Spero di essere utile : Il valore della Borsa Oggi (1 Viewer)

shamrock

Forumer attivo
Registrato
25 Aprile 2002
Messaggi
310
Località
Mar Ligure
questo è un copia e incolla trovato in rete, mi sembra molto interessante. :)


Il Valore Della Borsa Oggi
6/14/2002 13:57

La psicologia del mercato la si può spiegare con il grafico ed è pessima. L'unica differenza di interpretazione è tra chi pensa che sia talmente pessima da avere esaurito il ribasso e chi dice che fino a quando resta negativa è da stupidi ipotizzare che cambi.

Ma bene o male sotto la psicologia qualcosa di reale alla lunga c'è e ogni tanto occorre provare con i dati disponibilia misurare il valore della borsa e lo stato dell'economia.

La borsa dovrebbe valere in media quanto gli utili delle imprese attesi per i prossimi anni scontati al tasso di interesse a lungo termine. A chi specula non interessa, ma chi ha 2 mila miliardi da investire e deve allocarli tutti una o due volte all'anno (e non può cambiare idea una volta alla settimana) guarda a queste cose. Se i tassi sono bassi e gli utili più alti la borsa dovrebbe valere di più e viceversa.

Al momento gli utili medi attesi sono di 36-37 $ per azione per le 500 società delll'S&P 500. I più pessimisti dicono solo 30 $ per azione. Vediamo perchè e cosa vuole dire.


Queste che seguono sono la stima media di tutti gli analisti americani degli utili dell'S&P 500, misurate da First Call. Come si cede si stima oggi un P/E di 37 corrente (2001) e il P/E atteso per il 2002 è di circa 20.

Gli utili come si vede per azione sono crollati da 50 $ per azione nel 2000 a 24.9 $ per azione nel 2001 e ci si attende 50 $ nel 2002.
[/img]
Ma io sono molto orso e dico che non mi fido e che quelli ''reali'' sono solo 36-37$ anzi sono disposto a scendere il più possibile e dire che siano solo 30$ forse.

Perchè so che negli ultimi due anni per effetto di forzature contabili varie la differenza tra utile operativo e utile contabile formale GAAP è aumentata molto.
(la differenza dei due grafici si è ampiata molto dal 2000 e riflette i pasticci di Enron, Global Crossing, Tyco, Dynegy ecc....).

(NB: questa grafico è la stima della differenza tra utili operativi e utili a bilancio secondo GAAP che ho trovato già graficata per comodità di spiegazione, ma non ho capito benissimo il valore assoluto che usa).

Inoltre la differenza tra la previsione e lo stato corrente non è mai stata così ampia, per cui devo essere prudente. La differenza tra i due grafici non è mai stata così ampia e indica appunto perchè la psicologia sia così pessimista e tanta gente non creda più agli analisti. Ma il grafico mostra anche come ha funzionato nel passato. In media le previsioni di utile sono abbastanza corrette ed è stupido pensare che non c'entrino niente con la realtà. Nel passato le previsoni sono sempre state molto vicine alla realtà (come si vede) e il gap attuale è l'eccezione più che la regola.

Ad ogni modo ora i tassi americani a 10 anni sono sul 4.7% perchè sono calati molto. (I tassi di oggi sono in realtà più bassi di quelli del grafico qui sotto che è di un mese fa e siamo oggi sul 4.75%, ma avevo fretta)

Quindi usando la notissima formula (descritta tante volte e che non richiamo perchè la usano tutti) abbiamo che i valori ''giusti'' per l'S&P 500 sono quelli che seguono:

Il valore corretto degli S&P va da un minimo di 930 nel caso più pessimista a un massimo di 1.160. Al momento siamo a 997.

Se i tassi scendono ancora il valore si alza. Se l'economia e le stime di utile peggiorano si abbassa. Ma al momento siamo qua e notate ho usato numeri più bassi della media. A Goldman Sachs usano numeri sui 40 $ per azione e dicono che la borsa è sottovalutata del 20-25% ad esempio. Il valore medio usato dal mercat è 36,34 dollari.

(NB, la tabella calcola il valore corretto degli S&P sulla base di due input: tasso di interesse a 10 anni e utili attesi per azione)

Chi non ci creda è pregato di notare che la relazione tra P/E della borsa e tassi di interesse è fortissima. E' stupido dire che in media gli S&P negli ultimi 70 anni hanno avuto un P/E di 14 e quindi dobbiamo scendere molto. Dobbiamo guardare il P/E medio quando i tassi di interesse erano simili a quelli attuali.
E' una cosa da bambini, ma cosa serve fare un confronto con tempi in cui i tassi di interesse erano del 10 o 12% ?

Bene, ma la tecnologia ? Gli utili dell'S&P sono molto correlati con la domanda di software e hardware e in effetti c'è stato un crollo di questa. Al momento il mercato prevede un forte rialzo degli utili e la domanda di tecnologia è in termini di ciclo al livello del 1983 come variazione annuale negativa.

Quindi il crollo della domanda di software e hardware è drammatico, ma il grafico stesso (analisi tecnica ?) mostra che ha toccato il fondo.

E la Liquidità ? Come si vede esiste una forte relazione tra base monetaria creata dalla FED e P/E della borsa.

Il valore della borsa aumenta quando c'è molta liquidità. Al momento in termini di crescita della base monetaria siamo su livelli alti a cui corrisponde in genere un P/E più alto.

Notare come il crollo del 2001 sia correlato con una variazione negativa forte della base monetaria


CONCLUSIONE.

I DATI (numeri come quelli del prezzo) che abbiamo indicano che il mercato è valutato in modo corretto al momento, sulla base delle stime di utile più ''pessimiste'' che possiamo scegliere e dei tassi di interesse correnti.

Obiezione. E se l'economia peggiora e tutte le stime di utile si rivelano errate di molto ?

Questo alla prossima
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto