Azioni Italia Stock picking intraday 4 --->8 Dicembre 2006 (1 Viewer)

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
BUONGIORNO STOCK PICKERS!!!!







F.A.VON HAYEK
Una qualsiasi forma di libertà della società non è disgiunta dalle possibilità economiche.



Buy & Sell: cosa comprare e cosa vendere nella settimana del 4-8 Dicembre

Piazza Affari chiude la settimana in ribasso (Mibtel -0.7%) Sul S&P/Mib40: 13 titoli in rialzo, 27 in ribasso e 0 invariati. In evidenza i rialzi di: Alitalia +11,56% Autostrade +1,75% Bca Pop Mil +1,55% B Pop Unite +1,3% Fastweb +0,74% In ribasso: Tenaris -2,74% Telecom Ita -2,23% S Paolo Imi -1,86% Generali -1,73% Luxottica -1,70%. In rosso il Techstar (-0.6%).


Piazza Affari chiude la settimana in ribasso : Mibtel (-1.44%) S&P/Mib (-1.64%) All Star (-0.82%) Tech Star (-1.3%). Fra i titoli maggiori si mettono in evidenza: Beni Stabili (+8.08%) Indesit (+7.77%) Alitalia (+3.45%) Banca Italease (+2.91%) Generali (+2.89%). In rosso, invece: Telecom (-5.49%) San Paolo (-5.26%) Amplifon (-4.78%) Mps (-4.59%) Luxottica (-4.49%). I 5 titoli dell'S&P/MIB con la migliore performance da inizio anno sono: Fiat +89,95% Tenaris +78,52% Aem +50,59% Parmalat +46,19% Bca Pop Italiana 43,36%. I peggiori sono: Stmicroelec -10,97% Espresso -10,44% Telecom Ita -8,94% Alleanza -7,98% Pirelli E C -6,44%.


Passando ad un quadro tecnico generale del mercato, l'S&P/Mib, forma una Long Black candle che riporta il prezzo di chiusura al di sotto del livello psicologico dei 40.000 dopo 20 sedute (dal 3 novembre). Il sentiment di mercato sembra cambiato con l'indice che realizza la 6° black candle nelle ultime 8 sedute realizzando la peggior performance settimanale delle ultime 20 (dal 14 Luglio). L'S&P/Mib interrompe così la serie di 24 settimane consecutive in cui il prezzo di chiusura settimanale si è attestato al di sopra del prezzo minimo toccato la settimana precedente, fornendo un pericoloso segnale di rallentamento della spinta degli acquirenti. Operativamente questo segnale ci induce a rimanere liquidi in attesa di evidenti segnali grafici che ci inducano a rientrare.



SITUAZIONE: Quella che si è appena conclusa è stata una settimana all'insegna della correzione, con movimenti ribassisti decisamente più ampi per gli altri mercati europei piuttosto che per Piazza Affari o per Wall Street. Per il momento valutiamo questo aumento della pressione in vendita come semplici prese di profitto, del tutto fisiologiche considerato il forte rialzo messo a segno dalla scorsa estate. Per questo motivo abbiamo deciso, nonostante alcune posizioni in perdita, di mantenere su livelli decisamente elevati l'esposizione, che per tutti i portafogli si attesta intorno all'80%. Naturalmente se durante la prossima ottava dovessero verificarsi ulteriori segnali di debolezza l'operatività sarebbe destinata a un cambiamento, soprattutto per quanto riguarda le Blue Chips, apparse decisamente più sensibili alla debolezza degli altri mercati.

Cross Euro/Dollaro: l'analisi settimanale

La rottura dell’area di medio periodo da tempo indicata come area di compressione dei prezzi verificatasi 2 settimane fa e confermata dall’apertura di questa settimana ha permesso la continuazione della salita dei corsi senza alcuna pausa infrasettimanale; la forza del mercato è stata ulteriormente rappresentata dalla chiusura settimanale molto vicina ai massimi.



Rotto con facilità l’angolo resistenziale posto a 1,3245 il mercato si sta avviando a testare il successivo che attualmente passa a 1,345, livello che accompagnato dall’area 1,348/349 e coincidente con un massimo precedente, potrebbe creare qualche problema di continuazione del trend in atto.

Più sopra troviamo una resistenza statica abbastanza importante a 1,3564, mentre il target più naturale di questo movimento sembra essere almeno 1,3575/85 ed estremo 1,3616. Rileviamo inoltre in area 1,3235/40 l’incrocio angolare tra l’angolo di resistenza appena rotto e l’angolo intermedio rialzista dai minimi di novembre dello scorso anno, mentre i massimi di periodo precedenti a 1,298 assumono la valenza di area statica di sostenimento dei prezzi per i prossimi movimenti di mercato.

1,2481 diventa quindi attualmente la base dell’uptrend di queste ultime settimane, assumendo anche il valore da assegnare al Main,Intermediate e Minor-trend indicator e diventando quindi il livello più importante per il prossimo futuro.

Il primo set-up di una certa importanza lo troviamo nella settimana del 16/12/2006 (in alternativa la successiva del 23/12/2006) ed il successivo nella terza settimana di febbraio; pur prestando attenzione al verificarsi in anticipo di un movimento di una certa importanza, all’interno di questi 2 set-up si potrebbe assistere a un movimento più deciso di quelli visti nell’ultimo periodo.

Operativamente sembra corretto mantenere in essere le posizioni long (come già espresso nel precedente articolo), alleggerendo o anche chiudendo le posizioni al raggiungimento eventuale del livello prima indicato a 1,3575/85.

Sembra anche sensato alleggerire, in caso di mancato raggiungimento del livello, sulla rottura ribassista dei minimi settimanali, poiché ciò potrebbe significare la necessità del mercato di prendersi una pausa per scaricare l’ipercomprato di breve.
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
Piazza Affari, le azioni da tener d'occhio oggi, 4 dicembre
lunedì, 4 dicembre 2006 8.29


*********** CHIUSURE DI VENERDI' 1 DICEMBRE **********

Dow Jones 12.194,13 -0,23%

Nasdaq 2.413,21 -0,76%

S&P/MIB 39.949 -0,80%

******************************************************

Borse europee attese in rialzo. Un operatore sul mercato Cfd prevede che l'S&P/Mib apra in calo di 69 punti a 39.880. Di seguito i titoli che potrebbero influenzare l'andamento di Piazza Affari. Con (*) contrassegnate le integrazioni.

(*) ALITALIA - Secondo il presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà, in un'intervista a La Stampa, per fondere Airone con Alitalia "serve una deroga che il governo deve concordare con l'Autorità". I quotidiani scrivono che fra gli interessati a entrare nella compagnia, figurano Roberto Colaninno, Carlo De Benedetti, Diego Della Valle, Carlo Toto e Luca Cordero di Montezemolo.

Venerdì il Consiglio dei ministri ha deciso venerdì di procedere alla cessione di una quota di controllo di Alitalia da parte del ministero dell'Economia, intorno al 25%, mediante una procedura competitiva a trattativa diretta, rivolta a potenziali acquirenti. [nL01896735] il governo sceglierà prossimamente l'adviser per la gara per la cessione della quota di controllo, ha detto il ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa. Confindustria auspica una cordata italiana che rilevi la quota messa in vendita dal Tesoro, mentre il ministro allo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, non esclude operatori stranieri.

(*) PIRELLI RE - La società ha dato mandato a Deutsche Bank di collocare sul mercato, a partire da oggi, azioni proprie pari al 3,92% del capitale sociale, ad investitori istituzionali.

(*) INTESA-SANPAOLO - Le assemblee di Banca Intesa e Sanpaolo Imi hanno approvato la fusione che porterà alla nascita del primo gruppo bancario in Italia, per numero di clienti e sportelli, che si posiziona anche nella top ten in Europa. [nL013681]

La Fondazione Cariplo vedrà nei prossimi mesi se incrementare la quota nella nuova bannca post fusione. Lo ha detto il presidente, Giuseppe Guzzetti, in una intervista al Sole-24 Ore.

BANCHE POPOLARI - Alla luce delle recenti trasformazioni nel mondo delle banche popolari il governo valuterà una revisione della normativa attuale, incluse le regole sul voto capitario, ha detto il viceministro dell'Economia Roberto Pinza. [nL01910200]

GENERALI - Qualcuno sta comprando titoli Generali in Borsa ma non è Unicredit. Lo ha detto l'Ad della banca, Alessandro Profumo. Secondo il presidente di Mps, Giuseppe Mussari, la quota dell'1,7% nella compagnia non è strategica.

ENI - L'Ad del gruppo, Paolo Scaroni, non vedi problemi di Antitrust sull'intesa siglata con Gazprom sulla rinegoziazione delle forniture di gas all'Italia. Secondo Scaroni, la divisione Gas & Power del gruppo non è adeguatamente valutato dal mercato. "Se il mercato darà una giusta valutazione al settore, il nostro titolo potrà trarne beneficio e creare valore per la società e gli azionisti".

(*) MPS - Per la banca senese la cessione di una parte della sua quota, intorno al 27%, in Finsoe, la finanziaria che controlla Unipol, è una questione da affrontare, ma finora nessuno si è fatto avanti e l'istituto non ha cercato nessuno. Lo ha detto il presidente, Giuseppe Mussari.

ENEL - L'ipotesi che Eni possa entrare nel capitale di Enel attraverso il conferimento di Enipower non ha alcun fondamento. Lo ha detto l'amministratore delegato di Enel Fulvio Conti.

FIAT - Le immatricolazioni di auto in Italia a novembre a si attestano a 190.460 veicoli, in rialzo del 6,16% rispetto allo stesso periodo del 2006. La quota di mercato Fiat si attesta al 31,1%.

UNICREDIT - Potrebbe realizzare un incasso fino a 2,2 miliardi di dollari dalla vendita, il prossimo anno, di una parte della controllata polacca Bph, secondo le stime di alcuni analisti. [nL01659175]

SAIPEM - Si è aggiudicata nelle perforazioni mare tre contratti, in Egitto e in Congo, per 380 milioni di dollari. [nL01877509]

UTILITY - Una E.ON italiana da realizzare nei cinque anni del governo di centrosinistra. E' questo l'auspicio del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Enrico Letta.

CARIFIRENZE - L'arbitrato fra l'Ente Carifirenze - primo azionista della Cassa di Risparmio di Firenze con una quota del 41,16% - e Sanpaolo Imi potrebbe non concludersi. Lo ha detto il presidente della banca fiorentina Aureliano Benedetti. [nCIN262705]

(*) GEOX - Il produttore di scarpe conta di chiudere il 2006 con ricavi e profitti netti in rialzo del 33%, mentre il free cash flow dovrebbe raggiungere quota 150 milioni di euro. Per il 2007 la società vede ricavi a 800 milioni e un ebitda margin in crescita del 2,5% sull'anno precedente, secondo quanto scrive il Sole di ieri.

CDB WEB TECH - De Agostini acquisterà da Carlo de Benedetti e Banca Intermobiliare il 51,4% di Cdb Web Tech a 2,86 euro per azione e lancerà un'Opa sul resto del capitale a un prezzo unitario di 2,874 euro. [nL0128117]

ENERTAD - Parte oggi l'opa da parte di ERG sul 48,66% non posseduto di Enertad per concludersi il 27 dicembre. [nL01829334]

RCS - Il neo azionista di Rcs Media Group, Giuseppe Rotelli, condivide la strategia di sviluppo del gruppo editoriale e non ha intenzione di chiedere un posto nel cda. [nLA894381]

PAGNOSSIN - E' in attesa di notizie sull'operazione di ristrutturazione del gruppo prevista dall'accordo annunciato lo scorso settembre tra Iprei e Vetrofin, i cui termini sono scaduti giovedì scorso. Il titolo, insieme a RICHARD GINORI, è rimasto sospeso dalle negoziazioni di borsa anche venerdì.

BORGOSESIA - Ha perfezionato il contratto di acquisizione di Proser, società di consulenza e servizi immobiliari. [nL01875590]
 

Bob71

Forumer attivo
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
266
Grazie caro ;) senti sai se sono giusti i supporti e le resistenze riportati nella sezione AT per i vari titoli? Ho visto che sono aggiornati al 2 quindi dovrebbero essere validi anche per oggi no? :D
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
Bob71 ha scritto:
Grazie caro ;) senti sai se sono giusti i supporti e le resistenze riportati nella sezione AT per i vari titoli? Ho visto che sono aggiornati al 2 quindi dovrebbero essere validi anche per oggi no? :D

nn ho fatto caso....ma credo siamo in buone mani.....

io seguo anche questo...


http://laborsadeipiccoli.com/


..i pareri autorevoli nn guastano mai.... :up: e aggiungo anche che ti tolgono un bel po' di lavoro... :D
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto