Serie TV (1 Viewer)

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
22.218
Località
Via Lattea
I giovani d'oggi (e di ieri) sono dipendenti dalle serie TV.
I cinquantenni un po' meno.

Da ragazzo vedevo Happy Days, da ometto ho apprezzato E.R. (ho i DVD di tutte le 15 annate) e Dr. House, ma la recente inflazione di serie TV mi pare perniciosa.

Ho provato a seguire alcune di quelle Marvel / Netflix: Luke Cage, Iron Fist e Defenders, ma solo la terza non mi ha lasciato perplesso.

Ho provato a vedere qualche episodio di Vikings, ma non ce la faccio. Ben realizzato, ma non mi avvince.

________________________________

[omissis] mi ha fatto vedere un paio di episodi di "The Night Of", con John Turturro, Riz Ahmed e Bill Clamp.
L'ho vista fino in fondo (sono solo 8 episodi e, soprattutto, UNA SOLA stagione).
Recitata in modo eccellente.
In estrema sintesi è la storia di un processo per omicidio. Stra-consigliata.


Sempre [omissis] mi ha fatto conoscere "American Gods". L'autore del libro da cui è tratta la serie è un esperto di mitologia (credo soprattutto nordica), e il creativo spunto di partenza è la guerra tra gli Dei antichi (Odino, una dea africana ecc.) e gli dei moderni (il cellulare, ad esempio), guerra che coinvolge dei mortali interessanti.

Ho visto la prima stagione, e ora credo che comprerò il libro perché non ho voglia di aspettare mesi per vedere come va a finire.

Thenightof-2.jpg


american-gods-illo.jpg
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
22.218
Località
Via Lattea
Ho visto su Netflix due episodi di Black Lightning, un supereroe che, come dice il nome, è di colore e spara scosse elettriche come Pikachu.
Un supereroe della DC Comics.




Che cosa vi posso dire?
La Marvel Comics ha istituito un supereroe nero senza fulmini ma forzuto e invulnerabile (almeno alle armi terrestri), anch'esso passato su Neflix, e a mio avviso si poteva fare a meno di entrambe le serie.


Forse il problema è che DC Comics e Marvel da anni fabbricano film così pieni di azione, che quando si vede una serie TV si ha l'impressione di essere stati lì per una quarantina di minuti per vedere qualcosa che poteva essere raccontato in cinque.


D'altro canto, le migliori opere cinematografico-fumettistiche sono - a mio avviso - quelle dove non c'è solo azione, bensì anche qualche dialogo (magistralmente scritto) e un po' di psicologia, opere che hanno bisogno di tempi lunghi, ma senza gli spazi apparentemente vuoti di una serie TV.

La trilogia di Spiderman di Sam Raimi, e soprattutto quella del Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan, per esempio, sono uno straordinario mix: in 7-8 ore si può assistere ad una storia di azione, ben scritta e con gli elementi "umani" che servono.



Qualcosa di molto politically molto poco correct è la serie TV Archer: un cartone animato dove il protagonista è un agente speciale di grandi qualità.

archer - YouTube
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
22.218
Località
Via Lattea
Ho comprato il libro di American Gods.
C'è qualche differenza con la serie TV, ma per ora niente di stravolgente. Ad esempio, non mi pare di avere letto che Shadow sia nero. Però è stato in carcere. O forse ero distratto.

Segnàlo che Laura, la moglie di Shadow nella serie TV "American Gods", è Violet Baudelaire in "Una serie di sfortunati eventi".
Come crescono le bambine!
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
22.218
Località
Via Lattea
Con letizia comunico che, dopo le delusioni di Luke Cage, Iron Fist, Black Lightning e la parziale consolazione di Defenders, posso annunciare che finalmente c'è una Serie TV di Supereroi che, per la prima volta, dopo ogni episodio non fa commentare "45 minuti, e non è successo un qazzo".

Scavo psicologico dei personaggi, dialoghi e recitazione sono abbastanza lontani dalle trilogie cinematografiche capolavoro nel genere ("The Dark Knight" di Christopher Nolan e "Spiderman" di Sam Raimi), però almeno ogni volta c'è un po' di sana azione.


Siamo nel mondo DC Comics.
Nel 2166 Savage, un dittatore sanguinarissimo e (pressoché) immortale, sta massacrando l'umanità.
Un Signore del Tempo ha deciso di fermarlo, assassinandolo in epoche precedenti a quegli eventi, e per questo viaggia fino al 2016 e raduna alcuni veri e propri supereroi, uno scienziato con tuta (stile Ant-Man), una guerriera addestrata da Ra's al Ghul, due ladri e si mette in viaggio con loro.
Non devono combattere solo contro Savage, ma anche contro i capi del Signore del Tempo, che lo bànnano e gli dànno la caccia perché ritengono sbagliato violare la linearità del tempo andando nel passato.


DC's Legends of Tomorrow | Netflix



I miei personaggi preferiti sono interpretati dal "ladro" Wentworth Miller (un gran bell'uomo, pare anche dentro, con una voce che trovo teatrale), e ovviamente la "ex killer" Caity Lotz (lei credo sia lesbica solo nella serie TV ma non nella vita reale; lui forse il contrario).

Wentworth_Miller.png


tumblr_nz2kk4xQ6M1rjs8uyo1_400.gif


cl2.gif


cl.gif
 
Ultima modifica:

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
22.218
Località
Via Lattea
I plutocrati membri di Bilderberg con Amazon Prime possono apprezzare il simpatico "The Tick".

Tra le tante cose positive, gli episodi durano meno di mezz'ora.

 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto