"Portafoglio tranquillo" | Pagina 12

Discussione in 'Obbligazioni, Bond e Titoli di Stato' iniziata da scoglio24, 31 Dicembre 2009.

    24 Gennaio 2010
  1. Maino

    Maino Senior Member

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    1.031
    Località:
    La Grassa Emilia
    ciao chesbanca,

    su questo argomento (e cioè della sovraperformance delle azioni sui tds) si è scritto molto. Vi sono intere biblioteche.

    Ultimamente questo teorema è stato messo in discussione più di una volta.
    Ricordo qualche anno fa che addirittura un fondo pensionistico scozzese di una categoria (non ricordo quale) aveva messo in discussione proprio questo fatto, ed aveva di conseguenza modificato la propria strategia.

    Insomm,a puoi trovare libri pro e contro.

    Se chiedi un mio parere ritengo necessaria la presenza di azioni in un portafoglio (parlo in modo molto generico, poi bisogna vedere caso per caso) stando attenti però a capitalizzare quello che via via si sta guadagnando.

    So che i promotori lo ripetono come se fosse un mantra, ma non si può negare che abbia una certa verità.

    prova questo
    Volumi - SIEGEL J.J., Rendimenti finanziari e strategie d'investimento

    a dire il vero adesso sarei curioso di sapere cosa direbbe ...:D

    ciao e grazie

    maino
     
  2. 25 Gennaio 2010
  3. CheSbanca

    CheSbanca New Member

    Registrato:
    27 Gennaio 2009
    Messaggi:
    28
    Grazie a te per la pazienza infinita con noi pivelli
     
  4. 26 Gennaio 2010
  5. Capirex85

    Capirex85 Value investor

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    327
    Vedo che riportate spesso Siegel...

    Bhe, giusto per fare la voce fuori dal coro :)D), vi riporto cosa pensa Charlies T. Munger (non proprio un pivellino) riguardo ai calcoli di Siegel:

    "I think he’s demented. He tries to compare apples and elephants in making accurate projections," said Charlie Munger.


    Berkshire Hathaway Annual General Meeting May 6, 2006


    :D:lol::up:
     
  6. 26 Gennaio 2010
  7. Maino

    Maino Senior Member

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    1.031
    Località:
    La Grassa Emilia
    bene e grazie capirex, più se ne sa e meglio è :up:

    potresti per cortesia anche da dove hai tratto quella frase? è una intervista?
     
  8. 26 Gennaio 2010
  9. ZigZag2000

    ZigZag2000 FEDE + GLORIA

    Registrato:
    6 Giugno 2009
    Messaggi:
    283
    Località:
    Reggio Emilia
    secondo me dipende cosa si intende per "investire in azioni nel lungo periodo": chiaro che se uno mette tutto in una volta il capitale, senza stop loss, ed è l'11 ottobre 2007...

    di solito si parla di PAC con versamenti scadenzati (ad es. mensili)
     
  10. 26 Gennaio 2010
  11. Capirex85

    Capirex85 Value investor

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    327
    Era la risposta a una domanda che gli han rivolto durante la sessione Q&A del general meeting degli azionisti della Berkshire Hathaway (la società che controlla insieme a Buffett) del 2006.
     
  12. 26 Gennaio 2010
  13. Yunus80

    Yunus80 Del PIG non si butta nulla

    Registrato:
    7 Gennaio 2009
    Messaggi:
    3.878
    :lol:

    In effetti trovo che il famoso grafico sia falsato da almeno un "dettaglio", in realtà grande quanto una casa...
    Il fatto che prende come riferimento il mercato azionario del Paese che ha vinto le due ultime guerre mondiali e che è stato un mercato giovane ed in rapida espansione nelle prime tre decadi del '900, per poi diventare LA economia di riferimento dopo la WWII.
    Insomma, non è affatto detto che prendendo un'altro mercato si sarebbero ottenuti risultati anche solo comparabili.
    E soprattutto, non è affatto detto che nel prossimo secolo le cose andranno così, con l'occidente che sta IMHO iniziando una lunga fase di decadenza, a vantaggio dei "nuovi padroni" orientali...
     
  14. 27 Gennaio 2010
  15. negusneg

    negusneg Senior Member

    Registrato:
    5 Gennaio 2009
    Messaggi:
    4.975
    Bello, bello, bello
    caro Maino...

    L'importante è continuare a discutere.

    Non so se ricordi: qualcuno di là disse che gli studi sul passato erano inutili, o magari dannosi...

    Ora purtroppo non ho tempo, ma credo che questo studio abbia più valore ora che quando te lo segnalai.

    A presto... negus
     
    Ultima modifica: 27 Gennaio 2010
  16. 27 Gennaio 2010
  17. Maino

    Maino Senior Member

    Registrato:
    6 Gennaio 2009
    Messaggi:
    1.031
    Località:
    La Grassa Emilia
    ciao Negus !
    ti hanno fischiato le orecchie in questo periodo ??? In effetti speravo in un tuo intervento su questo argomento. Ti ricordi che era una domanda che ti avevo già fatto quando eravano ancora nella "Terra di mezzo" ?
    Prima di questa ultima crisi, mi/ti chiedevo se ancora fosse valido il discorso di Siegel... e adesso me lo sto ponendo sempre di più ...

    Cioè, non mettoin dubbio se valga la pena diversificare mettendo in ptf anche una parte di azioni più o meno pesante a seconda delle proprie necessità ed esigenze, ma mi sto chiedendo se una gestione "passiva" di questa componente sia ancora valida.

    Per gestione passiva intendo mettere un x% del ptf in azioni e lasciarle stare per n anni, senza toccarle, perchè nel lungo periodo sovraperformano rispetto ai bond.

    Oppure se non valga la pena passare ad una gestione "attiva", nel senso che una volta che si vede che la parte azionaria registra un +y% di rendinento, allora si liquida quel y% per capitalizzarlo in bond ...

    quando hai tempo e sei tranquillo mi piacerebbe avere un tuo aggiornamento in merito :)

    fai con comodo, tanto siamo sempre qua ...:D

    a presto e grazie

    maino
     
  18. 29 Gennaio 2010
  19. dep09

    dep09 Sacerdotessa naturalista

    Registrato:
    25 Gennaio 2009
    Messaggi:
    542
    Innanzitutto grazie per questo bel thread... molto simpatico oltre che molto utile (e non solo alle massaie).

    Volendo sbolognare un fondo obbligazionario internazionale (comprato un anno fa e con il quale sono tornata alla pari solo ora :rolleyes: ), volevo chiedere se, volendo spostarmi su qualcosa di un pò più remunerativo, sia ancora auspicabile un azionario internazionale... l'esperienza che mi appresto a chiudere mi ha fatto capire il senso dell'espressione "rischio valuta"... :help:

    Grazie per gli eventuali contributi
     

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 0)

Condividi questa Pagina