Perchè Willy Coyote non ritenta mai lo stesso tentativo di cattura di Beep Beep ? (1 Viewer)

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Fin da bambino una delle domande piu' insistenti che mi ponevo quando guardavo la Tv dei Ragazzi era:

" Come mai Willy Coyote non ritenta mai un tentativo di cattura di Beep Beep precedentemente fallito? Perche' deve sempre escogitare dei metodi nuovi ? Puo' darsi che un tentativo precedente sia fallito per puro caso, pur avendo una speranza di successo positiva ?"

Essendo questa entrante la settimana di Rimini Rimini,



mi sento incuriosito dall'enorme ed inusitato battage pubblicitario ( in tempi di crisi...:() nel sollevare gli stessi dubbi verso Willie Coyote per una possibile analogia.

Perche' decine e decine di stimati relatori ogni anno si accavallano per spiegare in dettaglio dei trading system sempre nuovi per guadagnare, comportandosi come lo storico personaggio dei cartoni animati ? Se ipotizziamo che ogni anno nelle varie kermesse italiane almeno un centinaio di relatori diversi esponga un metodo nuovo ed originale di guadagnare e da almeno una decina di anni il movimento di divulgazione italiano di trading system vincenti procede sulla stessa falsariga, avremmo osservato, con il semplice uso di una moltiplicazione, che almeno un migliaio di buoni metodi per guadagnare in borsa sia stato fino ad ora divulgato gratuitamente in Italia.

Con un migliaio di "buoni" trading system a disposizione, c'e' bisogno ancora di diffonderne di nuovi ? :) Questo e' l'aspetto cruciale, secondo me: ogni anno si espone un metodo "nuovo" e possibilmente anche "originale" quando se non addirittura stravagante, mentre non vi e' alcun interesse o forse capacita' a relazionare su metodi "vecchi" proposti in anni precedenti che magari potrebbero ancora funzionare benissimo. Si potrebbe obiettare che i mercati cambiano di continuo ed occorre adattarsi con i trading system proponendone di nuovi. Obiezione persuasiva, ma sostanzialmente nemmeno gli econometristi sono in grado di prevedere ex-antea quando un mercato cambiera', mentre tutti noi siamo capaci di asserire ex-post che un mercato e' di fatto cambiato nel piu' recente periodo.

La ricerca della novita' a tutti costi, anche in ambito di corsi e libri commerciali, e' quindi un fenomeno generalizzato che incontra esigenze di altro tipo, In assenza di spiegazioni plausibili, posso abbozzare una risposta sulla scorta di un famoso episodio storico avvenuto nell'estate del 2007.

Se vi ricordate, quello fu l'unico periodo nel quale tutte le strategie quant ebbero dei grossi problemi, persino Simons and Renaissance soffrirono dei pesanti drawdown.

Come pote' accadere che centinaia e centinaia di scienziati, quant, econometristi, fisici, matematici, di diverse farm tra tutte loro in competizione e con procedure segretissime per tutelare il know-how avessero potuto subire sostanzialmente la medesima magnitudo di perdite ?

Quando nel prosieguo gli studiosi analizzarono i motivi che portarono al crac del 2007, essi trovarono che pur con differenti algoritmi i quant inseguivano piu' o meno tutti gli stessi investment styles. In particolare uno studio di W. Lo osservo' che gli hedge funds avevano una concentrazione verso gli stessi rischi e che lo stile di portafoglio replicava per ognuno gli stessi filoni operativi (confezionamento di salsicce sui derivati del credito, carry trade, statistical arbitrage, 3 fattori di Fama French + momentum, small caps vs. large caps, etc.)

Quindi, lasciando stare il discorso dell'HFT che nulla a che vedere, deduco che per gli hedge fund i fattori di stile che ispirano la gestione non sono molti di piu' di una decina, forse una ventina al massimo. E' un numero cosi' limitatamente basso che stride con le migliaia e migliaia di metodi per fare soldi che si leggono sulle pagine del Web ! :D e che dovrebbe far riflettere un po' di fronte all'enorme produzione divulgativa presente da una decina di anni, non a caso andata di pari passo con la diffusione del fenomeno del trading on line in Italia.

 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Tra la promozione di sempre nuovi armamentari quali corsi, software, libri di AT, sfide con i "campioni", metodi sempre nuovi e facili per guadagnare, diversi sono gli argomenti che tradizionalmente NON vengono mai affrontati nei ricorrenti ritrovi tra i trader. Sembra che l'unico argomento degno di conversazione sia costituito dalla scoperta di nuovi metodi per guadagnare in borsa, esattamente come Willy a caccia di Beep Beep, omettendo la rappresentazione di tutta una serie di problematiche collaterali assolutamente non secondarie, che tradizionalmente collocano i mercati finanziari come uno dei piu' difficili domini da affrontare, in assoluto, come gia' ben tutti sappiamo.

Elenco in ordine sparso alcuni di questi problemi collaterali, sorti di recente tra la fine del 2011 e questo 2012.
Sono i primi che mi vengono in mente e sono problemi complessi e reali, su cui confrontarsi seriamente e riflettere, sebbene delle volte si mostrino come problemi insolubili da dover essere accettati nelle loro conseguenze.

- l'incidenza della tassazione al 20% nominale sui trading system rispetto al precedente 12,50% nominale. Ben pochi sono gli investitori o trader che hanno maturato la consapevolezza che il 20% di aliquota nominale si tradurra' in un'aliquota media molto, ma molto piu' elevata, per la community degli investitori retail considerata nella sua interezza.
- nessuna considerazione per l'impatto e gli effetti della prossima Tobin Tax, attesa a settembre e dell'impatto che avra' sulle strategie di trading e investimento. Il motto sembra: " E' ben non fare sapere.."
- si fingera' di ignorare l'atteggiamento draconiano verso il Forex adottate dalle nostre autorita' fiscali nel 2011. Nella impossibilita' di compensazione delle minusvalenze con le plusvalenze in regime amministrato, tale segmento di mercato appare fiscalmente piegato all'esigenza di spingere i pochi che sul Forex nonostante tutto riescono a non perdere a dover compilare il quadro RW.
- non si faranno presenti gli effetti dei provvedimenti sulla tracciabilita' di recente introduzione. Ben pochi sanno che e' stato istituito di recente un provvedimento che obbliga le banche a trasmettere alle Agenzie delle Entrate di ogni contribuente: (i) il saldo al 31.12 del conto corrente (ii) il movimentato complessivo dell'anno. Quali le conseguenze pratiche su spesometri, redditometri, indici presuntivi di ricchezza, eccepimento di dazioni di denaro non registrate a termini di legge per soggetti incapienti, etc. e' facile intuire.
- si ignoreranno le conseguenze di pesantissima ricaduta sul trading del prossimo tsunami regolamentatorio in conformita' alle prossime direttive stabilite dal G20, per cui l'OTC sara' obbligato a passare su piattaforme elettroniche regolamentate e controllate da una nuova autorita' (trade repository). Dopo il big bang dell'Emir, che ne sara' della liquidita' di bond di non accessibile ed immediata comprensione, ad esclusione dei governativi e dei senior?

.... (last but not least)

- la Mifid 2 !! :D
 
Ultima modifica:

Il Conte Pedro

Not so easy
Registrato
12 Gennaio 2009
Messaggi
830
- nessuna considerazione per l'impatto e gli effetti della prossima Tobin Tax, attesa a settembre e dell'impatto che avra' sulle strategie di trading e investimento. Il motto sembra: " E' ben non fare sapere.."
Tobin Tax Draghi,rischi delocalizzazioni - Top News - ANSA.it

Draghi si e' anche chiesto se e' un bene introdurre la tassa proprio mentre si sta cercando di riportare nella zona euro investitori esteri dopo che la maggior parte ne e' uscita.

Tu pensi realmente che riusciranno a far scappare anche gli ultimi investitori irriducibili rimasti in area euro? :D:wall:
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Tobin Tax Draghi,rischi delocalizzazioni - Top News - ANSA.it

Draghi si e' anche chiesto se e' un bene introdurre la tassa proprio mentre si sta cercando di riportare nella zona euro investitori esteri dopo che la maggior parte ne e' uscita.

Tu pensi realmente che riusciranno a far scappare anche gli ultimi investitori irriducibili rimasti in area euro? :D:wall:
Dagli ultimi dati aggiornati al 31.12.2011 gli investitori esteri detentori di titoli di stato sono scesi sotto il 40% e ad oggi si stima possano essere scesi ancora sul 35%, quindi con il 65% rientrato "in mani italiane" grazie soprattutto alle banche nostrane che acquistano titoli di stato con i fondi LTRO.
Il deflusso di capitali internazionali dall'Italia e' un processo continuo in itinere e non sembra arrestarsi, ma non ho competenze ed informazioni per poter commentare le affermazioni del presidente BCE.
 

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.881
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
Dagli ultimi dati aggiornati al 31.12.2011 gli investitori esteri detentori di titoli di stato sono scesi sotto il 40% e ad oggi si stima possano essere scesi ancora sul 35%, quindi con il 65% rientrato "in mani italiane" grazie soprattutto alle banche nostrane che acquistano titoli di stato con i fondi LTRO.
Il deflusso di capitali internazionali dall'Italia e' un processo continuo in itinere e non sembra arrestarsi, ma non ho competenze ed informazioni per poter commentare le affermazioni del presidente BCE.

bel thread :) soprattutto il primo post
lo rileggo dopo, quando il caffè avrà avuto l'effetto necessario


su questo
perfettamente d'accordo sul 35% ( cifre che ho letto anche io da fonti attendibili)
il problema sono i prossimi rinnovi di debito del 2012 ( ma dovrebbero in totale essere meno che nel primo semestre)
e non si deve dimenticare che tra tre anni le nostre banche devono restituire i soldi alla BCE
 

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.881
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
sarà anche perchè "Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi." (Einstein)?

no, se cambiano le circostanze esterne
io credo che il discorso sia quello di organizzare un portafoglio di TrSys



forse è meno folle che cercare il Sacro Graal
( che , tra parentesi, è in almeno due cattedrali , Genova e Valencia, se non di più ... quindi .... )
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Se andassi in analisi dallo psicanalista, sono sicuro che anch'io, come molti, ritroverei dopo un po' il Willie Coyote che alberga nel mio inconscio. :)
Spesso delle volte mi chiedo: come mai sono andato ad abbandonare delle strategie di trading dopo un promettente inizio per cercarne sempre di nuove, attratto da cio' che si legge sui blog, sui forum, sui newsgroups ?

Credo che in Willie esiste l'anelito alla creativita', perche' egli non si accontenterebbe di catturare Beep Beep con metodi ordinari di cattura che non gli darebbero alcuna gratificazione intellettuale. E' questo il motivo per cui si rivolge alla famosa ACME (sarebbe l'avanzatissima industria americana che lo rifornisce continuamente di nuove tecnologie, razzi, pale scavagallerie, etc.), che altro non e', sempre in termini psicanalitici, che la sublimazione dei nostri trading system.

Due cose in chiusura: forse non sapevate che Beep Beep non e' uno struzzo ma esiste davvero, e' un piccolo uccello corridore americano della dimensione di un tacchino che non vola, ma in compenso e' molto veloce (anche se certamente molto di meno di un coyote).

Inoltre non sapevo che poi alla fine Willie nel 1996 ce l'ha finalmente fatta, dopo ben 50 anni di tentativi infruttuosi.

Wile Coyote prende Beep Beep E' la prima volta in 50 anni
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Interessante il nuovo questionario appena sfornato dalla ditta fornitrice di Willie Coyote (la notissima ACME).

Inserendo alcuni parametri quali

- esperienza sul trading di valute
- tempo libero dedicato al trading
- il reddito settimanale desiderato

compare una scritta lampeggiante che campeggia a tutto schermo, nella quale si evidenzia che se passano di mano 3 miliardi al giorno da una mano all'altra, evidentemente il denaro da portare via dalle mani di George Soros non manca ... :)
 

Allegati

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662


Nella ormai imminente kermesse balneare dedicata ai novelli trader del Forex non mancheranno banchetti, banconi e gazebo delle varie ACME nostrane, dove si potra' acquistare il mangime per i novelli traders (trading system, metodi per battere i mercati, segnali per il Forex, piattaforme per battere l'HFT, etc.)


Bibliografia:

Wile E. Coyote sperimenta di tutto per catturare Beep Beep, servendosi di strani arnesi, regolarmente difettosi o di uso impossibile, forniti dalla ACME Inc. (A Company that Makes Everything, oppure American Company Making Everything - ACME Products Corp., a Division of Dangerously Innovative Products and Patents Incorporated - "DIPPI")
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto