Ragazzz....gli euri portano sfîga...in particolare quelli greki... (1 Viewer)

andersen1

Patrimonio dell'umanitâ
Registrato
8 Maggio 2009
Messaggi
5.355
Dietro la moneta da 1 euro greca c'e' un GUFO.....ma proprio il gufo portasfiga ? Poi si lamentano che vanno in default....che sphigati i greki.
 

andersen1

Patrimonio dell'umanitâ
Registrato
8 Maggio 2009
Messaggi
5.355
[ame]http://www.youtube.com/watch?v=LoJy-ryoy0Q[/ame] Vabbê gufo o civetta sempre sfïga ë
 
Ultima modifica:

andersen1

Patrimonio dell'umanitâ
Registrato
8 Maggio 2009
Messaggi
5.355
Non ne ho piu'...gia' spesi. Ora sto attento e li rifiuto come resto.
 

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
50.260
Località
Il mondo dei sogni
sarebbe la civetta di Atena, dea della saggezza
Sarà normale che mi venga la faccina con gli occhi a cuore? :lovin:

Atena Glaucopis - Da Omero in poi, l'epiteto di Atena più comunemente usato in poesia è glaukopis (γλαυκώπις), che viene solitamente tradotto come con lo sguardo scintillante o dagli occhi lampeggianti. Il termine è una combinazione di glaukos (γλαύκος, che significa "lucente", "argenteo" "azzurro" e, in epoche più tarde "blu-verdognolo" e "grigio") e ops (ώψ, "occhio" o talvolta "viso"). È interessante notare che glaux (γλαύξ, civetta) deriva dalla medesima radice, probabilmente per i particolari occhi di cui è dotato l'animale. La figura di quest'uccello capace di vedere di notte è strettamente legata alla dea della saggezza: a partire fin dalle prime raffigurazioni è dipinta con la civetta appollaiata sulla testa. In epoca arcaica Atena potrebbe essere stata una dea-uccello. Atena è la dea della chiarezza che si rispecchia nell'occhio. Per questo il suo epiteto più consueto è glaucopide, traducibile sia come " dagli occhi azzurri " sia " dagli occhi di civetta ". L'etimo però è identico e significa splendente, come del resto glaucos viene anche riferito al colore splendente del mare. Ciò che caratterizza la civetta rispetto ad altri uccelli, è appunto l'occhio grande e splendente, e nell'occhio azzurro e luminoso si riassume anche l'essenza di Atena. Così la civetta divenne l'animale sacro ad Atena.

A me il dettaglio della comune radice dell'aggettivo "azzurro, lucente" e del sostantivo "civetta" piace tanto.... :love:
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto