capello. E in secondo luogo, accertarsi sempre di avere i capelli bene asciutti prima di andare a dormire. Lasciarli sciolti non è la scelta più consigliata a paragone con acconciature morbide e che assecondano la piega del capello, ma sono da evitare capelli troppo tirati e da evitare prodotti che soffocano il capello e il cuoio capelluto durante la notte, come gel e lacca fissante. Altro consiglio è l'utilizzo di federe di raso o seta, su cui il capello sciolto scivola, senza spezzarsi.

Fonte:
Legare i capelli di notte fa male? Rischi e vantaggi
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
24.673
Località
Via Lattea
W LE PORNOROMANTICHE
LE DONNE CHE GUARDANO FILM HARD SONO PIÙ FELICI E SODDISFATTE
SE GLI UOMINI "CONSUMANO" VIDEO A LUCI ROSSE IN SOLITARIA, LE RAGAZZE PREFERISCONO GUARDARLI INSIEME AL PARTNER O AGLI AMICI, PER POI PRENDERE ISPIRAZIONE


Che sia per trarre ispirazione, per curiosità o per piacere, i porno non sono mai andati così di moda. Inconfessabile hobby per milioni di persone, adesso si è scoperto persino che fanno bene alla salute. I porno rendono felici. Questione di serotonina, l’ormone responsabile della gioia? Ci sono molte ricerche a proposito, l’ultima è stata pubblicata qualche giorno fa da un gruppo di ricercatori tedeschi, è stata rilanciata dal tabloid britannico The Sun in questi giorni.

Gli studiosi hanno intervistato 2,527 adulti con un’età media di 49 anni sulle loro abitudini con il porno e hanno concluso che le donne a cui piace sollazzarsi con i video erotici in rete hanno un grado di soddisfazione nei confronti della vita più alto di quelle che non hanno mai guardato un porno nella loro vita.

Inoltre, mentre i ragazzi tendono a stare più ore davanti a un film porno nei momenti di solitudine, quando sono scontenti della loro relazione o sono soli, alle donne piace farlo con il proprio partner o con gli amici. Per gli uomini è evasione, per le ragazze è uno sfizio, tanto che per il dottor Mathias Weber dell’Università Gutenberg di Magonza “le donne usano materiale sessualmente esplicito molto di più quando sono fidanzate di quando sono sole”.

Fonte:
le donne che guardano porno sono piu' felici - meglio se insieme al partner, per poi prendere...
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
24.673
Località
Via Lattea
Oggi su Twitter ho letto una certa lana del day @chasingthestars che ha scritto (tutto maiuscolo):


CIAO RAGAAAAZZE ME L'AVETE CHIESTO IN TANTISSIME E VOLEVO CONSIGLIARVI UN PRODOTTO CHE HO PROVATO CHE RENDE LA PELLE LUMINOSA: IL CAZZO





Standing ovation: oltre mille retweet e oltre quattromila Likes (tra cui il mio).
 

l'arricchito

genealogicamente impunito
Registrato
18 Marzo 2018
Messaggi
192
Località
il cosmo
Oggi su Twitter ho letto una certa lana del day @chasingthestars che ha scritto (tutto maiuscolo):


CIAO RAGAAAAZZE ME L'AVETE CHIESTO IN TANTISSIME E VOLEVO CONSIGLIARVI UN PRODOTTO CHE HO PROVATO CHE RENDE LA PELLE LUMINOSA: IL CAZZO





Standing ovation: oltre mille retweet e oltre quattromila Likes (tra cui il mio).

Sembra una di quelle frasi che vogliono cambiare il Mondo....non so, ma prendo atto che la dermatologia in Italiii ha fatto passi da gigante, mentre nello spirito un pò meno.
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
24.673
Località
Via Lattea
Capelli: la riga al centro sta bene a tutte?

Un classico dell’acconciatura, la riga o scriminatura centrale è certamente facile da portare, si adatta a qualunque stile, ma necessita di alcune accortezze per valorizzare al meglio la chioma, a cominciare dalla valutazione della forma del viso. Ecco alcune piccole e semplici regole

Una chioma lunga o media, liscia o mossa, ma separata da una riga al centro. Un hair look che rimanda a immagini calcificate nella memoria: gli anni ’70, lo stile hippie ripreso e rilanciato ogni anno dai festival musicali, Coachella in primis, l’attrice Ali McGraw, la cantante Cher e, in versione più glam, l’iconico taglio di Farrah Fawcett, voluminoso, leggermente scalato e con ampi ciuffi.

Oppure la versione grunge anni ’90, più effortless. Ecco come un semplice e all’apparenza banale dettaglio di stile può fare invece la storia dell’hairstyling e tornare protagonista dei look di stagione, come mostrano le passerelle, perché facile da portare e declinabile in più varianti a seconda dello styling, dalle flat waves al liscio fino al riccio afro.

Ma la riga al centro sta bene a tutte? A quali visi si adatta e a quali invece no? E con quali tipologie di capello rende al meglio? “Ecco il grande ritorno di uno stile che ha attraversato gli anni '70 e '90 ed è più fresco che mai! – spiegano gli esperti del brand L’Oréal Professionnel -. La riga centrale è sinonimo di simmetria, armonia, proporzioni equilibrate... ma non sta bene a tutte e anzi, a molte fa paura, e a ragione, perché rischia di mettere in primo piano quelli che consideriamo difetti”. Addirittura di “alchimia” parla l’hair designer salvo Filetti a proposito della ricerca della riga più giusta: “È quasi un’alchimia la ricerca della riga giusta, fra attaccature favorevoli, forma del volto, tendenza e quel “non so che” legato spesso all’immagine che ogni donna ha di se stessa, e poi per alcune cambiare la riga è anche causa di mal di testa”.

RIGA AL CENTRO: A CHI STA BENE
“In linea di massima la riga al centro crea un effetto “slim”, quindi meglio si addice ai volti tondi e quadrati perché hanno la necessità di avere maggiore verticalità e slancio, sottolinea gli zigomi ed esalta la simmetria del volto”, spiega ancora Salvo Filetti. “I volti spigolosi e triangolari hanno bisogno di una riga “addolcente”, quindi centrale-laterale (moderata), che ammorbidisce i contorni frontali e bassi e restringa le tempie. La riga laterale e super laterale determina invece un effetto “push-up”, cioè valorizza i volti lunghi e rettangolari che, al contrario dei precedenti, hanno bisogno di orizzontalità: la diagonale del ciuffo crea un effetto ottico di riempimento”.ùù

RIGA: COME SCEGLIERE QUELLA GIUSTA
“La scelta è anche questione di singolarità e di naturale apertura, fate una prova: su capelli appena umidi pettinate le lunghezze all’indietro e poi fatele cadere, la direzione che prenderanno (verso destra, sinistra, il centro) vi aiuterà a comprendere meglio la natura della vostra riga”, spiega Filetti.

COME VALORIZZARE LA RIGA AL CENTRO
Più la chioma è folta più viene valorizzata dalla riga al centro. Come styling meglio optare, se i capelli sono fini e sottili per un mosso leggero. Infine, un bel paio di orecchini grandi o accessori come le mollettine (vedi la sfilata Versace PE 2018) danno un bel contributo a una resa finale ottimale.

210904412-620c3399-7b6d-4d82-b7e4-ae62bb2b4a2f.jpg



Fonte: Capelli: la riga al centro sta bene a tutte?
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
24.673
Località
Via Lattea
Tè verde: proprietà e benefici della bevanda dalle 10 risorse

Tè verde: proprietà e benefici della bevanda dalle 10 risorse

Il tè verde è una bevanda miracolosa, ricca di proprietà e benefici.
Il tè verde è una bevanda ormai molto diffusa, consumata sia calda che fredda, grazie alle molte proprietà che possiede e ai benefici per il nostro organismo. Ha poi una variante molto utile dal punto di vista dei valori nutrizionali e medicinali per il corpo: il tè verde matcha, una specie tutta da scoprire. Il tè verde, in generale, risulta da una lavorazione delle foglie della pianta che non le fa fermentare, come succede per il tè nero. Ma andiamo con ordine e scopriamo quali sono le proprietà del tè verde, e perché, se non lo hai ancora fatto, dovrebbe stare sulla tua tavola e diventare la tua bevanda preferita.

Il tè verde, grazie ai suoi valori nutrizionali, ha delle proprietà diuretiche, depurative e anti infiammatorie. È inoltre un ottimo antiossidante, che contrasta l'invecchiamento cellulare combattendo i radicali liberi. Grazie alla presenza di sali minerali e vitamine, il tè verde è un ottimo nutriente, riequilibra i tassi di zuccheri nel sangue (contrastando quindi alcuni tipi di diabete) e si ritiene contribuisca a prevenire alcuni tipi di tumori, come quello della pelle, del colon o del seno. Grazie alle sue proprietà anti infiammatorie, è usato anche come rimedio naturale nel mondo della cosmesi o della cura del corpo.
Grazie alle proprietà diuretiche e depurative, il tè verde è poi indicato per la dieta detox. Come se non bastasse, contribuisce ad accelerare il metabolismo, facilitando quindi il dimagrimento. Il tè verde non fa letteralmente dimagrire, ma aiuta l'organismo a risvegliarsi ed essere più attivo.

Vediamo con ordine quali sono i 10 benefici principali apportati dal tè verde e dalla variante del matcha.

Il tè verde contribuisce ad accelerare i normali processi dell'organismo, soprattutto quelli della digestione e della diuresi. È una bevanda toccasana per drenare i liquidi e facilitare la digestione, e per questo è annoverato tra gli alimenti che accelerano il metabolismo. Il dimagrimento è in questo caso semplicemente un risultato del metabolismo accelerato, a cui si ispira per esempio la dieta del supermetabolismo.

Il tè verde matcha (o maccha) è una variante del tè verde originaria della Cina. Diffusosi in Cina e Giappone, e poi dovunque, grazie alle sue straordinarie proprietà, è una formula potenziata del tè verde: una tazza di tè matcha equivale a bere dieci tazze di tè verde in una volta sola. Le proprietà e i benefici del tè verde sono quindi aumentate in modo esponenziale, e questo rende la variante matcha uno dei superfood, ricchi di valori nutrizionali e curativi ottimi per l'organismo, come lo zenzero, o l'avocado.

10 benefici del tè verde di cui devi approfittare


1. Ti fa scoppiare di energia

Gli antiossidanti contenuti nel tè verde aiutano a regolare i livelli di zucchero nel sangue con lento rilascio di energia naturale, tenendoti sveglia e carica per lunghi periodi di tempo. Non a caso molte preferiscono il tè verde, o il tè verde matcha, al caffè, per avere più energia senza assumere però caffeina.

2. Ti mantiene giovane e sana
Lo sapevi che il tè verde matcha viene coltivato all'ombra e proprio per questo è ricco di clorofilla? Questo vuol dire che le foglie sono piene e succose, diventando così un vero concentrato di antiossidanti. Si tratta delle sostanze che più aiutano a combattere l'invecchiamento cellulare e la stanchezza. Inoltre, grazie alla clorofilla, il sangue viene meglio ossigenato, mantenendoti più giovane e reattiva.

3. Fa dimagrire
Il tè verde contiene polifenoli, noti per aumentare il metabolismo. Grazie a queste sostanze la digestione e l'eliminazione dei liquidi sono più rapide, dandoti la pancia piatta sempre sognata e facendoti sentire più sgonfia e leggera. Alcuni esperti raccomandano di bere il tè verde freddo, in questo modo il tuo corpo può lavorare di più per scaldarsi e questo aumenterà ancora il consumo di calorie e favorirà il dimagrimento.

4. Ti protegge da infiammazioni e infezioni
Il tè verde contiene catechina, un agente antinfiammatorio naturale che può essere un adiuvante nel trattamento di influenze e infiammazioni. Nel corso di alcuni studi si è scoperto che il consumo di questa bevanda può inibire la diffusione di molte malattie.

5. Disintossica il tuo organismo
La clorofilla può aiutare il corpo ad espellere le tossine come i metalli pesanti (che si trovano in bibite gassate, deodoranti, cibo in scatola e cioccolato raffinato), ripristinando l'equilibrio del pH e pulendo il sangue. Un sangue ben ossigenato, un organismo libero da liquidi in eccesso e col metabolismo ben funzionante consentono di eseguire un detox naturale del corpo. Ricordati del tè verde la prossima volta che vuoi preparare dei centrifugati detox: puoi aggiungere un po' di tè verde a freddo per potenziare gli effetti!

6. Ti mantiene calma ed elimina lo stress
Il tè verde, soprattutto il matcha, è ricco di un aminoacido chiamato teanina che contribuisce a promuovere la pace e la calma pur aumentando il livello di attenzione. Riduce l'ansia e lo stress, abbassando la pressione sanguigna e calmando la frequenza cardiaca.

7. Può aiutare a combattere il cancro
Le catechine, un importante gruppo di polifenoli presenti nel tè verde, sono più concentrate rispetto ad altri tè e permettono di aiutare a combattere il cancro. Molti studi di laboratorio hanno scoperto che i polifenoli aiutano a prevenire danni al DNA, a uccidere le cellule tumorali e, addirittura, a impedirne la loro crescita.

8. Combatte il diabete di tipo 2
Bere tè verde aiuterebbe a regolare i livelli di glucosio nel sangue, rallentando l'incremento degli zuccheri dopo aver mangiato. In questo modo si ridurrebbero i picchi di insulina e si scongiurerebbe il diabete di tipo 2, quello che maggiormente dipende dall'ereditarietà e dai comportamenti, come alimentazione, accumulo di stress e vita sedentaria.

9. Potenzia il sistema immunitario e difende da molte malattie
Il tè verde riduce il colesterolo cattivo, incrementando quello buono. In questo modo, grazie anche alla ricchezza di clorofilla e di ossigeno per il sangue, protegge il cuore e previene le malattie cardiovascolari. Il tè verde regola la pressione sanguigna, come dicevamo, proteggendo dall'ipertensione, uno dei disturbi più pericolosi per infarti e ictus.

10. È ottimo anche per le ricette
La cosa migliore del tè verde in cucina? È molto versatile e si può aggiungere in molte ricette, sia dolci sia salate. Nella sua versione in polvere, si può cospargere sullo yogurt per uno spuntino, o nel latte e cereali durante la colazione. Puoi preparare dolci o piatti salati come gamberoni al tè verde, o cous cous al tè verde da accompagnare ai piatti unici.
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
24.673
Località
Via Lattea
Depilazione intima femminile: cosa preferiscono davvero gli uomini?

La depilazione è un tema molto caro a noi donne, soprattutto con l'avvicinarsi della stagione calda. Non si possono più nascondere gambe, ascelle e inguine: dunque ognuna si attrezza come può.
A prescindere dal metodo che si voglia scegliere, la più sofferta ceretta a caldo, il classico rasoio, la depilazione laser o anche la crema depilatoria, ognuna si impegna per essere più liscia possibile. Ma in tema di depilazione intima, non abbiamo tutte le stesse idee ed esigenze. C'è chi preferisce la depilazione totale, per la sensazione di pulizia e setosità che regala, chi la meno invasiva brasiliana e chi un pube nature fregandosene altamente di ogni tipo di schema sociale che ci vuole lisce e prepuberali!

Ma invece cosa preferiscono gli uomini?

Dunque, nonostante scegliamo di vivere il supplizio della depilazione intima, siamo davvero sicure che il nostro uomo ci preferisca linde e pinte come una ragazzina prima della pubertà? Secondo un sondaggio effettuato nel 2015, in effetti, la depilazione brasiliana è la preferita dal 41% degli uomini. Eppure ragazze, un sondaggio online ha svelato che il 62% degli uomini, che si accompagnano a donne non depilate, preferirebbe il pelo selvaggio e al naturale. Insomma "depilata sì o depilata no", conduce alla conclusione che tutto sommato è una valida opzione anche "depilata no": sopratutto perché non sono pochi i falsi miti sulla depilazione intima.
via GIPHY

I benefici del "depilarsi meno"
Anche se con la depilazione totale, ma anche solo brasiliana, la sensazione è di freschezza, libertà e pulizia è immediata, ricordate sempre che i peli pubici hanno una funzione precisa: la protezione. Sì, perché la primaria funzione dei peli intimi è quella di proteggere le parti intime, riducendo il rischio di infezioni e infiammazioni. Dunque amiche, se decidete di limitare la profondità della vostra depilazione, non soffrirete di meno solo voi, ma anche la vostra vagina, e forse al vostro uomo potrebbe anche piacere dover cercare più in profondità il vostro punto G! Provare per credere...


Depilazione intima femminile: cosa preferiscono gli uomini?
 

l'arricchito

genealogicamente impunito
Registrato
18 Marzo 2018
Messaggi
192
Località
il cosmo
Posso confermare in parte quanto scritto sulle proprietà del The verde, posso dire che bevendolo da dopo lo svezzamento materno, non fa male di sicuro.
Poi che abbia tutte quelle proprietà mirabolanti non saprei, me e ve lo auguro.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto