Azioni Italia Stock picking intraday NOVEMBRE/DICEMBRE 2007 (1 Viewer)

maramau

Forumer storico
Registrato
14 Marzo 2006
Messaggi
1.256
Località
Trieste
Ombre del sospetto sulle banche, WallStreet in forte calo

Websim - 02/11/2007 08:08:04


Le Borse americane sono arretrate ieri in modo pesante, a trascinarle al ribasso è stata la caduta dei finanziari, protagonisti della peggior seduta degli ultimi 5 anni: l'epicentro del terremoto, Citigroup (C.N), in calo dell'8% dopo che una serie di analisti ha avvertito della possibilità che la banca si ritrovi a corto di capitale e possa tagliare il dividendo.

L'indice S&P500 ha perso il 2,6%, ovvero 370 miliardi di dollari di controvalore in termini di capitalizzazione, il sotto indice dei titoli finanziari ha lasciato sul terreno il 4,6%, il calo più pesante dal settembre del 2002.

I timori che la situazione delle banche, anche dopo le maxi svalutazioni annunciate, non si sia ancora del tutto tranquilla ha spinto gli investitori a vendere tutto il settore: JP Morgan (JPM.N) -5,6%, Bank of America (BAC.N) -5,3%, Merrill Lynch (MER.N) -5,8%.

L'allontanarsi del prezzo del petrolio dai massimi storici ha indebolito i petroliferi: Exxon (XOM.N) -3,8%. La prima major mondiale dei petrolio ha annunciato che nel terzo trimestre l'utile per azione si è attestato a 1,7 dollari, meno delle attese degli analisti. Il future sul greggio viene scambiato a 93,6 dollari il barile.

Piano piano il contagio del pessimismo si è propagato anche agli altri settori, colpiti in particolare General Motors (GM.N) -4,9% ed Alcoa (AA.N) -4,2%.

Unico titolo del Dow Jones in positivo Microsoft (MSFT.O) +0,7%.



queste oil$ tutti le comprano ma poche battono le stime (ENI compresa) :rolleyes: molto meglio le service.....
 

maramau

Forumer storico
Registrato
14 Marzo 2006
Messaggi
1.256
Località
Trieste
sempre loro :D :D :D

UNICREDITO (5,62 euro) – Per le banche rifornirsi di soldi sembra diventare sempre più complicato: non sono soltanto le piccole società più esposte sul mercato dei mutui a trovarsi con l’acqua alla gola, un colosso come Barclays sarebbe stata costretto a rivolgersi alla Banca d’Inghilterra per poter accedere ad un finanziamento d’emergenza. Le indiscrezioni stanno disintegrando il titolo e provocando un altro sconquasso sul settore bancario con perdite pesanti e diffuse.
La nostra Unicredito tiene oggi le posizioni dopo la caduta di ieri. A sostenerla è anche la conferma del giudizio outperform e del target price a 7,60 euro da parte di Cheuvreux. L’analista Carlo Tomaselli analizza i motivi che hanno provocato il -4,7% di ieri e li smonta uno a uno.
Rischio derivati. La società ha chiarito che l’esposizione potenziale potrebbe essere 1 miliardo e delle 4 vertenze legali con i clienti, 3 si sono concluse con una vittoria della banca. Per Cheuvreux, nel peggiore dei casi si arriverebbe ad un microscopico impatto di -125 milioni sull’utile pre tasse.
Sottocapitalizzazione. Le plusvalenze derivanti dalla cessione della quota di Mediobanca e le risorse derivanti dalla vendita degli sportelli per motivi di Antitrust più che compensano l’eventuale erosione del capitale dovuta alle svalutazioni. Tomaselli stima per il 2008 un indice di patrimonializzazione Core Tier 1 tra il 6,55 ed il 6,7%, sotto le indicazioni societarie di 6,8%, e dice si sentirsi più che sicuro del mantenimento di questi livelli di solidità.

Noi non riteniamo siano in arrivo altre cancellazioni del valore degli asset oltre a quelli già annunciati (400 milioni di euro). Se guardiamo alle prospettive del business di Unicredito vediamo che la sua esposizione sui dinamici mercati dell’Est Europa vale ormai un quarto della sua attività .

Per questo motivo confermiamo la raccomandazione INTERESSANTE con target price a 8,25 euro.
www.websim.it. :specchio:

SBAGLIARE UMANO PERSEVERARE DIABOLICO :(
 

robinud

Forumer storico
Registrato
9 Dicembre 2002
Messaggi
4.096
Località
cagliari
sera ragassuoli...

io aspetto babbo natale, sempre long in leggerissimo gain ma il k.lo continua a farmi male dopo che la mia carr arrivata a 9,17 e tornata a 8,6.

Non sarebbe male andare a passeggiare invece che stare al pc a girarsi le @@ tanto io penso che entro natale vedremo nuovi massimi e li raccoglieremo i frutti per il momento raccolgiamo solo sberle...

buon we a tutti
topografi presidenti e al resto della banda

:D :D :D
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
robinud ha scritto:
sera ragassuoli...

io aspetto babbo natale, sempre long in leggerissimo gain ma il k.lo continua a farmi male dopo che la mia carr arrivata a 9,17 e tornata a 8,6.

Non sarebbe male andare a passeggiare invece che stare al pc a girarsi le @@ tanto io penso che entro natale vedremo nuovi massimi e li raccoglieremo i frutti per il momento raccolgiamo solo sberle...

buon we a tutti
topografi presidenti e al resto della banda

:D :D :D
Ciao Robin!!


passo anche io per augurarvi un buon uic end ! :cool:

PS: carraro che forza oggi!! :cool:












Wall Street si salva con un colpo di reni nel finale. Crolla Merrill Lynch, ancora in calo Citigroup


Ultima seduta della settimana all’insegna della volatilità per la piazza azionaria americana che ha visto gli indici cambiare direzione di marcia, garantendosi comunque una chiusura positiva. La giornata si è aperta in lieve progresso per i listini che però subito dopo hanno ripiegato rapidamente al ribasso, con perdite superiori anche ad un punto percentuale. A questa debolezza ha fatto seguito però un recupero che è diventato sempre più deciso nell’ultima mezz’ora di contrattazioni, grazie soprattutto alla forza mostrata dal comparto tecnologico.
Ancor prima dell’avvio delle contrattazioni sono arrivate buone notizie dal fronte macro, con il report sul mercato del lavoro che ha visto crescere il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo in misura doppia rispetto al previsto. Sono aumentati meno delle attese invece gli ordini alle fabbriche di settembre, anche se la causa scatenante delle vendite è stata un’altra.
Gli investitori infatti sono stati assaliti da un rinnovato timore per la crisi dei mutui subprime che aveva già provocato il crollo di ieri, costringendo ad una pesante performance anche oggi i protagonisti del comparto finanziario.
Nonostante ciò, grazie ad un colpo di reni nel finale, gli indici si sono presentati al suono della campanella tutti preceduti dal segno più. Il Dow Jones e l’S&P500 sono avanzati rispettivamente dello 0,2% e dello 0,08%, mentre il Nasdaq Composite ha guadagnato lo 0,56%, fotografato a quota 2.810,38 punti, dopo aver segnato un minimo a 2.773 e un massimo a 2.817 punti.




Tra i titoli dl Dow Jones, buona performance per quelli legati al ciclo economico, come Caterpillar che sale dell’1,98%, ma riescono a fare bene anche Hewlett-Packard e Intel, in salita dell’1,75% e dell’1,13%.
In calo Exxon Mobil che cede lo 0,64% nonostante la risalita dei prezzi del petrolio,

pagando pegno per la deludente trimestrale diffusa ieri. Tra i finanziari si salva solo American Express che chiude in frazionale rialzo dello 0,05%, diversamente da JP Morgan che perde il 2,64% e da Citigroup che non ferma la sua discesa e arretra del 2,03%, in attesa del Cda straordinario che è stato convocato per questo fine settimana secondo quanto indicato dall’edizione online del Wall Street Journal.

Al New York Stock Exchange, pioggia di vendite per Merill Lynch che, pur riuscendo a recuperare dai minimi, lascia sul parterre il 7,9%, con la flessione più marcata degli ultimi sei anni. Il titolo ha risentito delle pessime previsioni degli esperti di Deutsche Bank che parlano di possibili ulteriori svalutazioni per 10 miliardi di dollari. Dalla stampa si è appreso invece di un’indagine della Sec che vorrebbe far luce su presunti accordi della banca d’affari con alcuni hedge fund per coprire le perdite legate alla crisi dei mutui subprime.

Sul tabellone elettronico del Nasdaq Composite, guadagna terreno Electronic Arts che sale del 2,93% sulla scia della trimestrale diffusa ieri sera a mercati chiusi. Tra i big si segnala l’avanzata di Yahoo che porta a casa il 2,95%, mentre si mantengono più cauti Dell e Google che pure crescono di oltre un punto percentuale.
Chiusura invariata infine per eBay che sale dello 0,06%, nonostante la bocciatura arrivata da Bear Stearns che ha abbassato la raccomandazione sul titolo da “outperform” a “peer perform”.
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
Agenda del 5 novembre


Tags: Agenda Piaggio Prysmian Danieli&C



Prysmian e Piaggio comunicheranno i risultati del terzo trimestre del 2007. Prende il via l'offerta pubblica di vendita e sottoscrizione di Maire Tecnimont, che punta a quotarsi all'MTA. Danieli&C. stacca il dividendo.


ITALIA
Trimestrali
- Prysmian (3° trimestre 2007)
- Piaggio (3° trimestre 2007)

Dividendi
- Danieli&C. (ordinarie: 0,14 euro; risparmio: 0,1607 euro).

IPO
- Prende il via l'offerta pubblica di vendita e sottoscrizione di Maire Tecnimont, che punta a quotarsi all'MTA. L'operazione termina il 20 novembre.

Incontri con la comunità finanziaria
- Maire Tecnimont. Presentazione del progetto di quotazione a Piazza Affari (Milano, ore 11.00).
- Prysmian. Conference call di presentazione dei risultati del terzo trimestre del 2007 (ore 18.30).

Operazioni straordinarie
- Ultimo giorno di quotazione dei diritti del prestito obbligazionario convertibile di Arkimedica. L'operazione termina il 12 novembre.


Trimestrali
Europa
- Altana (Germania, 3° trimestre 2007)
- Dyckerhoff (Germania, 3° trimestre 2007)
- Munich RE Group (Germania, 3° trimestre 2007)
- Ryanair Holdings (Irlanda, 2° trimestre 2007/2008)

Stati Uniti
- Anadarko Petroleum Corporation (3° trimestre 2007)
- Cardinal Health Inc. (1° trimestre 2007/2008)
- Entergy (3° trimestre 2007)
- Sun Microsystems (1° trimestre 2007/2008)
- SYSCO Corporation (1° trimestre 2007/2008)


MACROECONOMIA
GRAN BRETAGNA
- Indice PMI dei servizi a ottobre (ore 10.30). Consensus: 56,0.
- Produzione manifatturiera a settembre (ore 10.30). Consensus: 0,0% m/m; +0,6% a/a.

STATI UNITI
- Indice ISM non manifatturiero a ottobre (ore 16.00). Consensus: 54,0.
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
maramau ha scritto:
quanta gente da ste parti :rolleyes:

ITALCEMENTI va a 14€ :-? :-? :-?

.

buongiorno a tutti.......pochi post ultimamente...credo che questo mercato allontani un po'la gente dai forum......visto la difficolta' di operare......e poi le chat fanno il resto......

comunque.....








Agenda del 6 novembre




Ancora trimestrali a Piazza Affari. Spiccano i numeri di Mediaset e di D'Amico International Shipping. Secondo giorno a disposizione per aderire all'OPVS di Maire Tecnimont.

ITALIA
Trimestrali
- S&P/Mib: Italcementi (3° trimestre 2007, comunicato il 7 novembre); Mediaset (3° trimestre 2007).
- Midex: Safilo (3° trimestre 2007).
- AllStars: D'Amico International Shipping (3° trimestre 2007); Interpump (3° trimestre 2007).
- Standard: Credito Artigiano (3° trimestre 2007); Montefibre (3° trimestre 2007); Olidata (3° trimestre 2007); Poligrafici Editoriale (3° trimestre 2007).

Incontri con la comunità finanziaria
- Mediaset. Conference call di presentazione dei risultati del terzo trimestre del 2007 (ore 18.00).
- D'Amico International Shipping. Conference call di presentazione dei risultati del terzo trimestre del 2007 (ore 13.00).
- Safilo. Conference call di presentazione dei risultati del terzo trimestre del 2007 (ore 15.00).

IPO
- Secondo giorno a disposizione per aderire all'OPVS di Maire Tecnimont.


Trimestrali
Europa
- Bayer (Germania, 3° trimestre 2007)
- BMW Group (Germania, 3° trimestre 2007)
- Gas Natural (Spagna, 3° trimestre 2007)
- Hugo Boss (Germania, 3° trimestre 2007)
- Puma (Germania, 3° trimestre 2007)

Stati Uniti
- Allergan (3° trimestre 2007)
- Archer Daniels Midland Company (1° trimestre 2007/2008)
- BMC Software (2° trimestre 2007/2008)
- Chesapeake Energy Corporation (3° trimestre 2007)
- Citizens Communications (3° trimestre 2007)
- Cognizant Technology Solutions (3° trimestre 2007)
- El Paso Corp. (3° trimestre 2007)
- Emerson Electric (4° trimestre 2006/2007)
- Expeditors International WA (3° trimestre 2007)
- Jacobs Engineering Group (4° trimestre 2006/2007)
- Molson Coors Brewing Company (3° trimestre 2007)
- Peabody Energy Corp. (3° trimestre 2007)
- Spectra Energy (3° trimestre 2007)
- Tenet Healthcare (3° trimestre 2007)
- Valero Energy Corp. (3° trimestre 2007)
- Watson Pharmaceuticals Inc. (3° trimestre 2007)



MACROECONOMIA
ITALIA
- Indice PMI dei servizi a ottobre (ore 10.00).

EUROPA
- Indice PMI dei servizi a ottobre (ore 10.00). Consensus: 55,6.
- Indice PMI composito a ottobre (ore 10.00). Consensus: 54,5.
- Indice dei prezzi alla produzione a settembre (ore 11.00). Consensus: +2,6% a/a.

GERMANIA
- Indice PMI dei servizi a ottobre (ore 10.00).
- Ordini all'industria a settembre (ore 12.00). Consensus: 0,0% m/m.

FRANCIA
- Indice PMI dei servizi a ottobre (ore 10.00).

GIAPPONE
- Indicatore anticipatore a settembre (ore 06.00).

STATI UNITI
- Intervento di Ben Bernanke (presidente della Fed) alla conferenza sulla microfinanza negli Stati Uniti (ore 18.30).
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto