quattro carabinieri spintonano, picchiano un rifugiato politico (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
Il video del rifugiato politico picchiato dai carabinieri

Il video del rifugiato politico picchiato dai carabinieri




11/07/2012 - La civiltà è bandita a San Lorenzo


Share409




di Tommaso Caldarelli


“Ma non potete farlo!”, urla qualcuno degli astanti. San Lorenzo, via degli Ausoni, pieno giorno: ieri alle 20.30 della sera una pattuglia di Carabinieri in borghese – si saprà solo in seguito che i quattro scesi dalla Renault Clio sono agenti delle forze dell’ordine – spintona, picchia e tenta di introdurre nell’automobile un ragazzo somalo, che si proclama rifugiato politico.

LEGGI ANCHE: Per i carabinieri i gay sono “degenerati”

QUATTRO CONTRO UNO - E’ successo ieri. E fortunatamente vicino a via degli Ausoni c’è il Cinema Palazzo Occupato: i ragazzi che occupano l’ex teatro che doveva diventare Casinò sentono le urla e si precipitano in strada con una telecamera, e riprendono l’intera scena: agghiacciante.




I quattro uomini spintonano, picchiano, tentano di introdurre il ragazzo nell’automobile, ma il giovane fa resistenza: “E’ suo diritto resistere a soggetti che non si identificano con i documenti”, urla la folla: “ A quel punto arrivano rinforzi, tre volanti da cui altri “Tutori dell’ordine” scendono e cominciano a spintonare chi era li”, si legge in calce al video.
[ame]http://www.youtube.com/watch?v=FSNx3tgU8sg&feature=channel&list=UL[/ame]


“PRESENZA OSSESSIVA E VIOLENTA” - “Animali”, si sente dire, mentre il ragazzo che continua a resistere all’arresto lancia un urlo e si accascia a terra, preda di un attacco epilettico di importante intensità: “Arrivata l’ambulanza che porta il ragazzo in ospedale decine di persone bloccano l’auto dei carabinieri e pretendono la loro identificazione, che avviene solo dopo un’ora e all’arrivo della polizia di stato”. Secondo il Cinema Palazzo Occupato, l’accaduto sarebbe una delle dimostrazioni delle politiche di ordine pubblico che ormai imperverserebbero in città.
Questo è quello che succede in pieno giorno a San Lorenzo. Noi riteniamo inaccettabile quello che è successo oggi. I problemi del quartiere vengono affrontati dall’ amministrazione cittadina tramite la presenza ossessiva e in questo caso violenta, delle forze dell’ordine. A nostro avviso San Lorenzo si deve difendere con la cultura, con la condivisione e con la partecipazione e continueremo ad affermalo ancora più forte dopo lo spettacolo indecente e vergognoso a cui molti di noi oggi hanno assistito.

LEGGI ANCHE:

 

big_boom

Forumer storico
Registrato
28 Febbraio 2009
Messaggi
10.541
Località
ora nell'inferno delle tasse italico
sei troppo buona tontolina a te manca esperienza nei paesi di questi immigrati

sei ieri mentre portavo mio figlio a casa (bangkok) in una curva 5/6 studenti in motorino si sono improvvisamente fermati e hanno tirato fuori dei maceti (roba da 30 cm), si sono azzuffati uno stava sfasciando un motorino con un martello poi non so, sono andato per la mia strada

attenti a cosa vi portate in casa, possono sembrare buoni e belli e all'improvviso ...
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
ARRESTATI DUE POLIZIOTTI PER LESIONI GRAVISSIME, A MILANO
ARRESTATI DUE POLIZIOTTI PER LESIONI GRAVISSIME, A MILANO

Cronaca Interna

A Milano due poliziotti di 25 anni, sono stati arrestati per aver massacrato di botte un uomo di 63 anni, il quale ha riportato deformazioni permanenti al volto.

Articoli simili di sicuro tuo interesse:

I due agenti, Federico Spallino e Davide Sunasino, originari della Sicilia, il pestaggio è avvenuto il 20 maggio scorso, in via Gorizia, alle 3 del mattino, e al momento del pestaggio non erano in servizio.

I due sono stati sospesi dal servizio e condotti in carcere; i poliziotti hanno cercato di difendersi raccontando una versione dei fatti che è stata poi smentita dalle immagini delle telecamere della zona che hanno girato tutto quello che realmente è accaduto, quindi "i tutori della legge", sono stati accusati di lesioni gravissime, falso ideologico e calunnia.
Questo episodio ha portato sconcerto nelle persone, poiché ad essere coinvolti in un episodio così violento sono operatori che svolgono un servizio di protezione della gente e che quindi dovrebbero essere lontani da comportamenti che creano sfiducia nella gente.
Al momento non è stato reso noto il motivo che ha scatenato il violento pestaggio, si sa solo che la vittima ha riportato una prognosi di 40 giorni.
I giovani poliziotti lavoravano da circa un anno sulle volanti, svolgendo un servizio di controllo e di sorveglianza delle zone dove operavano.


Il loro è stato un gesto deplorevole, che porta discredito al corpo a cui appartengono, non hanno provato nessun pentimento, visto che sotto interrogatorio del gip Alessandro Clemente, hanno cercato in tutti i modi di coprire il loro gesto, con una esposizione dei fatti non veritieri, meritandosi anche l'accusa di calunnia.
Written by Silvana Gramaglia modificated by Manager_Igor Scarabel
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto