Azioni Italia Stock picking intraday MARZO 2008 (1 Viewer)

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
BUON GIORNO STOCK PICKERS!!!!





LA FRASE DEL MESE

Con il denaro in tasca si e' a casa dovunque. - D. Defoe



Agenda del 3 marzo






In calendario le trimestrali di CR Firenze e Save. Qualche importante dato macroeconomico in Europa e negli Stati Uniti.


ITALIA
Trimestrali
- CR Firenze (Esercizio 2007)
- SAVE (Esercizio 2007)

Assemblee degli azionisti
- Viaggi del Ventaglio. Esame del bilancio del 2007.


Trimestrali
Europa
- HSBC (Gran Bretagna, Preliminari 2007)
- Pearson (Gran Bretagna, Preliminari 2007)



MACROECONOMIA
ITALIA
- Indice PMI manifatturiero a febbraio.
- Indice dei prezzi alla produzione a gennaio (ore 10.00). Consensus: +0,6% m/m; +5,2% a/a.
- Fabbisogno del settore statale a febbraio.

EUROPA
- Indice PMI manifatturiero a febbraio (ore 10.00). Consensus: 52,3.
- Indice dei prezzi al consumo (stima flash) a febbraio (ore 10.00). Consensus: +3,2% a/a.

GERMANIA
- Indice PMI manifatturiero a febbraio.

FRANCIA
- Indice PMI manifatturiero a febbraio.

GRAN BRETAGNA
- Indice PMI manifatturiero a febbraio (ore 10.30). Consensus: 51,0.

STATI UNITI
- Indice ISM manifatturiero a febbraio (ore 16.00). Consensus: 49,0.
- Spesa in costruzioni a gennaio (ore 16.00). Consensus: -0,7%.
- Vendite di autoveicoli a febbraio. Consensus: 15,5 milioni.
 

ciak47

Forumer storico
Registrato
21 Febbraio 2003
Messaggi
1.395
Località
Milano
collegamento veloce x i saluto, spero domani di potermi collegare con + calma

:ciao:
 

fabri69

Forumer storico
Registrato
3 Marzo 2004
Messaggi
4.020
Località
Genova
per chi segue DAN e DANR(primo fra tutti STE-Maramau)

Danieli & C.: commessa in Azerbaijan da 220 mln euro
BUTTRIO (MF-DJ)--Danieli & C. si e' aggiudicata una nuova commessa in Azerbaijan da 220 mln euro, per un investimento totale di 500 mln, relativa alla fornitura di macchinario ed ingegneria per un impianto minerario-metallurgico integrato, dal minerale di ferro al ferro pre-ridotto, con una capacita' annuale di 1,2 mln tonnellate. Lo si apprende da una nota in cui si spiega che la tecnologia oggetto del contratto rientra nella nuova linea di prodotti costituita da impianti di Concentrazione, Agglomerazione e Riduzione Diretta degli ossidi di ferro. Lo sviluppo di questa nuova famiglia tecnologica ha l'obiettivo di portare progressivamente Danieli a 3.800 mln euro di fatturato entro il 2010, in previsione di una contrazione di mercato tra 2-4 anni e quindi evitare ripercussioni importanti sulla operativita' del gruppo. com/am (END) Dow Jones Newswires March 03, 2008 09:17 ET (14:17 GMT) Copyright (c) 2008 MF-Dow Jones News Srl.
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
Wall Street chiude contrastata ma evita un nuovo scivolone nel finale

Solo grazie ad un decisa reazione avutasi nell’ultima mezz’ora di contrattazioni la piazza azionaria americana è riuscita ad evitare il peggio, salvandosi da un nuova ondata di vendite, che sembrava destinata ad avere la meglio dopo lo scivolone di venerdì scorso. La seduta è partita senza particolari scossoni per gli indici che però hanno imboccato da subito la via delle vendite. Una prima reazione si è avuta in seguito alla diffusione dei due dati macro in programma oggi, dai quali sono giunte indicazioni contrastanti. La spesa per le costruzioni ha infatti registrato una flessione più ampia del previsto, che si è aggiunta alla revisione al ribasso della lettura del mese precedente. A superare le attese del mercato è stato invece l’indice ISM manifatturiero che a febbraio è calato rispetto al primo mese dell’anno, scendendo però poco al di sopra della stime della comunità finanziaria. Da segnalare in ogni caso che il dato ha evidenziato la grande difficoltà in cui versa l’attività manifatturiera, con l’indicatore mensile sceso al di sotto della soglia dei 50 punti.

A mettere sotto pressione i listini hanno contribuito inoltre la nuova debolezza del dollaro, che ha segnato nuovi minimi nei confronti dell’euro. Un movimento che ha favorito un’ulteriore impennata delle quotazioni del petrolio, arrivato ad aggiornare ancora una volta il suo record storico, ad un soffio dalla soglia dei 104 dollari al barile.
Ad appesantire gli indici sono state anche le cattive notizie che hanno riguardato il comparto finanziario, dopo che è stata rifiutata l’offerta di Warren Buffett formulata per soccorrere alcuni bond insurer. Il famoso investitore americano, nel corso di un’intervista alla CNBC, non ha escluso un significativo calo dell’economia, aggiungendo che non è stato ancora raggiunto il fondo per il mercato immobiliare.
Nella seconda parte della giornata gli indici hanno così registrato una progressiva accelerazione ribassista, che ha portato a segnare perdite anche superiori ad un punto percentuale, come nel caso del Nasdaq Composite. Grazie ad un colpo di reni nel finale però si è avuto un immediato recupero, che ha portato il Dow Jones ha chiudere gli scambi in frazionale calo dello 0,06%, mentre l’S&P500 ha guadagnato lo 0,05%. E’ rimasto più indietro invece proprio li Nasdaq Composite che viene fotografato a 2.258,6 punti, con un rosso dello 0,57%, dopo aver segnato un minimo a 2.240 e un massimo a 2.311 punti.




Tra i titoli del Dow Jones, da segnalare il rally di Alcoa che mette a segno un progresso di oltre tre punti, ma riescono a fare bene anche Home Depot e Caterpillar che avanzano del 2,03% e dell’1,31%. La salita dei prezzi del petrolio mette di buonumore Exxon Mobil e Chevron che guadagnano rispettivamente lo 0,85% e lo 0,62%.
In difficoltà i titoli del settore finanziario con Aig in frazionale calo dello 0,36%, al pari di American Express che ha limitato i danni allo 0,5%. Più pesante il bilancio di Bank of America e di Jp Morgan che hanno ceduto l’1,41% e il 2,53%.
In rosso dell’1,6% United Technologies dopo aver lanciato un’offerta da 2,63 miliardi di dollari su Diebold, e aver confermato l’outlook per l’anno in corso. In fondo al listino Boeing che arretra del 2,55% dopo la mancata aggiudicazione di una maxi-commessa dal Pentagono.

Sul tabellone elettronico del Nasdaq Composite, tra i big si salvano Biogen e Oracle, in ascesa dello 0,82% e dello 0,8% e chiudono in salita dello 0,2% Intel e Dell.
In netto calo Google che ha lasciato sul parterre il 3,01% dopo i dubbi avanzati dagli analisti di Piper Jaffray che difficilmente si attende una conferma delle stime da parte delle grandi banche d’affari.Vendite anche per Apple che ha lasciato sul campo il 2,53%, frenata dalla mossa di Bank of America che ha taglio le previsioni sugli utili per l’anno in corso e per il prossimo. Gli esperti hanno inoltre abbassato il target price del titolo da 180 a 160 dollari.
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
Agenda del 4 marzo


In calendario il consiglio di amministrazione di Banca Ifis per l'esame dei dati di bilancio. Intervento di Ben Bernanke (presidente della Fed) sui pignoramenti.


ITALIA
Trimestrali
- Banca Ifis (Esercizio 2007).


Trimestrali
Europa
- Adecco (Francia, 4° trimestre 2007)
- ProsiebenSat.1 (Germania, preliminari 2007)

Stati Uniti
- Staples Inc. (4° trimestre 2007)



MACROECONOMIA
EUROPA
- Pil (seconda stima) del quarto trimestre del 2007 (ore 11.00). Consensus: +0,4% t/t; +2,3% a/a.
- Indice dei prezzi alla produzione a gennaio (ore 11.00). Consensus: +4,9% a/a.

STATI UNITI
- Intervento di Ben Bernanke (presidente della Fed) sui pignoramenti (ore 15.00).
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
oggi si è cominciato benino per po scendere negl'inferi.....brekkati anche i 33ooo di spmib...ora la parola a BERNANKE......con il discorso sui pignoramenti...........ho detto tutto... :rolleyes:
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto