Raggi voto zero (1 Viewer)

chantal_bbb

Nuovo forumer
Registrato
3 Novembre 2019
Messaggi
46
sono ormai passati tre anni e mezzo, all'incirca, e la vecchia dicotomia "quelli prima hanno fatto un disastro" non funziona più. In questo lungo tempo un sindaco in gamba avrebbe risollevato Roma. Una città sempre più decadente, accartocciata su stessa, abbrutita dall'indifferenza e dal menefreghismo istituzionale. Da un sindaco che sembra fatto apposta per causarne un declino inarrestabile ed inaccettabile.

Raggi dovrebbe dimettersi. Se avesse dignità e rispetto per la sua città e i suoi cittadini, dovrebbe dimettersi.

Passerò un po' in rassegna cosa sta accadendo a Roma grazie alla peggiore amministrazione pubblica che abbia mai avuto.

Ad esempio, cosa è cambiato da quando la raggi era allora consigliere comunale all'opposizione e cinguettava contro Marino "quando piove Roma si allaga, eppure basterebbe un po' di manutenzione" o qualcosa di simile.
Manutenzione, bella parola. Cos'è cambiato da allora? Adesso che c'è lei le hanno pulite le caditoie?

NO. Anzi. La manutenzione ordinaria non si fa più. Mi soffermo sulle recenti piogge, che non sono state nulla di eclatante ma con una città dove la manutenzione è a zero diventa tutto problematico :

"Maltempo, automobilisti intrappolati e salvati. Oltre 700 interventi per allagamenti e alberi caduti"
 

ROVIGO

Forumer storico
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.861
sono ormai passati tre anni e mezzo, all'incirca, e la vecchia dicotomia "quelli prima hanno fatto un disastro" non funziona più. In questo lungo tempo un sindaco in gamba avrebbe risollevato Roma. Una città sempre più decadente, accartocciata su stessa, abbrutita dall'indifferenza e dal menefreghismo istituzionale. Da un sindaco che sembra fatto apposta per causarne un declino inarrestabile ed inaccettabile.

Raggi dovrebbe dimettersi. Se avesse dignità e rispetto per la sua città e i suoi cittadini, dovrebbe dimettersi.

Passerò un po' in rassegna cosa sta accadendo a Roma grazie alla peggiore amministrazione pubblica che abbia mai avuto.

Ad esempio, cosa è cambiato da quando la raggi era allora consigliere comunale all'opposizione e cinguettava contro Marino "quando piove Roma si allaga, eppure basterebbe un po' di manutenzione" o qualcosa di simile.
Manutenzione, bella parola. Cos'è cambiato da allora? Adesso che c'è lei le hanno pulite le caditoie?

NO. Anzi. La manutenzione ordinaria non si fa più. Mi soffermo sulle recenti piogge, che non sono state nulla di eclatante ma con una città dove la manutenzione è a zero diventa tutto problematico :

"Maltempo, automobilisti intrappolati e salvati. Oltre 700 interventi per allagamenti e alberi caduti"

Se si è nati ( e “cresciuti “) in Italia e si incolpa il Sindaco/a quale unico/a responsabile dell’inefficienza della Città, significa che :

>>> Si è in malafede politica o delle teste di 0I0 !!!

Per dire ciò che hai scritto, bisognerebbe dare al Sindaco/a la facoltà di assumere/licenziare dal suo VICE all’ultimo dei dipendenti che, a vario titolo,prendono una RETRIBUZIONE dal Comune & consociate.

Questo per evitare ci sia chi ostacola/danneggia/intralcia o peggio…….. SABOTAGGI.

La richiesta delle dimissioni di un ELETTO ,normalmente, viene fatto da chi ha perso la possibilità di…. farsi i 0I0 suoi e rosica!
 

chantal_bbb

Nuovo forumer
Registrato
3 Novembre 2019
Messaggi
46
Rovigo, tu sei di Rovigo? Io sono di Roma. E ti dico che raggi è il peggior sindaco che Roma abbia mai avuto. Il tuo ragionamento è alquanto bizzarro.....quindi il sindaco non è mai responsabile di nulla?
Per quanto riguarda i "licenziamenti", ti informo che raggi ha effettuato 20 rimpasti di giunta, traduzione : ha cambiato 20 volte i suoi assessori. Vedi tu.
Cortesemente, evitiamo i flame inutili.
 

chantal_bbb

Nuovo forumer
Registrato
3 Novembre 2019
Messaggi
46
Già, evidentemente l'80% dei cittadini romani "rosica".

"Raggi bocciata da 8 romani su 10: i risultati del sondaggio Tecné per Agenzia DIRE

Otto romani su dieci bocciano la Sindaca Raggi. A tre anni e mezzo dall'inizio del suo mandato è questo il giudizio che emerge dal sondaggio realizzato da Tecné per l'Agenzia DIRE sulle intenzioni di voto a Roma in vista delle elezioni amministrative 2021.

Il sondaggio: otto romani su dieci bocciano la Sindaca Raggi
Pagella impietosa per Virginia Raggi: l'82% dei romani intervistati le dà un voto più basso di 6, tra l'1 e il 5; il 9% la sufficienza; solo sei cittadini su 100 la promuovono con voti compresi tra il 7 e il 10. Il 3% non sa.

Raggi bocciata da Roma nord alla Garbatella
Una bocciatura che attraversa tutta la città. I giudizi più bassi arrivano dalle due estremità della Capitale: la Sindaca Raggi "merita" l'insufficienza per l'88% dei residenti del Municipio VIII (Garbatella), per l'87% di quelli di Roma Nord (Municipio XV), per l'86% dei montesacrini (Municipio III) e per l'85% del IV Municipio.

Verso le elezioni 2021: solo 10 su 100 voterebbero Raggi
In termini 'elettorali', il giudizio negativo è ancora più evidente: in caso di elezioni l'80% non voterebbe per Raggi, lo farebbe solo il 10%.

Una bocciatura tutta personale. Nelle intenzioni di voto, contenute nello studio presentato da DIRE e Tecnè nella Sala Caduti di Nassirya del Senato a Palazzo Madama, il M5s oggi raccoglierebbe il 18% (la metà rispetto alle amministrative del 2016 ndr): in caso di candidatura la Sindaca Raggi verrebbe però votata solo dal 10. Poco meglio di lei l'alternativa presentata nel sondaggio: Alessandro Di Battista si assesterebbe all'11.

Giunta Raggi: dall'82% dei romani voto insufficiente
Non solo Virginia Raggi. La bocciatura dei romani è per l'operato di tutta la Giunta: voto insufficiente per l'82% degli intervistati; le sufficienze si assestano al 13% solo il 9% assegna un '6' e appena il 4% si spinge oltre, con un voto da 7 a 10.

Il programma della Sindaca
Una valutazione fortemente influenzata dall'opinione dei cittadini rispetto al programma presentato dalla prima cittadina all'inizio del mandato: per il 50% degli intervistati Raggi non ha realizzato nulla di quanto promesso, per il 36% ha fatto poco, solo per il 9% ha realizzato in gran parte il programma.

Romani insofferenti, dai rifiuti ai trasporti: servizi bocciati
Romani insofferenti. Bocciati in blocco tutti i servizi erogati dall'amministrazione comunale: a salvarsi sono solo gli eventi culturali e di intrattenimento (con un indice di apprezzamento - voti da 6 a 10 - pari al 53%) e la cura del patrimonio artistico e culturale (52), vicini alla sufficienza anche i servizi al turismo (47) e la cura del Centro storico (45).

I tasti più dolenti sono quelli legati anche alla stretta attualità: l'86% dei romani boccia (voti da 5 a 1) la raccolta e gestione dei rifiuti urbani, l'85% stronca la manutenzione di strade e marciapiedi e l'83% la situazione del traffico e dei parcheggi.

Bassissimo anche l'indice di gradimento del trasporto pubblico tra autobus e metro, bocciato dal 75% dei cittadini dell'Urbe, così come gravemente insufficienti vengono giudicati la gestione dell'immigrazione (71%), le politiche per la casa 66%), l'efficienza dei servizi della Pa (70%) e i servizi per anziani e disabili (67%). Male anche la sicurezza (64%), la cura dei quartieri (73%), il decoro e l'illuminazione (73%), i servizi scolastici (60%), la cura del Litorale (56%), e la cura del verde e dei parchi pubblici (54%)."

 

ROVIGO

Forumer storico
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.861
Rovigo, tu sei di Rovigo? Io sono di Roma. E ti dico che raggi è il peggior sindaco che Roma abbia mai avuto. Il tuo ragionamento è alquanto bizzarro.....quindi il sindaco non è mai responsabile di nulla?
Per quanto riguarda i "licenziamenti", ti informo che raggi ha effettuato 20 rimpasti di giunta, traduzione : ha cambiato 20 volte i suoi assessori. Vedi tu.
Cortesemente, evitiamo i flame inutili.
:-? Nessun intento di "flame" da parte Mia. Ma semplice puntualizzazione.
:) Sei di Roma? e da quanto?


Tovane uno che, dopo aver ricevuto il mandato, anche a "furor dì popolo", dopo 2/3 anni di amministrazione non avesse deluso i ROMANI!
 

chantal_bbb

Nuovo forumer
Registrato
3 Novembre 2019
Messaggi
46
Perbacco, allora hai i tuoi annetti......scherzo eh! Beh, a parte il fatto che Roma ha avuto buoni e cattivi sindaci, tanto che alcuni sono stati riconfermati al secondo mandato e quindi la maggioranza degli elettori era soddisfatta. Io non parlerei di DELUSIONE quanto di CAPITALE DEGRADATA, IMMOBILE E RETROCEDENTE. I danni che questo sindaco e la sua giunta stanno facendo a Roma sono gravi.
 

chantal_bbb

Nuovo forumer
Registrato
3 Novembre 2019
Messaggi
46
Finalmente siamo arrivati alle tante agognate elezioni! Finora questo sindaco, uno dei peggiori che Roma abbia mai avuto, è stata blindata. Mai visto un personaggio politico così intoccabile. Già questo lascia parecchio da pensare. Finalmente però gli elettori potranno esprimere la propria idea senza pericolo di essere minacciati per avere espresso la propria opinione. Non solo Roma è diventata una capitale da terzo mondo, con caratteristiche vergognose ed inaccettabili per essere definita una capitale europea. E' il clima di terrorismo mediatico, di censura politica, di reato di opinione che è diventato allarmante.
 

chantal_bbb

Nuovo forumer
Registrato
3 Novembre 2019
Messaggi
46
Ops, dimenticavo di postare una chicca last minute :

Elezioni comunali, “si vota il 2 ed il 3 ottobre”: sul sito di Roma Capitale pubblicata la data sbagliata

Ovviamente, ça va sans dire, hanno corretto l'errore e adesso sul sito istituzionale la data è giusta :rotfl: non sanno neanche quando i cittadini voteranno : speriamo di trovare i seggi pronti nella data corretta! Approfitto per dire che anche il sito è penoso e per accedervi occorre addirittura autenticarsi.
 

chantal_bbb

Nuovo forumer
Registrato
3 Novembre 2019
Messaggi
46
A proposito di green pass e vaccino anti-covid : non entro nel merito della discussione (almeno qui) e non approvo che i candidati politici debbano farne una strumentalizzazione ai fini elettorali. Personalmente, non valuterò certo il candidato sindaco sulla base della vaccinazione o non vaccinazione. Mi chiedo tuttavia come farà la Raggi il 15 ottobre a sfuggire all'obbligo di vaccinazione o di esibizione del green pass quando accederà in Campidoglio. Dite che per quella data si sarà già insediato il nuovo sindaco e quindi il problema non la riguarderà?:cool:
 

chantal_bbb

Nuovo forumer
Registrato
3 Novembre 2019
Messaggi
46
Meno male che tra pochi giorni ci togliamo dalle scatole questo sindaco arrogante e anche bugiardo, una delle ultime chicche :

"Virginia Raggi lascia il conto da pagare. Nel bilancio di Roma 122 milioni di perdite

Al suo arrivo la gestione economica era in attivo di 277 milioni. Dopo 5 anni il rosso sfonda i 100

Virginia Raggi lascia il conto da pagare. Nel bilancio di Roma 122 milioni di perdite

Al suo arrivo la gestione economica era in attivo di 277 milioni. Dopo 5 anni il rosso sfonda i 100.



La sindaca Virginia Raggi dichiara risultati eccezionali nella gestione dei conti del Comune di Roma ma non è così. L’analisi dei documenti ufficiali dei bilanci del Campidoglio è impietosa. E consegna un quadro disastroso dei flussi economici nel quasi quinquennio di governo di Virginia. Che lascerà ai successori una voragine contabile che si è allargata inesorabilmente nel corso di tutto il suo mandato.
E dire che il dato di partenza non era poi così male. La prima cittadina aveva ereditato dal predecessore, il prefetto Francesco Paolo Tronca (commissario straordinario fino al giugno 2016) un rendiconto economico in attivo. Non è possibile quantificare l’effetto Raggi nel secondo semestre dello stesso anno e cioè al periodo nel quale era effettivamente alla guida della città. Fatto sta che, alla fine del 2016, l’ultima riga dei conti riportava un risultato positivo di oltre 277 milioni di euro.


"Cade sulla data". Lo svarione sul sito del Comune e Calenda sfotte la Raggi: "Non sa quando si vota a Roma"

Un margine di vantaggio importante che l’azione amministrativa di Virginia ha, però, iniziato a «rosicchiare» l’anno successivo.
Alla fine del 2017, sempre secondo i dati ufficiali delle delibere comunali con le quali si approvano e validano i conti, il Campidoglio non presentava ancora il rosso, ma l’attivo si era praticamente dimezzato: il risultato d’esercizio finale si era attestato a 110 milioni di euro.
Certo la macchina amministrativa costa e, almeno nella contabilità pubblica la ricerca dell’avanzo non è un obbligo, così una riduzione del valore finale non è da considerare una iattura. Forse però un campanello d’allarme doveva perlomeno suonare. E invece così non è stato.

Colpo di coda della Raggi: assemblea a due giorni dal voto. Golpe sulle partecipate?

Così da quel momento, e cioè dal 2018, la discesa negli inferi del rosso contabile è stata progressiva e continua. Nel terzo anno di mandato la Raggi e la sua giunta hanno chiuso un ciclo gestionale catastrofico con un buco di 41,6 milioni di euro.
E non c’è stato niente da fare nemmeno nel 2019, quando la perdita ha iniziato a prendere le dimensioni di una voragine. Alla fine di quell’anno, infatti, nell’ultima riga del documento economico era scritta una cifra consistente pari a 62,4 milioni. Unico problema il segno meno davanti al numero che, come una zavorra, ha condannato anche la gestione successiva. Nel 2020, infatti, complice anche l’effetto pandemia e gli effetti della gestione straordinaria, il buco nel conto economico capitolino si è tramutato in un autentico pozzo senza fondo. L’ultimo consuntivo, basato sulle componenti positive e negative secondo i criteri di competenza economica (disponibile sul sito del Comune di Roma) si è chiuso infatti con un rosso monstre pari a 122,6 milioni di euro. È l’organismo di revisione comunale a spiegare cosa sia accaduto nella contabilità capitolina nella relazione allegata al bilancio. Alla pagina 44 si legge: «Rispetto al risultato economico conseguito nel 2019 si rileva una perdita di 122 milioni di euro. In peggioramento rispetto al 2019, dovuto al risultato negativo della gestione straordinaria (-159 milioni rispetto al 2019) non adeguatamente compensato dai valori positivi delle altre gestioni».


Un fardello pesante che si troverà sul tavolo il nuovo primo cittadino dopo il suo insediamento. Chiunque sia, anche la Raggi stessa, dovrà faticare non poco per raddrizzare la barra nella direzione del pareggio. Una realtà diversa dagli annunci della Raggi sugli effetti benefici della cura grillina nelle casse comunali. In una dichiarazione del 5 agosto scorso Virginia ha affermato: «Ancora una volta possiamo dire che i conti di Roma sono in ordine e che si torna a investire per il rilancio della città». Non è così. Baste leggere le carte contabili, saper fare di conto e armarsi di pazienza per leggere le considerazioni dei revisori contabili nella sezione della trasparenza".

Che la trasparenza per la raggi fosse un optional l'avevamo capito. Basti pensare che non si è nemmeno presentata all'audizione della Corte dei Conti. Una sola parola : VERGOGNA.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto