Tassa sui rifiuti e fornitura dell'energia elettrica (1 Viewer)

federico64

Forumer attivo
Registrato
21 Gennaio 2009
Messaggi
516
Buongiorno a tutti.

Sono proprietario di un appartamento dichiarato come prima casa nel quale, pur avendovi la residenza, non abito per motivi di lavoro che mi costringono a trascorrere quasi l'intero anno in giro.

Visto che è stata dichiarata "prima casa" non pago l'Ici.

Ho letto che "si considerano idonei a produrre rifiuti tutti i locali o aree allacciati alla rete di erogazione dell’energia elettrica.".

Mi domando se l'eventuale cessazione della fornitura dell'energia elettrica potrebbe far venir meno l'obbligo di pagare la tassa sui rifiuti e se questo provocherebbe qualche conseguenza sul fatto che non pago l'Ici.

Vi ringrazio.
 

HereIam

IamForce - HIearme
Registrato
26 Gennaio 2009
Messaggi
816
Località
Venezia
Buongiorno a tutti.

Sono proprietario di un appartamento dichiarato come prima casa nel quale, pur avendovi la residenza, non abito per motivi di lavoro che mi costringono a trascorrere quasi l'intero anno in giro.

Visto che è stata dichiarata "prima casa" non pago l'Ici.

Ho letto che "si considerano idonei a produrre rifiuti tutti i locali o aree allacciati alla rete di erogazione dell’energia elettrica.".

Mi domando se l'eventuale cessazione della fornitura dell'energia elettrica potrebbe far venir meno l'obbligo di pagare la tassa sui rifiuti e se questo provocherebbe qualche conseguenza sul fatto che non pago l'Ici.

Vi ringrazio.
NO!

La tassa dovuta per le scoasse é collegata alla residenza anagrafica.
 

HereIam

IamForce - HIearme
Registrato
26 Gennaio 2009
Messaggi
816
Località
Venezia
Dov'è scritto?

Io leggo solo che "si considerano idonei a produrre rifiuti tutti i locali o aree allacciati alla rete di erogazione dell’energia elettrica.".

Come si calcola la Ta.Ri. - Ama Roma S.p.A.

Qui a Venezia, ma anche in altri comuni limitrofi, é così (per conoscenza personale).

P.S.: magari in altri comuni é diverso: per questo io voglio il Lombardo-Veneto e non la Padania.
 

HereIam

IamForce - HIearme
Registrato
26 Gennaio 2009
Messaggi
816
Località
Venezia
Aggiungo:

secondo me si tratta di due condizioni nel senso che si paga la tassa se si ha la residenza anagrafica e dove non la si ha (seconde case) si paga se si ha la fornitura dell'E.E. Questo é stato fatto per evitare l'evasione. Credo abbiano scelto come riferimento la fornitura dell'E.E., e non quelle di acqua e gas, perché più facile da controllare ovvero perché all'E.E. é più difficile rinunciare quando l'abitazione é utilizzata. Peraltro ci sono ancora abitazioni senza la fornitura dell'acqua e soprattutto senza quella del gas.
 

EUGE

Senior Utente
Registrato
5 Gennaio 2004
Messaggi
949
Località
a SudOvest di Sonora
tanto per complicare un po' le cose ... :lol:

dove abito io, un po' a sud di Venezia, la condizione discriminante per il pagamento della tarsu è unicamente che l'immobile sia occupato (mobili, magazzino, imballaggi, cose ...): finchè è vuoto non si paga (si dichiara e i comuni mandano a controllare); residenza, luce, acqua, gas sono ininfluenti
 

HereIam

IamForce - HIearme
Registrato
26 Gennaio 2009
Messaggi
816
Località
Venezia
tanto per complicare un po' le cose ... :lol:

dove abito io, un po' a sud di Venezia, la condizione discriminante per il pagamento della tarsu è unicamente che l'immobile sia occupato (mobili, magazzino, imballaggi, cose ...): finchè è vuoto non si paga (si dichiara e i comuni mandano a controllare); residenza, luce, acqua, gas sono ininfluenti
Ma allora in un'abitazione/locale non occupato da cose (e/o animali? :rolleyes::D) a cosa servirebbero luce, acqua e gas?

Qui ti danno la residenza in un alloggio dopo che i vigili urbano hanno verificato che ci si abita: devono trovarti lì e ci devono essere un po' di mobili (di solito letto e cucina sono sufficienti).

Ogni quanto tempo i comuni ricontrollano?

Con quel po' a sud di Venezia sei fuori del Lombardo-Veneto!
 

EUGE

Senior Utente
Registrato
5 Gennaio 2004
Messaggi
949
Località
a SudOvest di Sonora
Ma allora in un'abitazione/locale non occupato da cose (e/o animali? :rolleyes::D) a cosa servirebbero luce, acqua e gas?

Qui ti danno la residenza in un alloggio dopo che i vigili urbano hanno verificato che ci si abita: devono trovarti lì e ci devono essere un po' di mobili (di solito letto e cucina sono sufficienti).

Ogni quanto tempo i comuni ricontrollano?

Con quel po' a sud di Venezia sei fuori del Lombardo-Veneto!
ok, sono sotto Pio IX :(

ogni quanto ricontrollano? in teoria quando varia la composizione del nucleo familiare

la ratio? che se in un grande appartamento, o una villa, in cui abitavano in 10 ora abita un unico superstite tapino magari un po' di stanze sono vuote
 
Registrato
13 Marzo 2020
Messaggi
3
La TEFA (Tributo Esercizio Funzioni Ambientali), per protezione ed igiene ambientale, sarebbe una tassa a favore di Enti locali (sembra Comuni/Province), istituita dal 1 gennaio 2021 con un prelievo fissato al 5% della TARI.
La TEFA sembra partire da un decreto Mef del 1 luglio 2020 (serie generale n.171/2020); quindi dal governo pandemico precedente ma senza particolari e pubbliche avversioni dall'opposizione... quindi ...?
La TEFA non consisterebbe in un ulteriore esborso familiare consistente, ma certamente fastidioso per l'incremento di tasse sempre più ....concettuali. Inoltre vi sono anche altri due codici tributo : TEFN sembra per interessi su mancati pagamenti TEFA; TEFZ sembra per sanzioni in merito a mancati pagamenti TEFA.
Quando si tratta di aumentare le tasse, mirate in particolare alle residenze, sembrano sempre molto efficienti e preparati. Sono però sempre meno preparati nel recupero evasioni, soprattutto nella lotta al mercato nero.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto