Spending review:caccia F-35 NON ESISTONO PENALI (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.193
la volgiamo tagliare questa spesa inutile e dannosa?

costa troppi miliardi


[ame="http://www.youtube.com/watch?v=uQgHxH8TQg0&feature=channel&list=UL"]Passaparola - Le armi di distruzione di massa dell'Italia - Francesco Vignarca - YouTube[/ame]
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.193
Finmeccanica: Bonelli, ecco perché non tagliano mai spese militari


"Ora abbiamo capito perché le spese militari che, nel nostro Paese sono lievitate oltre i 40 miliardi di euro, non subiscono mai tagli. Evidentemente perché dietro l'acquisto degli armamenti c'è un ampio sistema di corruzione rispetto a cui la politica è in ginocchio come dimostra l'inchiesta di Napoli". Lo dichiara il presidente dei Verdi Angelo Bonelli. "Sono ormai anni - sottolinea - che chiediamo al governo di tagliare le spese militari a partire dal programma per gli F-35
che costerà agli italiani 15 miliardi di euro: ma queste nostre richieste sono rimbalzate su un muro di gomma e non hanno avuto mai nemmeno una risposta".
 

Mr Luis

Forumer storico
Registrato
25 Luglio 2012
Messaggi
2.682
la volgiamo tagliare questa spesa inutile e dannosa?

costa troppi miliardi


[ame="http://www.youtube.com/watch?v=uQgHxH8TQg0&feature=channel&list=UL"]Passaparola - Le armi di distruzione di massa dell'Italia - Francesco Vignarca - YouTube[/ame]
Facciamo una petizione online??
come già sta succedendo x la Tobin tax, e bene che vada ....... la cestinano, tanto comandano "LORO" (chi ti dice che questi soldi già non se li sono spartiti :lol::lol::lol:) oramai non mi meraviglierei più di nulla
e con la multa come la mettiamo??? recessione della commessa / contratto di fornitura, solo con questa ci fanno un mazzzzzzo, vedi ponte sullo stretto con Impregilo, ho sentito in giro sarebbero 300 mil neuros da versare :eek:
morale: come ci mettiamo mettiamo, sempre li va finire :wall::wall::wall:, sempre grazie ai ns. uomini guida :(
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.193
Monti pontifica, ma alla Camera spendono 5 milioni per i parcheggi


ma risparmiano sugli ammalati con il taglio dei postiletto negli ospedali
di FABRIZIO DAL COL
Monti è già in campagna elettorale e mentre tra le forze politiche sale sempre di più la tensione a causa di un accordo sulla nuova legge elettorale che non si riesce a trovare, Montecitorio è in preda al panico per le scarse risorse finanziarie disponibili. Risorse che di norma sono sempre state utilizzate solo per accontentare i partiti a fine legislatura. E mentre si discute di ciò, la Camera approva la spesa di 5 milioni di Euro in tre anni per garantire lo spazio adeguato per i posteggi delle auto dei parlamentari. Che a Roma la viabilità sia da sempre un caos generale e che pur di parcheggiare molto spesso si arrivi alle mani, lo sanno tutti. Ma la spesa di 5 milioni di euro in tempi in cui i parlamentari preferiscono persino non farsi riconoscere come tali per non rischiare di prendersi qualche ceffone, ha il sapore per i Cittadini di una vera e propria presa per il culo. Guardando nel dettaglio il provvedimento, dove si spiegano gli obbiettivi che lo stesso si prefigge, si scopre che all’obbiettivo D.4 è spiegato come favorire la mobilità: “L’attività è diretta a favorire adeguati tempi di percorrenza dei vari tragitti verso la Camera per gli utenti delle sedi”. Tra i diversi e lacunosi provvedimenti previsti, c’è anche la motivazione di quello relativo all’obbiettivo D.4 : “l’incremento della disponibilità di parcheggi a disposizione degli utenti parlamentari migliorandone l’efficienza di utilizzo mediante una razionalizzazione degli spazi nelle aree interne a disposizione della Camera”.
Chi non ricorda quando il premier nelle sue conferenze si faceva vanto e pontificava che il suo governo, nonostante abbia applicato una politica del rigore inflessibile, non ha avuto quelle rilevanti contestazioni che invece avevano avuto gli altri Stati in difficoltà?

Oppure quando sosteneva che il suo governo, contrariamente a quelli che lo avevano preceduto, non ha avuto né scioperi né contestazioni di rilievo?
Se è ancora di questo parere, abbia allora il coraggio di sostenerlo anche oggi visto che la Camera ha approvato la spesa dei 5 milioni per i suddetti parcheggi nel totale silenzio del suo governo.

Professore, le vede e le sente le contestazioni che il suo governo subisce in questi giorni?

Non sarebbe il caso di valutare e ascoltare anche quelle motivazioni che arrivano dalle piazze?

Magari chiedersi perché queste contestazioni continuano a fiorire ogni giorno di più, rischiando prima o dopo di sfociare in qualche cosa di peggiore?

Infine, ci dica professore, quanto tempo ancora i Cittadini dovranno subire l’onta di veder continuamente sperperati i loro denari, visto che il suo governo ha fatto poco o nulla per fermare tale emorragia e, anzi, ha prodotto un innalzamento di quella spesa pubblica che invece si era impegnato a tagliare e poi non ha mantenuto le promesse?
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.193
CHI ha tagliato i fondi alla sanità?
i politici regionali per pagarsi i loro esosi stipendi [tipo Trota- Minetti-,,,ecc]
oppure i finanziamenti dei partiti regionali [tipo Polverini- Fiorito-ecc...]
lasciando gli ammalati e i vecchi senza le risorse necessaria per curarsi!

[FONT=&quot]Allarme di Monti: la sanità pubblica è a rischio[/FONT]
[FONT=&quot]Monti lancia l'allarme sulla tenuta del Servizio Sanitario Nazionale. Consumatori furiosi: "[/FONT][FONT=&quot]si taglino gli sprechi" altro che "nuovi metodi di finanziamento". [/FONT]




[FONT=&quot]http://www.investireoggi.it/attualita/allarme-di-monti-la-sanita-pubblica-e-a-rischio/#commenti[/FONT]
[FONT=&quot]3commenti[/FONT][FONT=&quot] [/FONT]
[FONT=&quot][/FONT][FONT=&quot][/FONT]
[FONT=&quot]SULLO STESSO TEMA [/FONT]
[FONT=&quot]Servizio Pubblico, puntata del 22 novembre 2012: Oppure Monti [/FONT]
[FONT=&quot]Ballarò, puntata del 20 novembre 2012: un anno di Governo Monti, dove eravamo, dove siamo e dove saremo [/FONT]
[FONT=&quot] [/FONT]
[FONT=&quot]Leggi altri articoli nel
Tutto Su Mario Monti[/FONT]

[FONT=&quot]La sostenibilità finanziaria del Servizio Sanitario Nazionale potrebbe non essere più garantita nel medio termine. A lanciare l’allarme è stato il presidente del Consiglio Mario Monti durante un suo intervento in videoconferenza all’inaugurazione del Centro per le biotecnologie e la ricerca biomedica della Fondazione Rimed.[/FONT]
[FONT=&quot]Riferendosi allo stato di salute della sanità pubblica italiana, Monti ha affermato che l’invecchiamento della popolazione, da un lato, e la crisi economica, dall’altro, potrebbero rendere necessari dei cambiamenti nelle forme di organizzazione di servizi e prestazioni nonchè nelle forme di finanziamento dei sistemi sanitari occidentali, compreso quello italiano. Il rischio palesato da Monti è che anche l’ottimo SSN non riesca a reggere all’urto delle trasformazioni in atto.[/FONT]
[FONT=&quot]“Abbiamo la consapevolezza di vivere un momento difficile – ha affermato Monti – la crisi ha colpito tutti e ha impartito lezioni a tutti. È importante riflettere sulle lezioni impartite dalla crisi. Il campo medico non è un’eccezione, le proiezioni di crescita economica e quelle di invecchiamento della popolazione mostrano che la sostenibilità dei sistemi sanitari, incluso il nostro servizio sanitario nazionale, di cui andiamo fieri potrebbe non essere garantita se non ci saranno nuove modalità di finanziamento e di organizzazione dei servizi e delle prestazioni”.[/FONT]
[FONT=&quot] [/FONT]
[FONT=&quot]La risposta dei consumatori[/FONT]
[FONT=&quot]L’allarme lanciato da Monti ha provocato una dura presa di posizione da parte della Federconsumatori che in comunicato molto accesso ha accusato il presidente del consiglio di essere corresponsabile dell’annunciato collasso della sanità pubblica italiana.[/FONT]
[FONT=&quot]“Sono preoccupanti – ha affermato Federconsumatori – le dichiarazioni rilasciate dal Presidente del Consiglio sul grave rischio di collasso che incombe sulla nostra sanità pubblica. Il premier ha confermato ciò che ripetiamo da tempo, spiegando che “la sostenibilità futura del nostro Sistema Sanitario Nazionale, di cui andiamo fieri, potrebbe non essere garantita”.[/FONT]
[FONT=&quot]Questo non è che il risultato di anni di politiche di tagli e riduzioni di risorse, attuate anche da questo Governo, che hanno letteralmente messo in ginocchio la sanità pubblica.[/FONT]
[FONT=&quot]A differenza di quanto dichiara il Presidente del Consiglio, però, la soluzione non consiste nell’individuazione di “nuove modalità di finanziamento per servizi e prestazioni”: questa posizione si tradurrebbe infatti in un immediato aumento dei costi a carico dei cittadini. Occorre invece smentire con forza chi sostiene che non si può più dare tutto a tutti, provvedendo immediatamente a:[/FONT]
[FONT=&quot]1 – Confermare l’impianto universalistico del nostro sistema sanitario.[/FONT]
[FONT=&quot]2 – Rimettere al centro i bisogni di cura e di salute del cittadino, disegnare e finanziare un’architettura sanitaria, in termini di tempi, spazi, beni e servizi, tecnologie e infrastrutture, investimenti nella ricerca scientifica e personalizzazione di diagnosi e cure.[/FONT]
[FONT=&quot]3 – Prendere atto delle novità, delle priorità, quindi dei cambiamenti della domanda di salute, e programmare le risorse in funzione delle patologie, della prevenzione, dei tempi e della continuità dei percorsi terapeutici.[/FONT]
[FONT=&quot]4 – Tagliare inefficienze e sprechi, ottimizzando le risorse e facendo in modo che i fondi vengano impiegati per i servizi ai cittadini.[/FONT]
[FONT=&quot]

Link: [/FONT]
[FONT=&quot]http://www.investireoggi.it/attualita/allarme-di-monti-la-sanita-pubblica-e-a-rischio/#ixzz2DWMjYqi9[/FONT][FONT=&quot][/FONT]
[FONT=&quot] [/FONT]
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.193
[FONT=&quot]Copertina Maurizio Crozza, Ballarò puntata del 27 novembre 2012 (IL VIDEO)[/FONT]
[FONT=&quot]“Salviamo gli ospedali”, nella copertina, sempre divertente di Maurizio Crozza, l'argomento della settimana è questo.[/FONT]




[FONT=&quot][/FONT]
[FONT=&quot]1commento[/FONT][FONT=&quot] [/FONT]
[FONT=&quot] [/FONT]
[FONT=&quot]SULLO STESSO TEMA [/FONT]
[FONT=&quot]Sanità: salta il patto per la salute [/FONT]
[FONT=&quot]Tagli posti letto sanità: diritto alla salute per tutti [/FONT]
[FONT=&quot]agli: sanità pubblica un servizio per poveri [/FONT]
[FONT=&quot] [/FONT]
[FONT=&quot]Leggi altri articoli nel
Tutto Su Tagli sanità[/FONT]

[FONT=&quot]La [/FONT][FONT=&quot]puntata di Ballarò[/FONT][FONT=&quot] andata in onda ieri sera, [/FONT][FONT=&quot]martedì 27 novembre 2012[/FONT][FONT=&quot], è stata aperta dalla copertina di Maurizio Crozza: in due minuti il comico genovese ha riassunto con sarcasmo i fatti salienti di quest’ultima settimana in Italia. La parentesi inizia con il rischio di [/FONT][FONT=&quot]privatizzazione del servizio s[/FONT][FONT=&quot]anitario, trapelato dalle parole di Mario Monti. Il Presidente del Consiglio ha evidenziato la necessità di trovare nuovi FINANZIAMENTI per sostenere il servizio sanitario: e se si usassero gli F35 (da 90 milioni di euro) come ambulanze? Crozza si chiede, insieme a molti italiani, come sia possibile in un Paese civile che salvare gli ospedali non sia importante quanto salvare le banche.[/FONT]
[FONT=&quot] [/FONT]
[FONT=&quot]Impossibile non parlare della sinistra partendo da una domanda che tutti gli italiani si fanno e che troverà risposta solo domenica prossima: ma per il [/FONT][FONT=&quot]ballottaggio[/FONT][FONT=&quot] si devono pagare altre due euro? Lo vogliono sapere soprattutto i tossici in stazione che fermavano la gente chiedendo 2 euro per votare. Intanto stasera ci sarà il confronto tra [/FONT][FONT=&quot]Bersani e Renzi[/FONT][FONT=&quot]: Crozza ipotizza che per conquistare i voti di Vendola potrebbero anche arrivare a sposarsi. Ironia anche sulle regole alla base del ballottaggio (di cui si parlerà anche in puntata): può votare solo chi ha già votato, chi era registrato nel termine e chi porta una [/FONT][FONT=&quot]GIUSTIFICAZIONE[/FONT][FONT=&quot] per non essersi potuto registrare. Forse Bersani temeva che dal Pdl potessero votare Renzi? Si immagina così Berlusconi travestito per non farsi riconoscere che va a votare per il sindaco di Firenze adducendo giustificazioni. Si ma quali? Ad esempio che è stato rapito insieme a Spinelli, oppure che non aveva i 2 euro ma solo banconote da 500 euro e nessuno in seggio aveva il resto. Bersani resta comunque il favorito al ballottaggio: è giunta per lui l’ora di governare? Si appena conclusi gli accordi con Vendola, poi Di Pietro, poi Casini (che porta dentro anche Montezemolo): mi sa che Bersani sarà il primo a votare Renzi![/FONT]
[FONT=&quot][ame=http://www.youtube.com/watch?v=woe4mHhPWTs&feature=channel&list=UL]Ballarò - MAURIZIO CROZZA - 27/11/2012 - "Salviamo gli ospedali!" - YouTube[/ame][/FONT]
[FONT=&quot]E si parla anche delle [/FONT][FONT=&quot]primarie del Pdl[/FONT][FONT=&quot], a rischio dopo l’annuncio di Berlusconi di voler “tornare alla cosa azzurra”. Crozza consiglia a Silvio di pensare al cuore e smetterla con le cose azzurre. Poi pensa ad Alfano “non è mai il suo momento”, lo paragona così al principe azzurro solo che Angelino è rimasto rospo! Si chiude con un pensiero ad Emilio Fede, che ha presentato di fronte ad una sala vuota il suo nuovo movimento politico. L’ex direttore del Tg 4 ha iniziato salutando tutti, ovvero Ombretta Colli. Ma qualcuno del Pdl non poteva aiutarlo? Magari Samorì poteva mandargli un pullman di anziani ad esempio.[/FONT]
[FONT=&quot]

Link: [/FONT]
[FONT=&quot]http://www.investireoggi.it/attualita/copertina-maurizio-crozza-ballaro-puntata-del-27-novembre-2012-il-video/#ixzz2DWPpS1kj[/FONT]
[FONT=&quot][/FONT]
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.193
Non ci sono soldi per la sanità, per l'istruzione... per i servizi di prima necessità

ma per la guerra
si trovano sempre
Difesa: Consiglio Supremo, Italia pronta a nuove missioni internazionali

Difesa: Consiglio Supremo, Italia pronta a nuove missioni internazionali - Milano Finanza Interactive Edition

in Commenti, Interni
Sanità: al via il nuovo atto del macello sociale di Monti & Co.

Più articoli su Sanità, governo Monti


La "bomba di Monti" di ieri non è una bomba. Almeno nel senso che era ampiamente annunciata (non dai media di massa, naturalmente) o quanto meno ampiamente prevedibile.
Che la Sanità fosse al centro delle attenzioni dei tecnici è cosa ovvia, che sia uno dei baluardi del nostro welfare, pur con tutte le sue - evidenti - storture e corruzioni intrinseche al sistema politico clientelare che ne ha succhiato l'essenza, anche. Che il problema di uno spreco di risorse dovuto alla gestione politica del settore debba essere risolto rasando al suolo tutta l'istituzione nel suo complesso è invece cosa che solo dei servi della speculazione potevano proporre: forti del fatto che si tratta di un settore fortemente infiltrato da incrostazioni politico mafiose ora i super tecnici hanno gioco facile a dimostrare la sua insostenibilità e dunque, ovviamente, a proporre la via di una privatizzazione per risolvere la questione.
Si deve stare molto attenti, nell'inquadrare questo ambito.
di Valerio Lo Monaco


 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto