Telecom Italia (TIT) però Telecom è più sicura dello Stato italiano (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
Telecom Italia si ricarica con un bond da 1,5 miliardi

12 giugno 2012




di qquebec 0 Commenti

Telecom Italia si ricarica con un bond da 1,5 miliardi | Obbligazioni e Titoli di stato - Investireoggi.it
Collocati con pieno successo due nuove obbligazioni da 750 milioni ciascuna. Rendimento in linea con le previsioni del mercato e di poco superiori a quelli dei titoli di stato di pari durata



Con un’offerta lampo, Telecom Italia ha lanciato sul mercato lunedì due nuove obbligazioni da 750 milioni di euro ciascuna. L’operazione, curata da Barclays, JP Morgan, RBS, Societe Generale, Credit Agricole in qualità di bookrunners, ha raccolto oltre 5 miliardi di euro di ordini presso investitori istituzionali e ha permesso a Telecom Italia di coprire ampiamente il book, nonostante le brutte condizioni del mercato finanziario e il pessimo andamento del titolo azionario in borsa. Segno più che evidente che i soldi a Bernabé e soci forse è meglio prestarli che regalarli di questi tempi. Il colosso delle tlc ha quindi prezzato un bond Telecom Italia scadenza 15/06/2015 e 4,625% di cedola a 99,685 offrendo un rendimento lordo a scadenza del 4,74%, quasi in linea col rendimento del Btp 2015; e un bond con scadenza 15/12/2018 e 6,125% di cedola a 99,737 offrendo un rendimento del 6,184% superiore di 195 punti al rendimento del Btp di pari durata. Entrambe le obbligazioni staccano la cedola una volta all’anno e sono trattate alla borsa del Lussemburgo per un quantitativo minimo di 100.000 euro con multipli aggiuntivi di 1.000. I
l rating di Telecom Italia è Baa2 per Moody’s e BBBper S&P’s e Fitch.

Il collocamento dei due nuovi bond – commenta Vincent Blanc analista di Credit Agricole – non ha avuto particolari ripercussioni sul mercato secondario delle obbligazioni Telecom Italia. Solo sulla parte lunga della curva i rendimenti si sono leggermente alzati, come dimostra il bond Telecom Italia 7.75% 2033, uno dei più seguiti e scambiati, che viene trattato alla pari, cinque punti in meno rispetto a tre mesi fa, ma questo – precisa l’analista – sembra essere più dovuto alle tensioni italiane sul mercato obbligazionario che al recente collocamento.

Primo trimestre col vento in poppa per Telecom Italia

Telecom Italia Fin. 7,75% 2033

Dopo aver chiuso il 2011 con una perdita di 4,73 miliardi di euro per effetto di 7,3 miliardi di svalutazioni, Telecom Italia ha dato prova nel primo trimestre del 2012 di buona tenuta del proprio giro d’affari. L’incremento del fatturato del gruppo guidato da Franco Bernabè (+4,5% a 7,39 miliardi di euro) è dovuto soprattutto alla crescita in Argentina e Brasile (Tim Brasil), dove Telecom Italia ha registrato un forte incremento dei ricavi rispettivamente del 19,7% e del 17,1% in grado di compensare ampiamente le attuali difficoltà in Italia.

Così, alla fine del primo trimestre del 2012 l’utile netto Telecom Italia è salito del 10,4% a 606 milioni di euro,

mentre l’indebitamento finanziario netto è aumentato a 30,98 miliardi di euro da 30,82 miliardi registrati ad inizio 2012 per effetto di nuovi investimenti industriali per 954 milioni di euro

e un cash flow della gestione operativa in netto calo a 626 milioni di euro da 1,08 miliardi di euro.
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
dopo aver da poco emesso un BOND
ora
Telecom Italia lancia il riacquisto di obbligazioni

Telecom Italia, attraverso un comunicato stampa ufficiale, annuncia l'invito rivolto ai Portatori idonei delle proprie Notes

Hot News, Obbligazioni societarie
06 luglio 2012, ore 12:15
Telecom Italia, attraverso un comunicato stampa ufficiale, annuncia l’invito rivolto ai Portatori idonei delle proprie Notes denominate rispettivamente “€650,000,000 6.75 per cent Notes due 2013” (le Notes con scadenza Marzo 2013), “€500,000,000 Floating Rate Notes due 2013” (le Notes con scadenza Luglio 2013), “€500,000,000 7.875 per cent Notes due 2014” (le Notes con scadenza Gennaio 2014) e “€750,000,000 4.75 per cent Notes due 2014” (le Notes con scadenza Maggio 2014 e insieme alle Notes con scadenza Marzo 2013 e alle Notes con scadenza Gennaio 2014, le Fixed Rate Notes e, insieme con le Notes con scadenza Luglio 2013, le Notes e ciascuna una Serie) di offrire le proprie Notes per il riacquisto da parte della Società a fronte di un corrispettivo in denaro secondo l’ordine di priorità indicato nella tabella che segue (le Offerte). Le Offerte sono soggette ai termini e alle condizioni previste dal tender offer memorandum del 6 luglio 2012 (il Tender Offer Memorandum) predisposto in relazione alle Offerte ed è soggetto alle restrizioni di offerta e distribuzione indicate di seguito. I termini in maiuscolo nel presente comunicato non altrimenti definiti hanno il significato ad essi attribuito nel Tender Offer Memorandum.
Offerta obbligazionaria Telecom Italia

La Società propone di accettare il riacquisto delle Notes ai sensi delle Offerte fino ad un ammontare massimo pari a Euro 500.000.000 in valore nominale complessivo delle Notes (l’Ammontare Massimo Complessivo). La Società si riserva in ogni caso il diritto, a propria discrezione e per qualsiasi ragione, di modificare l’Ammontare Massimo Complessivo ovvero di accettare un ammontare superiore o inferiore all’Ammontare Massimo Complessivo per il riacquisto delle Notes ai sensi delle Offerte. La Società determinerà l’allocazione dell’ammontare che avrà accettato di riacquistare ai sensi delle Offerte tra ciascuna Serie secondo l’ordine di priorità indicato al paragrafo di seguito “Ordine di Priorità”, fermo restando che l’ammontare nominale complessivo delle Notes che la Società accetterà di riacquistare non sarà superiore all’Ammontare Massimo Complessivo. Per chiarezza, la Società si riserva il diritto di riacquistare Notes di una Serie in ammontare superiore o inferiore alle Notes di una diversa Serie come pure di non riacquistare alcuna delle Notes di una Serie.
La Società accetterà per il riacquisto le offerte valide di Notes fino alla concorrenza dell’Ammontare Massimo Complessivo, secondo il seguente ordine di priorità:

  • Tutte le offerte relative alle Notes con scadenza Gennaio 2014 saranno accettate per il riacquisto per prime e per intero.
  • Le offerte relative alle Notes con scadenza Luglio 2013 saranno accettate per il riacquisto per seconde, per un valore nominale fino all’Ammontare Massimo Complessivo dedotto il valore nominale delle Notes con scadenza Gennaio 2014 che siano state validamente offerte e riacquistate.
  • Le offerte relative alle Notes con scadenza Marzo 2013 saranno accettate per il riacquisto per terze, per un valore nominale fino all’Ammontare Massimo Complessivo dedotto il valore nominale delle Notes con scadenza Gennaio 2014 e delle Notes con scadenza Luglio 2013 che siano state validamente offerte e riacquistate.
  • Le offerte relative alle Notes con scadenza Maggio 2014 saranno accettate per il riacquisto per quarte, per un valore nominale fino all’Ammontare Massimo Complessivo dedotto il valore nominale delle Notes con scadenza Gennaio 2014, delle Notes con scadenza Luglio 2013 e delle Notes con scadenza Marzo 2013 che siano state validamente offerte e riacquistate.
Prezzo obbligazioni Telecom Italia

La Società pagherà, per ciascuna Serie di Notes che avrà accettato di riacquistare, un prezzo di riacquisto (il relativo Prezzo di Riacquisto) ed i relativi Interessi Maturati. Il Prezzo di Riacquisto relativo a (i) ciascuna Serie di Fixed Rate Notes accettato per il riacquisto sarà determinato alle ore o intorno alle ore 14.00 (CET) (l’Orario di Determinazione del Prezzo) del 13 luglio 2012 (salvo il diritto della Società di estendere, riaprire, modificare e/o chiudere qualsiasi Offerta) (la Data di Determinazione del Prezzo) secondo le modalità indicate nel Tender Offer Memorandum, facendo riferimento alla somma (ciascuna di tali somme, il relativo Rendimento di Riacquisto) del (a) relativo Spread di Riacquisto e (b) relativo Tasso di Interesse di Riferimento per ciascuna Serie (come indicato nella precedente tabella); e (ii) alle Notes con scadenza Luglio 2013, sarà pari a 99,50%, ossia Euro 49.750 per ogni Euro 50.000 in valore nominale di Notes con scadenza Luglio 2013 oggetto di riacquisto.
Per poter partecipare ed avere il diritto a ricevere il pagamento del relativo Prezzo di Riacquisto ai sensi di un’Offerta, i Portatori delle Notes dovranno offrire le Notes per il riacquisto consegnando, ovvero facendo in modo che sia consegnato per loro conto, una valida Istruzione per l’Offerta che dovrà essere ricevuta dall’Agente dell’Offerta (Tender Agent) entro le ore 17.00 (CET) del 12 luglio 2012. Le Istruzioni per l’Offerta saranno irrevocabili fatta eccezione per il ristretto numero di casi in cui ne sia consentita la revoca, così come indicato nel Tender Offer Memorandum.
Le Istruzione per l’Offerta in relazione a qualsiasi Serie dovranno essere presentate per un ammontare nominale minimo delle Notes di ciascuna Serie non inferiore a Euro 50.000, ossia per il valore minimo di ciascuna Serie; con riferimento alle Notes con scadenza Marzo 2013 e alle Notes con scadenza Gennaio 2014, potranno essere presentati ordini per multipli di Euro 1.000 oltre la soglia di Euro 50.000.
segui INVESTIREOGGI / OBBLIGAZIONI
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
TIM Brasil (Telecom Italia), utile trim2 stabile ma sotto attese

martedì 31 luglio 2012 08:40
SAN PAOLO, 30 luglio (Reuters) - TIM Participaçoes , controllata brasiliana di Telecom Italia, ha deluso le attese degli analisti nel secondo trimestre, penalizzata dal raffreddamento dell'economia e da una competizione più agguerrita.
Il secondo maggiore operatore mobile brasiliano ha realizzato nel periodo un utile netto di 346,8 milioni di reais (170 milioni di dollari), un risultato stabile rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso ma inferiore alla stima media di 397 milioni di reais raccolta in un sondaggio realizzato da Reuters tra quattro analisti.
L'Ebitda è aumentato del 6% a 1,214 miliardi di reais, sotto le stime per 1,264 miliardi del sondaggio.
I ricavi sono cresciuti del 10% a 6,781 miliardi di reais nel trimestre, in rallentamento rispetto all'incremento annuo di circa il 20% degli ultimi quattro trimestri.
Sul sito Reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su Reuters Italia (reuters_italia) su Twitter
--------------------
elecom: +1% a 228 mln euro l'utile di Telecom Argentina


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 31 lug - Telecom Argentina, societa' controllata da Telecom Italia, ha chiuso il primo semestre 2012 con un utile netto di 1,294 miliardi di pesos (circa 228 milioni di euro), rispetto a 1,276 miliardi di un anno prima (+1%). Il livello e' inferiore alle attese degli analisti. I ricavi della societa' sudamericana sono saliti del 21% a 10,38 miliardi di pesos, trascinati prevalentemente dai servizi a valore aggiunto. Il giro d'affari della telefonia mobile e' migliorato del 24% a 7,1 miliardi, mentre le connessioni a Internet sono salite del 27% a 925 milioni. Nella prima meta' dell'anno l'azienda ha effettuato investimenti per 1,3 miliardi (+25%).
Com-emi-
(RADIOCOR) 31-07-12 16:52:54 (0404) 5 NNNN
 
Ultima modifica:

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
02/08/2012 10:29Borsa: +2,72% Telecom Italia dopo conti in linea e conferma guidance

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 02 ago - Piacciono al mercato i risultati di bilancio presentati oggi da Telecom Italia che ha anche confermato la guidance per il 2012. Dopo un'ora circa di scambi, il titolo guadagna il 2,72% trattando a 0,6995 euro. Secondo quanto comunicato dalla societa', i ricavi nel primo semestre sono cresciuti del 3,1% a 14,793 miliardi e l'utile si e' attestato a 1,245 miliardi, rispetto alla perdita di 2 miliardi realizzata nello stesso periodo del 2011, che scontava la svalutazione dell'avviamento. Sul fronte domestico, Telecom Italia ha riportato nei sei mesi un calo dei ricavi core del 4,1%.
Telecom Italia ha inoltre confermato per voce del suo presidente esecutivo Franco Bernabe' l'attuale politica dei dividendi. "I risultati conseguiti nel primo semestre - ha detto - consentono di confermare il raggiungimento dei target di fine anno" e "mettono in sicurezza la sostenibilita' della dividend policy gia' comunicata al mercato". Sul fronte internazionale, il gruppo ha annunciato che Andrea Mangoni, cfo di Telecom che ha sostituito temporaneamente Luca Luciani alla guida di Tim Brasil, e' stato nominato direttore generale delle attivita' di Telecom Italia in Sud America, mantenendo comunque l'incarico in Brasile. Riguardo alla sospensione delle vendite di nuove sim in Brasile decisa dall'Anatel a partire dallo scorso 23 luglio, la societa' tlc "confida" che "l'Anatel possa a breve disporre la revoca della sospensione", dopo la presentazione da parte di Telecom di un "apposito piano d'azione dettagliato per tutti gli Stati e completo delle singole azioni da mettere in atto per garantire il miglioramento della qualita' dei servizi e della rete".
cop (RADIOCOR) 02-08-12 10:29:10 (0151) 5 NNNN



Borsa: +2,72% Telecom Italia dopo conti in linea e conferma guidance - Quotazioni di borsa - Notizie - Il Sole 24 Ore






-------------
Annualizzando l'utile netto e mlotipèlicato per 8 si ottiene un faire value di 1,02 euro
l'azione è decisamente sottovalutata
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
Telecom Italia si ricarica con un bond da 1,5 miliardi

12 giugno 2012




di qquebec 0 Commenti

Telecom Italia si ricarica con un bond da 1,5 miliardi | Obbligazioni e Titoli di stato - Investireoggi.it


Dopo aver chiuso il 2011 con una perdita di 4,73 miliardi di euro per effetto di 7,3 miliardi di svalutazioni, Telecom Italia ha dato prova nel primo trimestre del 2012 di buona tenuta del proprio giro d’affari.
Schiarita su Brasile e su sviluppo banda larga spingono Telecom


Di Francesca Gerosa



Telecom Italia recupera l'1,94% e sale a quota 0,7865 euro a Piazza Affari all'indomani dei chiarimenti della controllata Tim Participacoes, la quale ha specificato che non risultano inchieste o indagini aperte né da parte della Sec né da parte della Cvm (la Consob brasiliana). Tim Partecipacoes è il secondo operatore mobile in Brasile con circa 69 milioni di linee a fine giugno.

La società ha però confermato l'esistenza di una denuncia da parte del socio di minoranza Nelson Tanure che accusa la società di non aver accantonato 6.6 miliardi di real brasiliani per un contenzioso fiscale. Si tratta di una vicenda già nota ma che ieri ha fatto scattare il rumour che si attivassero indagini Sec e CVM.

La società ha replicato che non esistono 6,6 miliardi di debito ma solo contingencies che non necessitavano di appositi accantonamenti secondo il parere di pareri legali interni ed esterni al gruppo. Resta il fatto che il contesto in Brasile quest'anno si è fatto sfidante a livello di business, di relazioni con l'authority e di relazioni istituzionali in genere.

In Brasile Telecom Italia realizza circa il 13% del suo ebitda. Secondo gli esperti di Intermonte si tratta di una notizia negativa anche se la società ha seccamente smentito le accuse. Tim Partecipacoes, secondo i calcoli degli analisti di Kepler, dovrebbe contribuire per il 17% alle vendite consolidate del colosso tlc quest'anno e per il 14% alla valutazione complessiva.

Tuttavia, visto l'alto livello di leverage dell'azienda: il debito è due/terzi dell'enterprise value, un calo dell'1% dell'azione della controllata si traduce in un ribasso dello 0,03% del titolo Telecom Italia. Il titolo Tim Partecipacoes da luglio ha perso il 25% del suo valore alla luce del rallentamento delle vendite e di alcuni divieti imposti dall'Anatel. Gli esperti di Kepler, quindi, vedono pochi rischi di downside rispetto all'attuale enterprise value del titolo, pur notando la crescente competizione per Telecom Italia nel Paese sudamericano.

Hanno così ribadito stamani il rating buy e il target price a 1,10 su TI. Anche gli analisti di Banca Akros vedono un basso rischio economico in Brasile e quindi hanno confermato il rating accumulate e il target price a 0,90 euro sul titolo Telecom Italia. Pure Intermonte ha un rating positivo: outperfprm e un target price a 0,95 euro anche a seguito delle dichiarazioni di ieri del commissario Ue, Neelie Kroes, sulla banda larga.

Sembra infatti che ci sia una schiarita per le prospettive di sviluppo della banda larga in Europa. Merito della svolta dell'Ue sulle politiche dei prezzi di accesso alle reti in rame e in fibra ottica, oggi formalmente apprezzata dai big delle telecomunicazioni e dagli analisti, che vedono grossi ritorni per gli investimenti nel broadband.

Il vero passo in avanti però potrà avvenire solo con una maggiore partecipazione finanziaria da parte dei governi europei, ha avvertito la commissaria Ue, spingendo per il via libera allo strumento finanziario proposto dalla Commissione, la Connecting Europe Facility. L'effetto leva di questo meccanismo, alimentato con il bilancio Ue e i fondi della Bei, può generare investimenti pubblico-privati da 50 miliardi solo per le tlc, permettendo la creazione di 45 milioni di connessioni ad alta velocità.

"Il consenso sulla valorizzazione della rete di Telecom Italia è in costante aumento", osserva Laura Carmignani, analista di Banca Imi. "Tuttavia, sottolineiamo che potrebbe essere realizzata in forme diverse e non necessariamente attraverso la vendita, anche se parziale. Inoltre, la valutazione della rete in gran parte dipende dalle tariffe regolamentate che sarebbero applicate".
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
Telecom/ Rete, Bernabè accelera sullo scorporo. TI chiama le banche per l'advisoring


Martedì, 9 ottobre 2012 - 14:06:00



Cambio di marcia di Telecom nel dossier scorporo della Rete.



Ricevuto il via libera da parte del ministro della Sviluppo Economico Corrado Passera all'ingresso del Fondo Strategico Italiano (Fsi), braccio armato dalla Cassa Depositi e Prestiti, in una newco a maggioranza Telecom, l'amministratore delegato dell'ex monopolista Franco Bernabè, secondo alcune indiscrezioni, avrebbe avviato nelle ultime ore il processo di selezione di 1-2 banche d'affari che dovranno assisterlo nelle trattative per la valutazione dell'infrastruttura.
Tecnicamente, il processo prende il nome di beauty contest, una scelta delicata visto che l'advisor dovrà poi assistere Telecom (la Cdp sarà affiancata invece da Deutsche Bank) in una serie di operazioni, come l'individuazione della struttura dell’operazione, la valutazione, la governance e il financial assestment ovvero le implicazioni finanziarie della separazione della Rete ai fini del rating.


Sempre secondo le indiscrezioni, la lettera di invito sarebbe pervenuta a una decina di istituzioni finanziarie, tra cui Mediobanca, Intesa-Sanpaolo (azioniste ognuna all’11,49% a testa di Telco, la scatola societaria che controlla il 23% di Telecom), Jp Morgan, Credit Suisse, Morgan Stanley, Citigroup, Goldman Sachs e Bofa-Merril Lynch. Banche che dovranno entro lunedì mattina (15 ottobre) far arrivare la loro risposta a Bernabè.
L’obiettivo di Telecom è adottare un delibera entro fine anno: l'amministratore delegato ha promesso un’informativa sullo stato di avanzamento del lavori al consiglio in agenda per novembre.
L’ipotesi sul tavolo è creare una newco controllata da Telecom al 51% e al 49% da Fsi, ma sui valori le distanze sono enormi: Telecom stima infatti la sua Rete a oltre 15 miliardi, Fsi a 9.
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
Telecom I.: advisor per valutazioni preliminari scorporo accesso MILANO (MF-DJ)--Nell'attuale fase preliminare, l'attivita' di advisory e' finalizzata esclusivamente ad acquisire elementi valutativi sotto il profilo tecnico, economico e finanziario.
E' quanto precisa Telecom Italia in riferimento ad alcune indiscrezioni apparse sulla stampa, relative all'avvio da parte dell'azienda di un processo di selezione di uno o piu' advisor nell'ambito dell'ipotesi di costituzione di una nuova entita' societaria per la fornitura di servizi di accesso wholesale fisso domestico. com/lab [email protected]
(END) Dow Jones Newswires
October 10, 2012 11:20 ET (15:20 GMT)
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
Telecom Italia pubblicherà i conti del terzo trimestre il prossimo 8 novembre. Nomura, in un report di oggi in cui conferma sull'azione reduce e un target price a 0,80 euro, vede il dividendo 2012 del titolo ordinario del colosso tlc a 0,04 euro per azione, in linea con quello del 2011. Il prossimo anno è invece atteso in lieve miglioramento a 0,05 euro per azione a fronte di un free cash flow atteso a 3.370 milioni e 3.292 milioni rispettivamente.

Guardando ai conti del terzo trimestre di TI Nomura si aspetta che il calo sia dei ricavi domestici sia dell'ebitda raddoppi al -7,7% e al -6,8%, rispettivamente (-3,7%, -3,6% nel secondo trimestre) a causa delle campagne estive aggressive nel mobile e della continua debolezza macroeconomica. Una stabilizzazione del business domestico del gruppo, che è importante per la stabilità del rating, non sta accadendo.

mentre il Brasile ancora una volta dovrebbe dimostrarsi resistente nel terzo trimestre. Per cui Nomura si aspetta nel terzo trimestre ricavi a 7,30 miliardi di euro, in calo del 2,9% anno su anno, un ebitda organico a 3,06 miliardi, -4,3%, una spesa per investimenti (capex) pari a 1,11 miliardi e un debito netto di 29,5 miliardi di euro, ammettendo però che l'obiettivo di deleverage sarà difficile da raggiungere entro la fine dell'anno.

"Le dure condizioni macroeconomiche stanno portando le imprese e gli enti pubblici a ritardare i loro pagamenti in tutto il Paese. Pensiamo quindi che il recupero crediti continuerà a essere difficile per TI nei prossimi mesi", spiegano gli analisti di Nomura. "Capiamo che la cessione di TI Media, che potrebbe ridurre il debito di 400 milioni di euro, è importante per il raggiungimento dell'obiettivo di riduzione dell'indebitamento, ma crediamo che sarà difficile concludere un accordo prima della fine dell'anno".
France Telecom taglia i dividendi, per Nomura Telecom Italia non lo far - Milano Finanza Interactive Edition
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.098
Telecom, scontro su Sawiris

Dopo una ridda di voci, la notizia è stata ufficializzata dalla stessa Telecom Italia: l'imprenditore egiziano Naguib Sawiris ha inviato una lettera offrendosi di iniettare mezzi freschi tramite la sottoscrizione di azioni di nuova emissione. La cifra sarebbe di 3 miliardi. L'offerta apre anche nuovi scenari per Telco, scatola cui fa capo il 22,4% di Telecom Italia, e rimette in discussione gli assetti tra i soci: Mediobanca è neutrale sull'offerta, Intesa favorevole, contrarie Generali e Telefonica.
Il presidente esecutivo di Telecom Franco Bernabè, che ha ottenuto il mandato ad approfondire l'offerta, ha precisato che non ci saranno altri cda prima di quello fissato il 6 dicembre. Intanto è già partito l'interrogativo se ci sia qualcuno dietro Sawiris: una delle piste porta al milionario messicano Carlos Slim. In Borsa il titolo Telecom vola: +4,2%.
Servizi e analisi u pagine 2-3
Telecom, scontro su Sawiris - Il Sole 24 ORE
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto