Azioni Italia Stock picking intraday 11--->15 Giugno 2007 (1 Viewer)

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
BUONGIORNO STOCK PICKERS!!!!






Il piu' grande piacere per un avaro e' la rinuncia a un piacere. - G. Benn.


AGENDA DELL'11 GIUGNO

Prende il via l’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione di Landi Renzo, che punta a quotarsi al segmento Star. Screen Service debutta al segmento Expandi. Interpump stacca il dividendo.


ITALIA
IPO
- Prende il via l'offerta pubblica di vendita e sottoscrizione di Landi Renzo, che punta a quotarsi al segmento Star. L'operazione terminerà il 20 giugno.
- Sesto giorno a disposizione per aderire all'ops di RDB.

Borsa Italiana
- Screen Service debutta al segmento Expandi.

Dividendi
- Star: Interpump (0,18 euro).






MACROECONOMIA
ITALIA
- Produzione industriale ad aprile (ore 10.00). Consensus: +0,3% m/M; +2,1% a/a.

EUROPA
- Audizione di Trichet (presidente della BCE) alla commissione degli affari monetari del parlamento europeo.

FRANCIA
- Produzione industriale ad aprile (ore 08.45). Consensus: +0,1% m/m.

GRAN BRETAGNA
- Indice dei prezzi alla produzione (output) a maggio (ore 10.30). Consensus: +0,4% m/m; +2,4% a/a.

GIAPPONE
- Pil (seconda stima) del primo trimestre del 2007 (ore 01.50). Consensus: +0,8% t/t; +3,1% tt/aa.



R.Di Lorenzo: la correzione potrebbe non essere finita, ma l'impostazione di fondo resta positiva


Euro sempre in correzione; confermiamo la previsione short. Rimaniamo ancora senza la copertura del cambio sui portafogli in dollari.
Le obbligazioni in euro e in USD sono sempre in ribasso, anche violento. Direi di fermare a questi livelli la duration dei vostri portafogli.
Le Borse hanno accennato la correzione secondaria attesa; potrebbe non essere ancora del tutto finita, però il fondo appare sempre buono. State lunghi mentalmente e togliete quasi del tutto le coperture effettuate con l’acquisto di put o vendita di futures sull’indice.



Durante questa correzione il fondo virtuale che gestisco su Marketocracy ha tenuto botta bene: il rendimento annuo è del 40.55% contro “solo” il 16.80% dell’indice S&P500:
http://www.marketocracy.com/cgi-bin...undPublicPage/source=AlMlDlOeDoIiAhFnMaKiAbDc
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
Piazza Affari: volatilità e rischio in aumento, ma sono possibili dei rimbalzi anche veloci. Una carrellata di Blue Chips consigliate per le prossime giornate



Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice S&P/Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Pasquale Torcolacci, trader privato e titolare del sito: www.iltraderinborsa.it. L’intervista è stata realizzata in collaborazione con Roberto Scudeletti.

L’indice S&P/Mib si è lasciato alle spalle una settimana vissuta tutta all’insegna delle vendite, arrivando a testare l’area dei 41.500 punti. Ritiene che il movimento ribassista possa dirsi ormai concluso e lasciare il posto ad un rimbalzo nell’immediato? Quali sono le attese e i livelli da monitorare per le prossime giornate?

La situazione si è deteriorata, con possibili rimbalzi solo di natura tecnica. Già due settimane fa davamo come più probabile la discesa dell’indice, con target zona 42500 che la settimana scorsa è diventato punto cruciale tra tenuta ed ulteriore ribasso. Infatti il suo cedimento ha provocato una nuova discesa verso zona 41500, sotto la quale spazio per 41000 e la chiusura del gap up a 40794, con possibile estensione verso il target indicato dal grafico settimanale a 40mila circa. Al rialzo, fino a 42300 prima ed eventualmente 42500-700 poi, il movimento farebbe solamente un pull, prima di un successivo e profondo ribasso verso gli obiettivi prima indicati. Nel breve il frame orario offre al rialzo quota 41900 come spartiacque da quota 42150, sopra la quale spazio per 42500-600 circa, mentre al ribasso attenzione al cedimento di 41600-520 che provocherebbe una discesa verso 41300 prima e 41100-41000 poi.

Durante la scorsa ottava, Buzzi Unicem e Italcementi sono state due tra le blue chips più penalizzate dalle vendite. Ritiene che la recente correzione possa essere sfruttata come opportunità di acquisto? Quali suggerimenti ci potrebbe offrire per le prossime sessioni?

Ricordiamo che entrambi i titoli sono tra i migliori degli ultimi 3-4 anni, quindi secondo la nota regola chi più guadagna più è esposto a perdite maggiori. Buzzi Unicem ha effettuato una galoppata dalla primavera di 2003 da 5 euro a quasi 27 il primo giugno 2007 ! Ecco quindi che una correzione da tali livelli fino a zona 24.50 circa può essere ben digerita dal titolo. Nei prossimi giorni attenzione alla tenuta di questo livello, sotto il quale spazio per 24 prima Piazza Affari: volatilità e rischio in aumento, ma sono possibili dei rimbalzi anche veloci. Una carrellata di Blue Chips consigliate per le prossime giornate suo superamento porterebbe il titolo in area 14.40-70 prima di un ulteriore tentativo di superare e mantenere quota 15 euro, mentre al ribasso il cedimento di 14-13.80 darebbe spazio a 13.60-50 prima e 13.20-13 poi.

Ci sono altri titoli che in questo momento offrono interessanti opportunità di acquisto? A quali in particolare guarderete nel corso delle prossime giornate?

Queste giornate forniscono da un lato molta volatilità e quindi maggior rischio, dall’altro possibilità di forti rimbalzi successivi a forti ribassi, per cui è necessario attuare tutte le accortezze di gestione del rischio possibili, quali la riduzione dei quantitativi investiti e una ancora più rigida applicazione degli stop loss senza farsi prendere dalla foga dei “saldi” apparenti.
Con questa strategia in testa e la consapevolezza che la maggior parte dei titoli sono in trend negativo, monitoriamo TELECOM su tenuta dei 2.04, AEM su tenuta di 2.83, ALLEANZA su tenuta di 9.615 circa ed attenzione anche a MPS e MEDIOBANCA
 

robinud

Forumer storico
Registrato
9 Dicembre 2002
Messaggi
4.096
Località
cagliari
uscito da CARR

a 8.20 e 8.32

ha lasciato un gap aperto troppo grande da 7.95 max di venerdì a 8.20 di oggi.

Comunque oggi sono riuscito a recuperare tutto il loss della settimana scorsa e mettendomi in tasca un bel gain........

700 € di loss recuperati

800 € di gain

tot 1500 €


:up:

adesso spero e aspetto che parta CLASS

:up:
 

maramau

Forumer storico
Registrato
14 Marzo 2006
Messaggi
1.256
Località
Trieste
:ciao: :ciao: :ciao:

COMMENTO DEL 11/06/2007. La scorsa settimana ha
comportato fra le altre cose la perdita della
tendenza rialzista di medio periodo inaugurata
alla fine di marzo, vista la violazione del long
stop settimanale: un evento paventato, che ha
indotto a dimezzare ancora una volta
l’esposizione long, ora ad un conservativo 20% di
portafoglio. Di fatto permane soltanto l’uptrend
di lungo periodo, quello annunciato ad ottobre
del 2003 e che in tutto questo tempo non è mai
venuto meno: il long stop mensile è stato più
volte avvicinato o anche toccato, ma mai
superato, sicché gli investitori, e solo loro,
possono mantenere le posizioni strategiche sul
mercato azionario fino a prova contraria. Non
dimentichiamo d'altronde che il decalogo del bull
market suggerisce ancora l’estrema probabilità
che i massimi di maggio siano migliorati, prima o
poi. Nell’immediato il mercato italiano è
ipervenduto, il Down Volume è vicino a livelli
che nel passato hanno anticipato dei rimbalzi, le
opzioni Put sulle azioni sono state più del
doppio rispetto alle Call in tre degli ultimi
cinque giorni e dal punto di vista dell’ampiezza
di mercato siamo prossimi a livelli che hanno
sempre anticipato delle ripartenze del mercato.
Non si può escludere da qui alla fine del mese
ulteriori minimi (anzi questo appare uno scenario
piuttosto probabile), ma la prospettiva di
recuperare parte del terreno perso da qui alle
scadenze tecniche appare un’opzione ragionevole.
Il fatto che nessun commentatore abbia fatto
notare il testa e spalle ribassista che si è
formato dalla seconda metà di aprile in poi
sull’indice di piazza Affari è un elemento che ne accentua la credibilità...
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
robinud ha scritto:
uscito da CARR

a 8.20 e 8.32

ha lasciato un gap aperto troppo grande da 7.95 max di venerdì a 8.20 di oggi.

Comunque oggi sono riuscito a recuperare tutto il loss della settimana scorsa e mettendomi in tasca un bel gain........

700 € di loss recuperati

800 € di gain

tot 1500 €


:up:

adesso spero e aspetto che parta CLASS

:up:




cioa robin..un saluto a mara....


anche io su carr sono uscito in open sperando in un ritracciamento...ora provero a rientrare con pochissima roba....e nel caso di ritracciamentomediare nello stretto...


l'open di oggi suggerisce che il titolo a questi prezzi è ancora appetibile ma dopo lo"sciacquone di venerdi"..il timore di rimanere incastrati è alto..in virtu' del fatto che ifondi possono permettersi di comperare e dimenticarsi delle posizioni se un titolo vale...noi un po' meno... :rolleyes:
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
robinud ha scritto:
io rientrato su carraro a 8,26 ..... ho notato troppa forza

:up:

concordo robin.....open in gap up e di ritracciare neanche a parlarne.....domani provero' a rientrare....speravo in un asta + bassa......ma niente..... :rolleyes: naturalmente se dovessi comprare piu' in alto ,visto che le hai tu, mi dispiacera' molto meno meno-..... :up:
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
Wall Street chiude contrastata. Vendite su Apple al Nasdaq, GM ancora protagonista in positivo


L’incertezza ha tenuto in ostaggio oggi Wall Street che dopo il buon rimbalzo di venerdì scorso, non è riuscita a trovare la forza per proseguire lungo il sentiero rialzista, nonostante i tre indici principali ci abbiano provato a più riprese nel corso della sessione. In assenza di dati macro di rilievo per la seduta odierna, gli operatori hanno preferito muoversi con cautela, alla luce anche della grande incertezza che aleggia intorno al futuro dei tassi di interesse americani. Nel corso di un intervento odierno, il numero uno della Fed di Cleveland, Pianalto, ha puntato ancora una volta l’accento sull’inflazione, presentato come maggiore rischio, nonostante i buoni fondamentali dell’economia.
Questo ha dato man forte a quanti pensano che la Fed possa procedere ad un ulteriore incremento del costo del denaro, mentre altri tentano ad escludere questa ipotesi, sulla scia della debolezza che interessa ancora il comparto immobiliare. A generare un po’ di nervosismo ha contribuito l’ulteriore rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato, con il T-Bond che ha toccato un massimo intraday del 5,16%.
Frenate così le velleità dei rialzisti, il Dow Jones ha terminato gli scambi esattamente sulla parità, mentre il più ampio S&P500 ha guadagnato lo 0,1%. Segno meno invece per il Nasdaq Composite che ha ceduto un frazionale 0,05% a 2.572,15 punti, dopo aver segnato un minimo a 2.566 e un massimo a 2.584 punti.

Tra i titoli del Dow Jones, non si arresta la corsa di General Motors che dopo il rally di venerdì scorso ha continuato a guadagnare posizioni, salendo del 2,48%. Bene anche Merck e Verizon Communications, in ascesa rispettivamente dell’1,81% e dell’1,02% e avanza leggermente anche Exxon Mobil che porta a casa lo 0,46%, grazie alla risalita delle quotazioni dell’oro nero.
Segno meno invece per i ciclici, con Du Pont e 3M che hanno ceduto rispettivamente lo 0,78% e lo 0,74%, seguiti da Honeywell e Home Depot che hanno chiuso in calo entrambi dello 0,63%.

Sul tabellone elettronico del Nasdaq Composite, in seguito ad un avvio positivo, Apple ha invertito pesantemente la rotta, terminando gli scambi in flessione del 3,45%. Il titolo non è riuscito a trarre alcun sostegno dalle indiscrezioni di stampa relative alle trattative con alcuni studios di Hollywood per il noleggio di film tramite iTunes.
Tra i big perdono quota anche Aplied Materials e Google, in calo rispettivamente dello 0,9% e dello 0,81%, al pari di Cisco Systems che arretra dello 0,6%. In controtendenza Oracle che sale dello 0,79% insieme a Dell che porta a casa lo 0,95%.
 

patt

Forumer storico
Registrato
6 Dicembre 2002
Messaggi
20.706
Località
un pò qua un pò là
Agenda del 12 giugno


Proseguono le offerte di LandiRenzo e di RDB, che puntano a quotarsi al segmento Star. In agenda la trimestrale di Gruppo Coin.


ITALIA
IPO
- Secondo giorno a disposizione per aderire all'opvs di LandiRenzo.
- Settimo giorno a disposizione per aderire all'ops di RDB.

Trimestrali
- Gruppo Coin (1° trimestre 2007/2008).


Trimestrali
Stati Uniti
- Lehman Brothers Holdings (2° trimestre 2006/2007)



MACROECONOMIA
EUROPA
- Produzione industriale ad aprile (ore 11.00). Consensus: +0,3% m/m; +4,3% a/a.

GRAN BRETAGNA
- Indice dei prezzi al consumo a maggio (ore 10.30). Consensus: +2,5% a/a.

GIAPPONE
- Indice di fiducia delle famiglie a maggio (ore 07.00). Consensus: 48,0.

STATI UNITI
- Deficit pubblico mensile a maggio (ore 20.00). Consensus: -60,5 miliardi di dollari.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto