Tasse univeristarie aumentano fino al 100% (1 Viewer)

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.975
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
Tassa d'iscrizione verso il raddoppio

Se ne discute al Politecnico di Zurigo per i prossimi anni
ZURIGO - Le tasse d'iscrizione al Politecnico federale di Zurigo (ETH) potrebbero raddoppiare «nei prossimi anni», dagli attuali 1.300 franchi a 2.600 all'anno. È quanto preannuncia il nuovo rettore Lino Guzzella, in una intervista pubblicata oggi dalla «NZZ am Sonntag», in cui auspica anche meno educazione e più istruzione nelle scuole inferiori. Sebbene il numero degli studenti sia aumentato di circa il 60 per cento negli ultimi dieci anni, il budget è rimasto praticamente immutato, rincaro a parte, spiega Guzzella, 55enne figlio di immigrati italiani, che assumerà la direzione del politecnico zurighese il primo agosto. Per questo motivo, aggiunge il professore, accanto all'introduzione di nuovi metodi didattici è necessario anche un aumento delle tasse d'iscrizione.
L'entità dell'aumento non è stata ancora fissata e dovrebbe riguardare soltanto i nuovi iscritti. Alla domanda se ci si deve aspettare un raddoppio della tassa attuale di 1300 franchi Guzzella ha risposto: «in quest'ordine di grandezza». La decisione spetterà tuttavia al Consiglio dei Politecnici federali (»organo di direzione e sorveglianza strategica», nominato dal Consiglio federale) e alla politica. È pure previsto di esigere dagli studenti stranieri un «piccolo supplemento» per maggiori oneri amministrativi.

29.07.2012 -
 
Registrato
11 Aprile 2012
Messaggi
7
Quello sulla spending review si prepara ad essere anche un colpo mortale per gli studenti universitari, specie quelli fuori corso. A dircelo, oltre a poche voci libere, è l'International Business Times, a conferma che in Italia non bisogna disturbare questi santi tecnocrati scesi dal cielo per aiutarci (come qui nel caso di Passera).
Col decreto 306/97, fino ad oggi esistema un limite all'aumento delle tasse universitarie; esso obbligava gli atenei italiani a rispettare il limite massimo del 20% come rapporto fra l'intero ammontare dei contributi, delle tasse universitarie e dell'annuale assegnazione di fondi ministeriali (FFO).

Da oggi non sarà più così, perchè con un comma del decreto il limite del 20% non sarà più calcolato tenendo del contributo di ogni studente, ma solo delle tasse pagati dagli studenti italiani e comunitari in corso. Esclusi quindi quelli stranieri e fuori corso.
Per cui, come primo effetto, le tasse saranno innalzate del 20% per tutti coloro abbiano superato la durata legale del corso. Ma non è tutto, perchè il limite non sarà più calcolato sul FFO, ma sui trasferimenti dello Stato destinati agli atenei. La cifra complessiva su cui verrà calcolato il 20% sarà quindi molto più alta.
Come detto, l'impatto della manovra sarà più forte per gli studenti fuori corso e per gli stranieri, che potrebbero veder aumentate le loro tasse a dismisura, e soprattutto senza alcun limite.
La conferma arriva da Michele Orezzi, coordinatore dell'unione degli universitari, il quale ha spiegato che "Siamo il terzo paese per tasse universitarie in Europa e nonostante questo il Governo punta a cancellare il limite della tassazione e consentire aumenti sconsiderati dei contributi pagati dagli studenti".

FareProgressoReloaded: Università Senza Limiti
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto