Manuli Rubber (MRI) Segnalazione - Manuli Rubber - (1 Viewer)

luciozzz

Banned
Registrato
29 Dicembre 2002
Messaggi
349
A 1,90 Euro l'opa non andrà a buon fine.

A 1,92 ne ho comprate 50000 riservandomi di comprare ad un prezzo più basso.

Una cosa è certa. Non possono permettersi di lanciare un'opa su un titolo che a 1,90 Euro quota 11 volte gli utili 2002 e circa 8 volte gli utili 2003.

E' giunta l'ora di dire basta a questo fenomeno.


Allego un interessante articolo:

MF -
Numero 121, pag. 13 del 20-06-2003

di Carla Ferron

I fondi chiedono un rilancio a 2,2 €.

Deutsche boccia l’opa Manuli
«Per difendere l’interesse dei sottoscrittori del nostro fondo non consegneremo in opa le azioni Manuli rubber presenti nel portafoglio di Zeta medium cap». Paolo Prati, gestore di Dws (gruppo Deutsche bank), boccia l’offerta pubblica d’acquisto lanciata dalla famiglia Manuli sulle azioni della società quotata a piazza Affari. E la bocciatura rischia di avere un ruolo di rilievo nella riuscita o meno dell’operazione finalizzata al delisting dell’azienda: Zeta medium cap, infatti, è uno dei più importanti soci di minoranza della Manuli, con una quota di poco inferiore all’1,5%. Non solo. Dice ancora Prati: «Dai primi contatti avviati sappiamo che ci sono altri fondi intenzionati a fare altrettanto. Difficilmente, quindi, le adesioni all’opa potranno superare il 98%, cosa che imporrà una secondaria». I motivi della contestazione dei fondi? Il prezzo offerto, innanzitutto: 1,9 euro, contro i 2,91 del collocamento avvenuto nel 1997. «Si tratta di un prezzo che valuta solo nove volte gli utili e che non tiene conto dell’evoluzione industriale del gruppo», spiega Prati. Che sottolinea, in particolare, l’indebitamento quasi dimezzato della Manuli nell’ultimo anno: la posizione finanziaria netta a fine 2002 era negativa per 26,4 milioni di euro, contro i 43,6 del 2001. «Senza contare», aggiunge il gestore, «che sul prezzo del giorno antecedente l’annuncio dell’opa il premio offerto è solo dell’11,7%». Ma la famiglia Manuli è finita nel mirino del fondo Deutsche anche per un’altra ragione. «Nel 2001», racconta Prati, «la società ha approvato un buy back sul 9,9% del capitale con scadenza maggio 2003. Il rispetto della delibera avrebbe offerto vantaggi a tutti gli azionisti. Così non è stato e oggi la famiglia Manuli compra privatamente le azioni che non ha ritenuto opportuno comprare prima con il buy back». Che cosa chiede, oggi, il fondo Deutsche? «Un rilancio, che peraltro avrebbe un costo contenuto per la famiglia, che ha già il 74% delle azioni. Un prezzo equo? 2,2 euro», risponde Prati.
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.471
Concordo in toto.

Si rischia 1% o poco più (oggi si comorava sulla lettera a 1.925 rispetto a 1.90 di opa) ed in caso di rilancio si è dentro.
 

luciozzz

Banned
Registrato
29 Dicembre 2002
Messaggi
349
Finito gli acquisti a 1,905 Euro adesso ho in carico Manuli a 1,91 Euro

Dal Sole24ore odierno un interessante articolo:


Manuli: via alla fusione con Finm

MILANO 1 Manuli si prepara al delisting anche nel caso in cui
l’opa della controllante Finm non andasse in porto. A poco più di
una settimana dalla scadenza (l’offerta termina il 25) infatti, il consiglio di amministrazione della società — già controllato per il 74,16% dalla famiglia Manuli — ha avviato i preliminari per l’eventuale fusione per incorporazione della società in Finm. Nel prospetto informativo dell’Opa, la holding di famiglia aveva già indicato questa possibilità. L’opa riguarda la quota della società ancora quotata al segmento Star di Borsa Italiana, pari al 25,84% del capitale. Il prezzo fissato è di 1,9 euro per azione e perchè l’offerta abbia successo deve raccogliere almeno il 15,84% del capitale. Pochi giorni fa il Presidente di Finm, Mario Manuli, aveva chiarito che «non ci sarà una proroga della scadenza per l’adesione, ne tantomeno un rilancio». Ed aveva confermato che il delisting della società è un punto fermo nelle strategie del gruppo. La manovra di ieri, secondo fonti finanziarie, è stata influenzata dal timore di non ricevere sufficienti adesioni all’Opa. In particolare, un fondo d’investimenti di diritto inglese si sarebbe opposto all’operazione chiedendo (senza ottenerlo) un rilancio sul prezzo e, in coordinamento con altri investitori e risparmiatori privati, avrebbe raggiunto più o meno il 12% del flottante.
 

luciozzz

Banned
Registrato
29 Dicembre 2002
Messaggi
349
OPA MANULI RUBBER INDUSTRIES (1/7/2003 – 25/7/2003)

n. 1.618.158 azioni ordinarie

Pertanto dalla data di inizio del periodo di adesione sono state presentate adesioni per complessive:

n. 2.429.079 azioni ordinarie, pari all’11,24 % dei titoli oggetto dell’offerta
 

luciozzz

Banned
Registrato
29 Dicembre 2002
Messaggi
349
I Manuli hanno attualmente in mano il 78,91% del capitale.

OPA MANULI RUBBER INDUSTRIES (1/7/2003 – 25/7/2003)

n. 1.045.954 azioni ordinarie

Pertanto dalla data di inizio del periodo di adesione sono state presentate adesioni per complessive:

n. 3.975.495 azioni ordinarie, pari al 18,40 % dei titoli oggetto dell’offerta


Oggi ultimo giorno per il rilancio.
 

luciozzz

Banned
Registrato
29 Dicembre 2002
Messaggi
349
OPA MANULI RUBBER INDUSTRIES (1/7/2003 – 25/7/2003)

n. 916.911 azioni ordinarie

Pertanto dalla data di inizio del periodo di adesione sono state presentate adesioni per complessive:

n. 4.892.406 azioni ordinarie, pari al 22,64 % dei titoli oggetto dell’offerta


I Manuli hanno attualmente in mano l'80% del capitale.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto