Imposte (capital gain, minus, plus) Tassazione delle rendite finanziarie nel Mondo e nei paradisi fiscali. (1 Viewer)

porchetto

la casa non fallisce
Registrato
5 Gennaio 2009
Messaggi
3.382
Scusate approfitto della competenza dei forumisti e giro a tutti questa domanda ...

Fatto :

il signor Russia acquista 1300 K di bonds BdM a 49,50 nell'ottobre 2013 il bond ha scadenza 2017 precisamente maggio 2017 ;

la tassazione italiana nel 2014 viene cambiata e il capital gain verrà tassato dal 20% al 26% ;

nel corso del 2015 il signor Russia decide di vendere l'immobile di proprietà le auto e non possedere nulla in Italia e nella primavera del 2016 previa iscrizione all'A.I.R.E. prende residenza stabile all'estero in un paese Black list ...non mantenendo alcun conto corrente in Italia o altra attività sia immobiliare che mobiliare , risulta essere persona divorziata e nello stato di famiglia è solo lui pur avendo due figlie che vivono da anni con la madre e registrate in altro comune e provincia e in altro stato di famiglia ;

il signor Russia dopo aver trasferito la residenza ed avere regolare contratto di affitto all'estero chiude tutti i depositi e conti correnti e trasferisce sull'estero le proprie obbligazioni BdM 2017 ;

Domanda : quale tassazione sarà applicata all'incasso delle obbligazioni a 100 ? , nel momento dei trasferimento del deposito titoli da Italia all'estero come si comporterà il fisco italiano ? pretenderanno la parte di capital gain maturato in Italia o non possono pretendere nulla se non viene effettuata la vendita ?

Grazie a tutti per la risposta ....se non vi và di rispondere pubblicamente accetto volentieri messaggi privati , anche consigli pratici e anche eventuali proposte di consulenza tributaria ...

visto che il capital gain alla scadenza risulterebbe essere (salvo haircut sui sub o fallimento ) cospicuo ...circa 657 K e la tassazione inciderebbe per circa 150K euro

nella fase di aumento di tassazione si può optare per la sola tassazione allo scadere dell'obbligazione senza utilizzare l'affrancamento se lo faranno ...mi sembra di si ?


Grazie a TUTTI .
Signor Russia mi sembra che è quasi arrivato il tempo.
Comunque grazie per questo 3D che è utilissimo.
 

porchetto

la casa non fallisce
Registrato
5 Gennaio 2009
Messaggi
3.382
Comunque vorrei suggerire un altro approccio, che stranamente non è stato discusso, in questo 3D
il signor Russia costituisce una società all'estero, una società che ha come oggetto sociale la gestione degli asset mobiliari.
I soldi vengono recapitati legalmente alla società estera costituita in un paese white ed il sig. russia dichiara tutto sui quadri rw.

Ovviamente il paese white viene scelto in base alla tassazione sulle rendite e sui guadagni da capitale in modo oculato.

il sig. Russia continua a vivere comodamente nella sua dacia del profondo nord.

La società estera continua a fare profitti grazie all'abilità del suo socio amministratore, ma non distribuisce profitti, il sig. Russia non versa nulla allo stato italiano perché non riceve redditi dalla sua azienda seppur ottima.
Ovviamente l'azienda per le piccole spese del suo amministratore mette a disposizione una carta di credito platinum internazionale.

Ed il signor Russia visse felice e contento circondato da gnocche spaziali.
 

porchetto

la casa non fallisce
Registrato
5 Gennaio 2009
Messaggi
3.382
Io al momento ho un po' naftalinizzato l'idea.. Sono in ballo con alcune questioni importanti di lavoro e non ho molto tempo; già il nostro mondo mi viene difficile seguire, pensa un approfondimento di trasferimenti per una miglioria fiscale.

Cmq per cambiare residenza, oltre a tutte le problematiche del caso, ti crea alcune difficoltà di trading operativo.

I costi di acquisto e vendita titoli in svizzera, per esempio, sono molto più alti di quelli a cui siamo abituati.

Si potrebbe pensare di aprire una fiduciaria o un trustee in Lussemburgo per evitare gran parte delle tasse, ma poi, come movimentarle? E come funziona? Se sei residente in Ita paghi lo stesso e per avere la residenza in lux devi vivere la..

E nonostante tutto io dall'Italia non mi posso e non mi voglio fisicamente muovere.

L'unica soluzione sarebbe quella di spostare la reaidenza in svizzera fingendo di vivere li, ma cmq devi acquistare un immobile o locarlo, con i costi connessi..

Ho buttato li una serie di idee che ho per la testa. Sono a Mosca in aereoporto e ho l'aereo tra 3 ore.. :)
Interessante questo post
 

cpandrea

Forumer storico
Registrato
10 Luglio 2014
Messaggi
1.110
Comunque vorrei suggerire un altro approccio, che stranamente non è stato discusso, in questo 3D
il signor Russia costituisce una società all'estero, una società che ha come oggetto sociale la gestione degli asset mobiliari.
I soldi vengono recapitati legalmente alla società estera costituita in un paese white ed il sig. russia dichiara tutto sui quadri rw.

Ovviamente il paese white viene scelto in base alla tassazione sulle rendite e sui guadagni da capitale in modo oculato.

il sig. Russia continua a vivere comodamente nella sua dacia del profondo nord.

La società estera continua a fare profitti grazie all'abilità del suo socio amministratore, ma non distribuisce profitti, il sig. Russia non versa nulla allo stato italiano perché non riceve redditi dalla sua azienda seppur ottima.
Ovviamente l'azienda per le piccole spese del suo amministratore mette a disposizione una carta di credito platinum internazionale.

Ed il signor Russia visse felice e contento circondato da gnocche spaziali.
soluzione molto rischiosa, in quanto la direzione della societa sarebbe in Italia e quindi il reddito verrebbe attratto in Italia, a meno che russia non intenda assumere una persona e fargli fare il vero gestore. Inoltre il conferimento dei titoli alla societa estera penso venga tassato in Italiain quanto v sarebbe un cambio di intestatario e quindi uguale ad una cessione.

PS. lasciamo la gnocca fuori da questo thread anche per rispetto nei confronti delle lettrici.
 

Ilmigliore

Osserva e agisci
Registrato
25 Gennaio 2009
Messaggi
2.866
soluzione molto rischiosa, in quanto la direzione della societa sarebbe in Italia e quindi il reddito verrebbe attratto in Italia, a meno che russia non intenda assumere una persona e fargli fare il vero gestore. Inoltre il conferimento dei titoli alla societa estera penso venga tassato in Italiain quanto v sarebbe un cambio di intestatario e quindi uguale ad una cessione.

PS. lasciamo la gnocca fuori da questo thread anche per rispetto nei confronti delle lettrici.
Concordo su tutto.
Anche se la soluzione fosse applicabile, più che essere il signor russia io vorrei essere l'erede del sig. russia :lol:
 

porchetto

la casa non fallisce
Registrato
5 Gennaio 2009
Messaggi
3.382
soluzione molto rischiosa, in quanto la direzione della societa sarebbe in Italia e quindi il reddito verrebbe attratto in Italia, a meno che russia non intenda assumere una persona e fargli fare il vero gestore. Inoltre il conferimento dei titoli alla societa estera penso venga tassato in Italiain quanto v sarebbe un cambio di intestatario e quindi uguale ad una cessione.

PS. lasciamo la gnocca fuori da questo thread anche per rispetto nei confronti delle lettrici.
ok va bene

comunque non sono d'accordo sull'attrazione del reddito di una società di capitali mica perché marchionne risiede in svizzera la fca viene tassata in svizzera.

per la situazione contingente del sig. Russia ormai deve espatriare la carta marchigiana venderla o rimborsarla e poi costituire la società di capitali.
 

angy2008

Forumer storico
Registrato
11 Settembre 2009
Messaggi
7.589
un dubbio mi sovviene leggendo che Abe vuole tassare i capital gain degli espatriandi, quindi finora chi partiva dal giappone portandosi dietro i titoli e prendendo una residenza favorevole era esentato dal pagare la tassa sul gain maturato. In Italia come avviene? io pensavo che si venisse tassati al momento del trasferimento al conto estero ma il dubbio mi sovviene vedendo che i jap lo fanno solo da ora, avranno copiato da noi o copieremo noi da loro?
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto