Thread da nobel per la letteratura: romanzo collettivo (1 Viewer)

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
21.397
Località
Via Lattea
Il tema è quello, classico su questi schermi, degli amori virtuali. Ma con una variante, a livello di supporto tecnologico.



Inizia così. Il protagonista del romanzo acquista una macchina fotografica d'occasione (usata) in un negozio reale.
Il negoziante, nella trattativa, non gli sconta nemmeno un euro, ma in compenso gli regala alcune schede di memoria da usare con la fotocamera.
[Variante: oppure, visto che è un negozio di elettronica, include nel prezzo un hard disk esterno, sempre usato.]

Il protagonista monta l'obiettivo, inserisce la scheda di memoria (una robusta compactflash, mica una SD), e si accorge che non è formattata. Ci sono delle immagini [oppure ci sono nell'HD esterno].
[Opzione bis: anche nelle altre schede ci sono ulteriori immagini].

Il protagonista scarica le foto sul suo PC, e le guarda.
Sembra che rappresentino il diario di una ragazza.
Una bellissima ragazza, ovviamente.
Bruna, capelli lunghi, viso soave, talvolata corrucciato e talvolta sorridente, del rinomato genere "Gemma Arterton".


Questa sequenza di foto rappresenta, come detto, il diario di una misteriosa e graziosa fanciulla.

E' necessario, pur se assai improbabile e irrazionale, che il protagonista se ne possa innamorare solo a cagione di queste immagini, amiche ed amici di InvestireOggi.
Pertanto, oltre che graziosa, la fanciulla deve risultare bella anche dentro.
[opzioni: fotografie di attività di volontariato, ABIO, rimboschimento, puliamo il mondo... i dettagli emergeranno in sèguito, collettivamente].

Com'è la situazione sentimentale del protagonista, prima che questa specie di colpo di fulmine mediatico/fotografico lo tramortisca?
E' single? Fidanzato? Sposato?
Età?
[non sarebbe un romanzo collettivo se io avessi già tutte le risposte]

Il protagonista si accorge, dal ricorrere periodico di alcune strade, che la sua musa abita in una città / zona identificabile abbastanza precisamente. O, almeno, lì abitava al momento degli scatti.

Vede foto di concerti, e scopre che la misteriosa fanciulla condivide con lui una discreta parte di gusti musicali.

L'indomani, durante la pausa pranzo, fa una scappata al negozio dove ha comprato l'hardware usato. Il commesso che l'ha servito non c'è, e il sostituto non gli sa dare notizie su chi sia il venditore del materiale che lui ha appena comprato usato. Ma il venditore non comparirà mai più [ci sono varie possibilità per farlo scomparire].

[Variante complottistica: il giorno successivo, il protagonista ripassa, ma il negozio non c'è più. Chiuso, trasformato, sigillato dalle forze dell'ordine: sono dettagli da definire.]

Poi, la sera successiva prosegue [dopo il lavoro: che lavoro fa il protagonista? ha sempre avuto l'hobby della fotografia? a voi la scelta] l'analisi delle immagini.

Nasce una speranza. Nelle foto con più soggetti, la fanciulla non è fotografata con un boyfriend: solo con amiche ed amici, oltre a (presunti) genitori, ma niente di romantico. Forse c'è spazio per lui, se riuscirà a rintracciarla.

Il protagonista scopre che la fanciulla aveva l'abitudine di fotografare anche i biglietti del cinema, degli aerei con cui andava in vacanza... tracce sparse di passaggio. Fotografava anche qualche videata del suo monitor [pagine facebook? altre community? forum?].


Arriva all'immagine IMG_9999. O IMG_5184. Comunque l'ultima [dell'ultima scheda].
E' la foto di una schermata del video che mostra la prenotazione di un biglietto di uno spettacolo cinematografico di [quanti?] mesi prima.

Un flash-back.
Il protagonista cerca ansiosamente, in preda alla tachicardia, notizie nel web.

Ed è come lui temeva.

La sera in cui la musa (con ogni probabilità) era in quel cinema, a vedere quello spettacolo, si è verificato un terribile incendio. 200 spettatori, 180 morti.






Come si va avanti?
Non è necessario che ci sia un lieto fine.

Il protagonista scruta le pagine facebook fotografate dalla fanciulla per rintracciare i suoi (presunti) contatti? Stampa qualche foto e, nella via dove (ipoteticamente) lei abitava chiede a tutti i portinai se qualcuno la conosceva?
Scopre qualcosa?
Era davvero al cinema, quella sera? E' sopravvissuta?

Ci sono anche possibili opzioni complottistiche.
Qualcuno ha organizzato una messinscena? Qualcuno che vuole minare
l'equilibrio mentale del protagonista? Non era vero niente, e lui è stato vittima di un/una sadico/a regista?

Cosa rimane?


Variante complottistica al cubo.
Qualche tempo dopo la vicenda [il nostro protagonista, in questa ipotesi, non ha scoperto nulla], riceve una richiesta di amicizia su facebook o altro luogo virtuale.
La candidata all'amicizia mostra inquietanti coincidenze (es. foto nel profilo simili a quelle della musa misteriosa, frasi di poesie fotografate dalla mistery woman...).

E poi?

Attendo spunti, amiche ed amici di InvestireOggi: so che, a voi, vicende di questo genere càpitano abbastanza frequentemente, e quindi potete fornirmi soluzioni alquanto credibili. Io, qualcosa di mio ce l'ho messo (per esempio: la mia Canon 5D era usata, ma senza scheda di memoria).

Grazie.





N.B. Il premio nobel per la letteratura che seguirà la pubblicazione di questa opera sarà devoluto in beneficenza.
 
Ultima modifica:

beguncrusanding

Nuovo forumer
Registrato
13 Ottobre 2010
Messaggi
11
Ho letto con interesse questo 3D, perchè anche io adoro scrivere, e l'idea che possa essere un collettivo mi entusiasma.

Ho un piccolo appunto: perchè loro - nella tua trama - non interagiscono mai? Non dico che debbano subito incontrarsi e copulare, ahah:lol:, ma almeno un contatto ci deve essere.

Non so, magari lui finalmente la scova su FB, le chiede l'amicizia ma lei non accetta, ma la bakeka è aperta e lui vede che sono 3 mesi che non scrive più niente, anzi ci sono allarmanti post di alcuni amici che la cercano disperatamente. Un messaggio è inquietante "rispondi al telefono, ti prego, sono molto preoccupato!":eek:

Però inaspettatamente lei gli mando un messaggio privato su fb...cose le dice?
che è stata rapita dagli alieni? che è in fuga dal fisco? che è molto molto molto moltissimo malata?:specchio:

o che è entrata in un'altra dimensione?

Bisogna comunque che i due si facciano una sana pomiciata, quindi oltre a FaceBook deve avere una chat con web dove si vedono, o meglio, lui vede lei, in stato pietoso, in una stanza buia e solo per pochi secondi!!!!

L'enigmista? Naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa troppo truculento, forse lei è solo triste, ha bisogno di uscire, le è successo qualcosa che ha perduto la gioia di vivere, e lui dovrà farla uscire dal bozzolo...

anche perchè se non limonano almeno un pò che razza di storia amorosa è???

:lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol:

ciao Igloo, tttvvtttbbbbt
 

MissT

Forumer storico
Registrato
7 Novembre 2008
Messaggi
8.860
Mentre osservava ipnotizzato il leggero strabismo della ragazza, sua moglie entro' nella stanza per annunciargli che il pranzo era quasi pronto e che figli stavano arrivando. Aveva distrattamente sentito il rumore dei ciottoli in giardino sotto le ruote di una macchina, ma nonostante l'eccitazione di rivedere i ragazzi, non aveva sollevato lo sguardo da quelle foto che in un lampo l'avevano proiettato indietro nel tempo, a tanti anni prima, quando aveva conosciuto una donna con lo stesso leggerissimo difetto agli occhi, quel noto difetto di Venere che la rendeva ancora piu' attraente e misteriosa - come se ce ne fosse stato il bisogno!

Mistero.... il mistero di quella donna, 20 anni prima; e il mistero di questa donna che sembrava essere sua [di lei] figlia... impossibile?

Non riusciva a capire. Dunque, penso', a 45 (o XX) anni aveva deciso di approfondire le sue superficiali conoscenze di fotografia e sebbene avesse potuto permettersi di comprare l'ultimissimo modello di macchina digitale, la sua inveterata abitutine ad evitare gli sprechi, l'aveva spinto a cercarne una di seconda mano, in ottime condizioni. Il negoziante gli aveva regalato anche delle memorie.

Tornato a casa si era accorto che una delle memorie non era vuota; dopo un attimo di esitazione se sbirciare o no tra i vari file, il viso della ragazza era emerso dallo schermo .... e dai meandri della sua memoria l'aveva travolto un'ondata di ricordi e riproposto l'enigma irrisolto di come la donna, la madre della ragazza nella foto, apparentemente, molto apparentemente - o era solo la sua immaginazione? - fosse un giorno scomparsa nel nulla.
 
Ultima modifica:

patatina 77

Cratore di UGC
Registrato
8 Ottobre 2009
Messaggi
7.705
-L'entusiasmo per l'acquisto si era quindi rapidalmente dissolto, travolto dal turbinìo di pensieri in cui era sprofondato Palmiro, un'emozione a cui non era avezzo che fin da tenera età aveva cercato di tenere lontano, costruendo la vita su consolidate e poche certezze sentimentali.
Ne era quasi fiero del suo modello cerebrale, lo definiva stakanoviano, e non lo lambivano le opinioni altrui, che lo indicavano persona schiva o addirittura come quel cugino, poi perso di vista, che in tempi lontani lo derise appellandolo come privo di alfabetizzazione emotiva.
"Che fare?!" La domanda che dentro di se si poneva ciclicamente da ormai qualche minuto senza trovar risposta, senza voler risposta,quando la moglie lo richiamò nuovamente per la consueta zuppa di ceci e farro del mercoledì.
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
21.397
Località
Via Lattea
Il romanzo collettivo sta colonizzando il ueb.
http://www.investireoggi.it/forum/il-thread-sulle-discussioni-di-romanzo-collettivo-vt66070.html

Comunque ringrazio per tutti i contributi [presentazioni: se non s'è capìto, beguncrusanding è una mia fan segreta che - come tutte quelle che non mi conoscono dal vivo - m'apprezza sommamente; ci conoscemmo in quella terra desolata ma fondamentale ch'é tediumvitae... anch'io la apprezzo spiritualmente, mentre carnalmente non abbiam concluso niente].

@ beguncrusanding: :)
Ordunque:
Fase 2: lui potrebbe quindi alla fine rintracciarla, virtualmente, su facebook o su altro luogo virtuale... ma deve rimanere, ancora un po', la sensazione che lui non sa chi abbia di fronte.
Quello che lei scrive potrebbe piacergli, egli potrebbe innamorarsi ancor di più, ma lei continua a negarsi...
Secondo me questo romanzo deve raccontare, per buona parte, un'ossessione per una creatura virtuale, con tutti i dubbi conseguenti (sarà così veramente? sarà invece una burlona (che ha sgraffignato le foto da qualche parte) o addirittura un uomo?
Fase 3: scambio dei numeri di telefono, qualche veloce chiamata, spesso (da lei) interrotta improvvisamente
Fase 4: incontro con la webcam. Certo, una stanza buia, il vago accenno a problemi (salute? fisica o mentale?) potrebbe dare al protagonista qualche idea in più sull'interlocutrice, ma anche qualche dubbio ("non sembra proprio quella delle foto... ma forse è perché non sta bene... o forse perché c'è poca luce... ma come mai c'è poca luce?")... va bene, la paranoia prosegue.
...
...
...
Finale: i due finalmente s'incontrano e pomiciano. Love story... Potrebbe essere. E magari lei potrebbe raccontargli una serie di dettagli.
Bella evoluzione... Ma senza colpo di scena? Non è che poi non ci dànno il nobel pella letteratura?



@ Twitty: :)
Quello della (presunta, possibile) figlia di una ex è un colpo di scena che potrebbe servire, al momento dell'assegnazione del nobel.
Ma i suggerimenti vanno solo accettati? Posso limarlo un pochino?
Ovvero: il protagonista settantenne mi pare che ci farà perdere un po' di òdiens, al momento della trasposizione cinematografica.

Potremmo immaginare invece un bel 40-50enne, sposato e con figli ma non un nonno...
...che abbia avuto un flirt, magari il primo, grande Amore della sua vita, da adolescente, con una ragazza altrettanto giovane... ad esempio durante un soggiorno studi (un trimestre o semestre all'estero)... un contatto poi perso, cercata in mille modi per anni ma mai più ritrovata...
e lui abbia la sensazione che questa meravigliosa ragazza possa essere la figlia della sua prima Musa, e forse addirittura figlia sua (di lui)? :eek:



I due suggerimenti non sono in contraddizione: possono convivere: la progressione della conoscenza (all'inizio il protagonista non rivela all'interlocutrice che pensa di conoscere la di lei madre), altre ricerche nel web...


L'unica cosa è che questo non è un romanzo incestuoso per cui, se poi la brunetta e il protagonista pomiciano, lei si rivela essere figlia di altro padre (magari quello per cui la madre della gnocca si è resa irreperibile? il frutto di una colpa, di una violenza, data in adozione, chennesò, magari non sa nemmeno il nome della propria madre?).

E il cinema?
E la attuale famiglia del protagonista maschio?

Che nome diamo a costui? Più corto di 12 caratteri, così risparmiamo la tastiera.
E la ragazza come si chiama?
 

patatina 77

Cratore di UGC
Registrato
8 Ottobre 2009
Messaggi
7.705
S'impose quindi di far finta di niente di non aver ancora aperto quella scatola con la sua "nuova passione" vi ripose tutto nuovamente all'interno, nel tentativo di confinarci anche i pensieri, almeno fino a quando non avrebbe saputo che decisione prendere.
Tergiversare era per palmiro quasi un'abitudine specialmente con se stesso con il proprio intimo era un modo per avere più tempo per arrivare al razionale.
Gli pareva di sentirsi risollevato mentre si lavava le mani:
-Dovevo dar retta a mia moglie che mi aveva detto di prenderla nuova.
Borbottò davanti lo specchio tendendo la testa in avanti per avvicinarvisi e inusualmente già che c'era si lavò pure la faccia perchè gli pareva d'aver il volto terso.
 

beguncrusanding

Nuovo forumer
Registrato
13 Ottobre 2010
Messaggi
11
Hai ragione carissimo, la blanda sceneggiatura non ci porterà nè al Nobel nè al Premio Campiello.

Il problema secondo me sta nel fatto delle foto ritrovate. Essendo nella memoria di una macchina fotografica moderna, si evince che lei è presumibilmente giovane. Invece se il ritrovamento fosse stato di un vecchio rullino fotografico? Se il tipo avesse comprato una vecchia catorcissima macchina del 15-18 e il tipo gli avesse appioppato dei vecchi rullini non sviluppati perchè la sua macchina sviluppatrice è rotta da anni????

Egli potrebbe crearsi una camera oscura nella vecchia cantina, e le foto prenderebbero forma sotto i suoi occhi....

Forse lei è la vittima di un omicidio successo molti anni prima, e di cui non si è mai trovato il colpevole.!!!!!:eek::eek::eek::eek::eek:

E quindi nel cercare la verità, egli si potrebbe imbattere in una poliziotta solerte e fichissima, :rolleyes: con cui potrebbe avere una storia d'amor!!!:lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol:

Cicci, a dopo in separata sede:D
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
21.397
Località
Via Lattea
Piace anche a te Gemma Arterton? :-?
Ha un viso un po' strano, forse il mento... non so; comunque, a mio modesto avviso è gradevolissimamente imperfetta. :up:

Se ne parla qui.
http://www.investireoggi.it/forum/chi-ha-visto-tamara-drewe-vt65975.html


Non so che misura abbia di reggipetto. :(





Oppure il tuo :eek: è un - meritato - rimprovero a me, perché non sono andato avanti a raccogliere e sintetizzare i contributi?
Un giorno tornerò, lo prometto. :)



Oppure contesti addirittura il presupposto fondamentale, ovvero che possano essere dei pixel e degl'indizi a cagionare un Innamoramento? In tal caso, puoi suggerire qualcosa del tipo:
Capitolo II: il saggio protagonista formatta la scheda di memoria e inizia a fare fotografie.
FINE / THE END
 
Ultima modifica:

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto