proprietà in comunione o no (1 Viewer)

Registrato
27 Dicembre 2011
Messaggi
5
Salve, ho un quesito da porre prima di consultare un legale.
Mia zia aveva acquistato un terreno e anche se sposata, nell'atto di compravendita vedo scritto : IL MARITO SIG...... DICHIARA CHE LA MOGLIE ACQUISTA IL BENE PER USO PERSONALE CON PROPRI RISPARMI.
ma questo significa che, anche se loro sono in comunione di beni, il terreno è solo suo? e a morte della zia(senza testamento), non avendo figli , chi eredita? il marito? e nel caso lui volesse potrebbe fare a sua volta testamento e lasciarlo a parenti escusivamente suoi potrebbe farlo? grazie
 

hellboy

i grafici dicono cose che le parole non dicono
Registrato
16 Febbraio 2009
Messaggi
1.157
se erano in comunione di beni è probabile che una scrittura privata non possa modificare tale stato.
qui ti ci vuole proprio il parere di un avvocato.
 

hellboy

i grafici dicono cose che le parole non dicono
Registrato
16 Febbraio 2009
Messaggi
1.157
dipende dal notaio e dall'avvocato :D

io andrei da un notaio per prudenza
 

iguanito

Forumer storico
Registrato
13 Ottobre 2009
Messaggi
7.988
Salve, ho un quesito da porre prima di consultare un legale.
Mia zia aveva acquistato un terreno e anche se sposata, nell'atto di compravendita vedo scritto : IL MARITO SIG...... DICHIARA CHE LA MOGLIE ACQUISTA IL BENE PER USO PERSONALE CON PROPRI RISPARMI.
ma questo significa che, anche se loro sono in comunione di beni, il terreno è solo suo? e a morte della zia(senza testamento), non avendo figli , chi eredita? il marito? e nel caso lui volesse potrebbe fare a sua volta testamento e lasciarlo a parenti escusivamente suoi potrebbe farlo? grazie
la clausola da te indicata serve per sottrarre il bene acquisito dopo il matrimonio, che ricadrebbe nell'ambito della comunione legale, alla comunione stessa (art. 179 lettera f c.c.).
Pertanto il bene è di proprietà esclusiva della signora; una volta morta senza lasciare testamento, il terreno, in applicazione delle norme sulla successione legittima, andrebbe per intero al marito (stante la mancanza di figli). Il marito ben potrebbe per testamento lasciare il terreno a chi vuole lui ferma restando però la tutela dei legittimari, cioè moglie e figli. Tuttavia, mancando questi ultimi, il problema non si pone e il marito potrà, come detto, disporre del bene per testamento come vuole.
 
Ultima modifica:

bischer0tt0

mi sono già rotto
Registrato
29 Maggio 2009
Messaggi
10.354
erede universale è il marito

diventato proprietario il nuovo bene si confonde col suo patrimonio e ne segue le sorti

che la dicitura nell'atto di compravendita sia valida o no è irrilevante
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto